Home / Comunicati / ALTRA CONQUISTA DI GUASTALLA 5 STELLE: SPESE ELETTORALI ONLINE. Nuovi stimoli alla trasparenza alla Giunta Verona su Feste e Palazzetto dello Sport
articolo gazzetta

ALTRA CONQUISTA DI GUASTALLA 5 STELLE: SPESE ELETTORALI ONLINE. Nuovi stimoli alla trasparenza alla Giunta Verona su Feste e Palazzetto dello Sport

Un principio fondamentale: come amministratori bisogna dare, per primi, un doveroso esempio alla cittadinanza del rispetto delle regole e della trasparenza dei propri conti. Soprattutto in questi giorni in cui è di gran moda parlare di rendiconti cifre e numeri.

Sabato 30 novembre abbiamo formalmente fatto richiesta di accesso ai rendiconti delle spese elettorali delle tre liste che hanno partecipato alle elezioni amministrative del maggio scorso.  I nostri conti sono pubblici già dal 30 maggio 2014 (non solo le spese ma anche le entrate).  Dal primo di dicembre, con un certo ritardo, sono stati pubblicati sul sito del Comune di Guastalla (qui il link).

Lo stesso principio è stato seguito quando, durante la campagna elettorale, siamo stati costretti a richiamare le liste concorrenti a   stipulare “un accordo tra i partiti e movimenti politici per la propaganda elettorale nel comune di Guastalla “: circostanza assurda considerando che le regole c’erano già.

I regolamenti sono stati fatti per essere rispettati. Chi si candida alla guida di un Comune, o che addirittura è già in amministrazione, dovrebbe essere il primo a non infrangerli. E prima di chiedere trasparenza ai cittadini è necessario che i soggetti con ruoli politici ed istituzionali diano per primi l’esempio. A partire dai semplici ma fondamentali gesti.

Un semplice gesto sarebbe mettere online sul sito del Comune e/o sulla pagina www.guastallabenecomune.it le slide proiettate durante l’Assemblea della Giunta del 4 dicembre:

a) per dovere di informazione, diffusione e trasparenza;

b) perché non è stato consegnato alla platea nessun documento cartaceo o in forma digitale e i sbandierati numeri snocciolati sono al momento patrimonio della memoria fotografica dei partecipanti ( un campione statistico riduttivo, dati i temi).

Tra l’altro, nell’articolo della Gazzetta di Reggio ripreso anche nel blog GBC non vi sarà sfuggito il sintetico richiamo al bilancio di Pianti e Animali Perduti: 150mila euro le entrate, 110mila euro le uscite e un utile di 14mila euro. Probabile errore di stampa perché a casa nostra l’utile è dato da entrate meno uscite e in questo caso 150-110 farebbe 40mila euro di utile. Per togliersi ogni dubbio sarebbe il caso di rivedere quella slide o più semplicemente il rendiconto on line sul sito del Comune.

Sempre dal citato articolo della Gazzetta altro fumoso virgolettato su dichiarazioni del Sindaco Verona: “sono finiti i tempi delle grandi opere. Qualora si ravvisi la necessità si dovrà valutare con la massima attenzione. Sarebbe opportuno chiarire pubblicamente che non si sta parlando tra le righe del Palazzetto dello Sport promesso e garantito in campagna elettorale da Guastalla Bene Comune e sul quale, in occasione del consiglio comunale del 30 luglio 2014 ( quello “Approvazione Bilancio di Previsione 2014, Relazione Previsionale e Programmatica e Bilancio Pluriennale 2014-2016 e Programma Triennale dei Lavori Pubblici ed Elenco Annuale 2014” per capirci ) l’Assessore allo Sport Fornasari, su nostra istanza, si è detto fiducioso della realizzazione facendo leva anche sul il residuo di 900.000 euro destinato all’opera lasciato dalla precedente amministrazione. Anche nel post del 26 settembre a commento del consiglio del 24 settembre GBC commenta, parlando di convenzioni per le palestre del Russell: “..la delibera è volta a favorire un rapporto più diretto tra l’istituto superiore di Guastalla, suggerendo anche un criterio, quello della vicinanza alle scuole, per la localizzazione della futura palestra indoor, la quale dovrà intercettare i bisogni di più cittadini possibili anche in una logica intercomunale.”

