Home / Politica / Resoconto del Consiglio del 29 Ottobre: occasioni perse su cultura e turismo.
foto-3

Resoconto del Consiglio del 29 Ottobre: occasioni perse su cultura e turismo.

Resoconto del Consiglio del 29 Ottobre:

Come consuetudine siamo a riportarvi il nostro commento ai principali temi affrontati e discussi nel corso del Consiglio Comunale.

Partiamo dalle nostre 2 interrogazioni. Due interrogazioni per rendere sempre attuale il tema del Bilancio Partecipato.

La prima Interrogazione presentata riguardava la realizzazione di pista ciclopedonale tratto Via Argine – Baccanello – S.Rocco per la quale l’Amministrazione ha previsto spesa complessiva di €. 490.168,65, con un costo pari a circa 70.000 euro al Km. Le risposte fornite sugli aspetti tecnici sono state soddisfacenti ( salvo quella relativa ai costi di manutenzione) mentre quelle riguardanti il contesto di promozione turistica del territorio nel quale è inserito il progetto ci lascia molto perplessi. Lo stesso Vice Sindaco Pavesi ammette un certo ritardo nel coordinamento e nella promozione delle ciclopedonali del territorio.
La seconda Interrogazione riguardava i lavori per il miglioramento sismico dell’Ostello della Gioventù, spesa complessiva di € 203.065,00. Grazie a questa interrogazione oggi sappiamo che questi lavori renderanno agibile lo storico immobile e che, con un ulteriore intervento legato all’impiantistica, a Giugno 2016 dovrebbe finalmente riaprire le porte agli avventori e ai turisti. Questa è una buonissima notizia da dare a tutti i nostri concittadini. Ovviamente porremo la massima attenzione su quelle che saranno le scelte di affidamento della gestione dell’Ostello della Gioventù auspicando di non dover fare un’interrogazione ad hoc ma che l’Amministrazione riferisca per tempo e non a giochi fatti.

Veniamo al pacchetto delle nostre tre mozioni per Cultura, Turismo e Scuola.

La prima Mozione riguardava le iniziative per la tutela del patrimonio culturale e lo sviluppo della cultura del Comune di Guastalla grazie al cosiddetto “Art Bonus”. Per i Comuni è un’opportunità per coinvolgere cittadini e imprese nel cofinanziamento di progetti di restauro e manutenzione del patrimonio culturale locale e nel sostegno a musei, biblioteche e archivi. La trattazione della mozione, che registra l’assenza dell’Assessore alla Cultura, è stata alquanto controversa. Basterebbe dire che il Sindaco la ritiene una legge indirizzata a grandi magnati giapponesi e americani (non esattamente cittadini italiani residenti) per chiarire che di questa normativa/possibilità non hanno la men che minima idea. Ma il gruppo di maggioranza ha posto degli elementi di criticità nel testo della mozione da renderla condivisibile ma non votabile. Bene, come sempre, questi elementi di criticità sono le solite arrampicate sugli specchi e ne riportiamo le più clamorose:
un impegno per il 2015 => falso, la mozione chiede di presentare un piano degli interventi senza nessuna scadenza temporale se non quella determinata dall’attuale legge
– gli immobili indicati nella mozione sono già oggetto di interventi legati al sisma => peccato che la tabellina sia li solo a titolo esemplificativo e non rientri nel dispositivo che va ad impegnare la Giunta
– la mozione deve prendere in considerazione le indicazioni della legge di stabilità => assurdo, oggi la legge in vigore, sulla quale l’Amministrazione è in clamoroso ritardo, è quella oggetto della mozione, assurdo quindi immaginare di doverne presentare una sulle intenzioni dell’attuale Ministro alla Cultura.
– la raccolta di fondi ad oggi è stata un flop => imbarazzante anche questa osservazione perché come si può imputare al cittadino di non aver aderito ad un piano di investimenti che il Comune non ha proposto!?
– La mozione parla di siti archeologici e Fondazioni Lirico sinfoniche inesistenti a Guastalla => abbiamo riportato le previsioni di legge che valgono per Musei, Teatri, Biblioteche e di protezione e restauro dei beni culturali pubblici immobili e mobili (Quadri, Testi, Monumenti…. ).
La legge prevede solo interventi cantierabili => falso, la legge prevede che siamo interventi legati anche a interventi di protezione e restauro di beni mobili come Quadri, Testi, Monumenti. Su questo punto tutto il Consiglio e la Giunta non ha espresso parola: ritenevamo fosse anche l’occasione per presentare o impegnarsi alla presentazione di un inventario dei beni culturali mobili appartenenti al Comune.
– La mozione cita la Maldotti => falso, la Maldotti è stata citata durante l’argomentazione alla mozione e non prevede nessun impegno relativo alla Giunta. Il riferimento alla Maldotti è stato oggetto dell’intervento del Sindaco poco prima di parlare dei magnati americani e giapponesi!
Quindi il gruppo di maggioranza chiede o di modificare il nostro testo o di ripresentarlo al prossimo Consiglio. Nello stupore nostro ma anche del Presidente del Consiglio anche per dimostrare come le obiezioni alla nostra mozione fossero solo fumo ci siamo auto emendati!

