Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Resoconto del Consiglio Comunale del 29/04/2015: tempo perso.
punto-interrogativo-590

Resoconto del Consiglio Comunale del 29/04/2015: tempo perso.

Consiglio Comunale del 29/04/2015: tempo perso, ennesima occasione persa.

Lo avevamo annunciato ieri sera con una previsione a ridosso dell’inizio del Consiglio: grande entusiasmo al punto 4) da parte della maggioranza (Mozione del Gruppo consiliare “Guastalla Bene Comune” per promuovere azioni che chiedano alla Regione Emilia Romagna, FER e RFI la realizzazione della linea ferroviaria “Reggio Emilia – Mantova”) e breve dibattito sul rendiconto 2014 contabile e politico (Esame ed approvazione del rendiconto dell’esercizio finanziario 2014).

Dopo il dibattito dei giorni scorsi sul Bilancio di Previsione 2015 dove abbiamo denunciato le difficoltà dell’attuale Amministrazione ad illustrare le traduzioni politiche, le scelte e i programmi futuri legati all’approvazione del bilancio, riviviamo lo stesso sconforto nel dover riportare la riunione dedicata al Rendiconto 2014.

Il copione è identico.

Anzi, c’è una novità.

Dopo una lunga, esauriente ed appassionata esposizione dei dati di bilancio da un punto di vista tecnico da parte del Funzionario incaricato, il Presidente del Consiglio Maestri chiede, come di consueto, ai capigruppo e ai singoli consiglieri chi volesse prenotarsi per il proprio intervento, dando inizio al dibattito. Non abbiamo ancora capito se per casualità o per prassi il giro degli interventi parta sempre dalle minoranze. Poco importa, perché la novità è che nessuno chiede di intervenire!  Un certo sbigottimento prende esponenti di Giunta e Maggioranza ma nel giro di una rapida alzata di mano il rendiconto 2014 viene approvato con i voti favorevoli del solo gruppo di maggioranza.

Sia chiaro: ne avremmo avute di domande, non sul lato tecnico ma sul lato politico amministrativo. Ma conoscevamo già la risposta a nostri eventuali riscontri: l’approvazione del Bilancio a fine luglio 2014 ha ritardato l’attuazione di alcuni programmi così come l’alluvione di novembre 2015.

Banalmente il bilancio preventivo 2015 dovrebbe rispondere alla domanda “COSA FAREMO” mentre il rendiconto 2014 dovrebbe rispondere alla domanda “COSA ABBIAMO FATTO”.

E se sul 2015 le risposte e/o l’illustrazione dei programmi da parte dell’Amministrazione latitano, sul 2014 cioè sul “COSA ABBIAMO FATTO” abbiamo assistito ad una incredibile scena muta.

Conclusione: è ormai consolidato che l’attuale Amministrazione abbia in scarsa considerazione il Consiglio Comunale ritenendolo una scocciatura e un adempimento/impegno del quale farebbe volentieri a meno.  Il fatto che il Sindaco (delega al bilancio / assessore al bilancio) e i componenti della Giunta lascino l’esposizione ad un funzionario e non intervengano in nessun modo e autonomamente (cioè senza l’imbeccata delle minoranze) nel rispetto del Consiglio ma soprattutto nel rispetto dei cittadini, è drammatico. 

Questa è l’introduzione alla Relazione della Giunta:

“Con il presente documento redatto al termine dell’esercizio finanziario questa Giunta rimette al Consiglio la consueta relazione annuale con la quale propone di fornire le proprie valutazioni di efficacia sull’azione condotta nel corso dell’esercizio 2014 proponendosi di evidenziare i risultati conseguiti in termini finanziari, economico-patrimoniali oltre che programmatici. La Relazione è divisa in due parti: nella prima parte vengono analizzati i dati finanziari relativi alla gestione 2014 e nella seconda parte i risultati conseguiti in rapporto ai programmi.”

Quindi nella tentativo costante di fare chiarezza di fare informazione qui potete scaricare l’intero documento e verificare con i vostri occhi la “seconda parte” sui risultati conseguiti in rapporto ai programmi (da pagina 20 a pagina 28).

Tempo perso ed ennesima occasione persa verso una direzione più concreta alla trasparenza, al confronto, alla partecipazione.

Quando e – a questo punto – se raggiungeremo l’obiettivo della diretta streaming dei Consigli Comunali, ci aspettiamo un decisivo cambio di rotta da parte di questa Amministrazione, molto brava a parole decisamente meno alla prova/riscontro dei fatti.

Credo sia chiaro a tutti perché ci siamo astenuti dal votare l’approvazione di questo rendiconto.

Da ultimo due note:

1)      Il Sindaco ha replicato, in modo molto scocciato, alle “chiacchiere da bar” (parole sue) secondo le quali il Comune di Guastalla si appresta ad ospitare un alto numero di profughi sbarcati sulle nostre coste. Riteniamo che non serva a nulla scandalizzarsi di fronte alle chiacchiere da bar, specie se si ricopre un ruolo istituzionale; dare opportuni e ufficiali chiarimenti è suo dovere, specie per tacere rapidamente quelle chiacchiere. Ma il tema c’è, non si tratta di “bufala”: esiste infatti una lettera inviata dalla Provincia a tutti i Comuni per sondare eventualità / disponibilità / modalità su percorsi di accoglienza e ospitalità di cui sopra. Il tema, sul quale non abbiamo preconcetti, è molto delicato è farà bene il Sindaco a informare e aggiornare per tempo il Consiglio e i Cittadini in caso di sviluppi e scelte precise.

2)      Il nostro voto favorevole alla mozione di GBC è un atto di fiducia: l’azione politica condivisa su un territorio più vasto è valutata positivamente se intesa a raccogliere progettualità fattibili nell’interesse dei cittadini. Una volta che avremo i progetti e saremo in grado di quantificare gli impatti sul servizio, sull’ambiente, sui costi, sulle modalità di realizzazione ( linea Ferroviaria RE-MN ) saremo in grado di verificare se l’opera sia da sostenere o meno.

Sabato mattina (e in futuro) saremo presenti in Via Gonzaga  con un  banchetto informativo anche sulle iniziative che il Comitato Intercomunale per la qualità della vita di Dosolo-Guastalla-Viadana organizzerà per informare la popolazione dei rischi e delle conseguenze che avrebbe la nuova Centrale a Biomasse di Dosolo.

Sempre con la speranza di offrire uno spunto critico in più e per stimolare idee e partecipazione, per Guastalla 5 Stelle e per i cittadini,  i Consiglieri Francesco Corradini e Damiano Ruggenini.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.