Ultima nota sul citato articolo della Gazzetta sugli immobili offesi dal Sisma 2012. Anche questa era una delle priorità di GBC in campagna elettorale e priorità ribadita e rivendicata oggi dalla Giunta. Bene, si annuncia che dovremmo aspettare il 2016 per riappropriarci di quegli immobili. Avete letto bene, anno 2016. Ovviamente per noi non è una sorpresa perché abbiamo sempre detto che la tempistica dipende dallo sblocco dei fondi regionali già stanziati negli anni precedenti. Percorsi già scritti che non qualificano di per sé un’amministrazione meglio dell’altra.

 

Fatte le dovute precisazioni di metodo su trasparenza e coerenza legate all’attualità, approfittiamo della pubblicazione per un confronto tra quanto hanno speso, quanto hanno ricevuto, quanta carta hanno distribuito in giro per Guastalla e quanti voti hanno ottenuto le tre liste candidate.

La lista Guastalla 5 Stelle è quella che ha investito di meno, dal punto di vista economico, nella campagna elettorale. Si è cercato di fare di necessità virtù, di partecipare alla politica in modo sobrio e senza sprecare soldi. Il gruppo Guastalla 5 Stelle infatti non riceve nessun tipo di finanziamento dal Movimento 5 Stelle nazionale e si è autofinanziato esclusivamente con le donazioni raccolte con i banchetti del sabato mattina, quelle raccolte dal blog e quelle raccolte tra i propri membri. Si è cercato, oltre al risparmio di soldi, anche il risparmio di carta, evitando un eccessivo utilizzo di volantini e altro materiale di propaganda cartaceo. Una delle voci di spesa principali è quella relativa ai certificati (assenza di carichi pendenti) richiesti al tribunale di Reggio Emilia e necessari per potersi candidare in una lista del Movimento 5 Stelle.

La lista Guastalla 5 Stelle è l’unica, a giudicare dai documenti apparsi sul sito del Comune, ad aver rendicontato anche le entrate della campagna elettorale. Le liste sono tenute a norma di legge, a rendicontare solo le uscite, ma nell’ottica di estrema trasparenza su cui abbiamo impostato la nostra azione politica, ci è sembrato giusto pubblicare anche le entrate. Col già citato articolo sul blog avevamo invitato le altre liste a fare altrettanto, ma ad oggi tale invito sembra essere caduto nel vuoto.

– La lista Guastalla 5 Stelle ha massimizzato l’investimento economico fatto in campagna elettorale, ottenendo in rapporto ai mezzi economici messi in campo, inferiori a quelli delle altre liste, un buon consenso. Se infatti mettiamo in relazione le spese e i voti ottenuti la lista Guastalla 5 Stelle ha ottenuto, per ogni 100 euro investiti in campagna elettorale, circa 326 voti. La lista Guastalla Bene Comune, a fronte dello stesso investimento, ha raccolto 101 voti mentre la lista Elisa Sindaco ne ha raccolti 27. Questo per noi rappresenta una prova di una politica fatta senza grandi investimenti, che in qualche caso condizionano in modo malato l’attività politica di chi li riceve, e giustifica uno dei principi cardine del Movimento 5 Stelle, l’abolizione dei rimborsi elettorali e del finanziamento pubblico ai partiti.

Riportiamo alcuni dati:

Spese per campagna elettorale

Guastalla Bene Comune = 3.528,55 euro

Per Guastalla Elisa Sindaco = 9.210,00 euro

Guastalla 5 Stelle = 505,99 euro

Entrate per campagna elettorale

Guastalla Bene Comune non pubblicato

Per Guastalla Elisa Sindaco non pubblicato

Guastalla 5 Stelle 537,71 euro (saldo +31,72 euro)

Spese per materiale cartaceo di propaganda

Guastalla Bene Comune 2.624,86 euro

Per Guastalla Elisa Sindaco 8.600,00 euro

Guastalla 5 Stelle 268,58 euro

Consensi ottenuti ogni 100 euro spesi in campagna elettorale

Guastalla Bene Comune 101 (3568 voti – 3528,55 euro spesi)

Per Guastalla Elisa Sindaco 27 (2502 voti – 9210,00 euro spesi)

Guastalla 5 Stelle 346 (1754 voti – 505,99 euro spesi)

Come ci piacciono i numeri!

Grazie per l’attenzione,

Francesco Corradini, portavoce per Guastalla 5 Stelle

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.