È stato sufficiente togliere il:
“ Preso atto che
a) il provvedimento è già in vigore a valere dall’anno fiscale 2014 e che ad oggi ci risulta che il Comune di Guastalla non si sia ancora attivato in nessun modo;
b) mancano ormai pochi mesi alla fine dell’anno fiscale 2015;
c) sono numerosi i beni immobili che presentano interesse artistico e storico, alcuni dei quali ancora offesi dai danni del terremoto 2012, tra cui quelli indicati nella sottostante tabella … “

per rendere la mozione immediatamente votabile all’unanimità!! Cioè è stato sufficiente togliere nero su bianco quello che resta nei fatti: un ritardo clamoroso di questa Amministrazione su una possibilità che di certo non cambierà le sorti del nostro Comune ma che pone dei seri dubbi sull’attenzione e sulle capacità di questa Amministrazione a cogliere le occasioni poste dalla legislazione.

La seconda Mozione presentata riguardante la tax credit per la digitalizzazione turistica era un’altra occasione per impegnare la Giunta in un piccolo progetto di Amministrazione Partecipata.
Rimarchiamo come il Comune debba avere tra i suoi obiettivi, tra gli altri ,l’incentivazione di pratiche volte a favorire economicamente e logisticamente i soggetti che operano nel nostro territorio (in questo caso specifico nel settore turistico), nell’ottica di una condivisione di progettualità che favoriscano sia il Comune stesso che gli operatori eventualmente coinvolti.

Sulla Mozione riguardante il bonus scuola per le strutture scolastiche del Comune di Guastalla facciamo invece autocritica. L’idea era quella di evitare, come per l’Art Bonus, la possibilità che l’Amministrazione si faccia scappare anche questa eventuale possibilità. Quindi avremmo dovuto formulare meglio il dispositivo. Resta la sostanza: la segnalazione e l’attenzione che Guastalla 5 Stelle pone al quadro legislativo a favore del Comune.

Sulle mozioni di GBC sinteticamente:

sulla Tariffa Puntuale, a proposito di bandierine e propaganda, crediamo che sia più urgente che l’Amministrazione si occupi tempestivamente della raccolta Porta a Porta appena iniziata su tutto il territorio Comunale: Disabili, Anziani, Malati, Esercizi Commerciali hanno già manifestato gravi difficoltà. Per eventuali segnalazioni al momento è possibile scrivere direttamente a Sabar via mail a servizi@sabar.it o telefono al n.0522/657569.  Sulla tariffa puntuale si era del resto già espressa l’Assessora Lanzoni con un comunicato stampa il 26 ottobre ( Consiglio il 29.. ) “L’estensione del porta a porta nel nostro territorio si inserisce pienamente all’interno degli obiettivi regionali della recente legge in materia di rifiuti: obiettivi che mirano al raggiungimento di una quota di raccolta differenziata pari al 73% entro il 2020, all’applicazione di strumenti operativi quali la tariffazione puntuale e gli incentivi ai comuni virtuosi.

Anche l’impegno a una raccolta più puntuale nelle manifestazioni di carattere pubblico (tema affrontato più volte da Guastalla 5 Stelle) ci fa chiedere: ma in questi due anni cosa avete fatto? Ovviamente abbiamo votato a favore per l’impegno della Giunta a adoperarsi per la Tariffa Puntuale, in modo virtuoso magari e senza aspettare il 2020! L’immagine messa in evidenza in testa a questo resoconto racconta molto bene del nostro impegno su ambiente, rifiuti e tariffa puntuale.

– sulla mozione dei servizi educativi 0/6 anni riteniamo che prima di tirare in campo Governo e Parlamentari, questa Amministrazione dovrebbe occuparsi della destinazione della vecchia sede del Pollicino, del fatto che in centro a Guastalla non esista più in Nido, che non esista un mezzo a norma per il trasporto dei piccoli, che l’ISEE come oggi formulato non rappresenta uno strumento di miglior distribuzione delle tariffe agevolate ma, vista la soglia dei 15.000 euro, non concede benefici concreti alle famiglie.

Crediamo siano chiare ed evidenti, anche dall’esito di questo Consiglio, le differenze di vedute e l’attenzione al territorio tra Guastalla 5 Stelle e il gruppo di maggioranza e la Giunta.  Ci è stato rimproverato di essere troppo campanalistici: sarebbe interessante vedere le reazioni generali se l’anno prossimo Piante e Animali Perduti si svolgesse a Gualtieri.

Ultima nota sul rinvio al nuovo regolamento sui patrocini. E’ stato discusso in Commissione Affari Istituzionali quando il punto era già stato inserito all’Odg del Consiglio, in una Commissione priva della presenza della Giunta  (tanto che lo abbiamo definito regolamento interno), su un testo che rievocherebbe vecchie polemiche e ammonimenti da parte di GBC nei nostri confronti sui regolamenti copiati da altri Comuni e che non citano le fonti. Un regolamento per altro molto blando su un unico punto di vera trasparenza: il patrocinio oneroso.

Per chi volesse ulteriormente approfondire vi rimandiamo non solo ai nostri articoli ma anche a quelli di Guastalla Bene Comune e alla pagina Yuotube del Comune di Guastalla dove potete rivedervi l’andamento del Consiglio e farvi un ulteriore idea. Perchè se c’è qualcosa di cui non abbiamo paura è il confronto e di dire la nostra nel rispetto delle diverse posizioni.

Per Guastalla e per i nostri concittadini,

Guastalla 5 Stelle

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.