Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / 28/11/2013: un Consiglio Comunale “paradisiaco”!
resoconto_consiglio

28/11/2013: un Consiglio Comunale “paradisiaco”!

Nel Consiglio Comunale di giovedì 28 novembre abbiamo discusso i 17 punti all’ordine del giorno, più l’interpellanza sul teatro di Comunale (non discussa nella seduta di due mesi fa) ed un o.d.g. suppletivo presentato dai consiglieri Benatti e Masini. Assenti giustificati Fiumicino, Iafrate, Guerreschi, Manfredotti e Ferraresi.

4) Dopo l’approvazione dei verbali delle scorse sedute consiliari (punto 3), abbiamo votato una variazione di bilancio, necessaria per inserire i fondi relativi all’assicurazione dopo il terremoto del 2012. Sono state inserite tutte le somme arrivate per la ristrutturazione degli edifici comunali (Ostello della gioventù, Circolo San Rocco, Immobile Via Argine Po – sede di associazione cittadine e cooperativa eden, Teatro comunale, Ex chiesa San Francesco, Ex palazzo Frattini – sede della biblioteca comunale, Torre civica, Ex chiesa delle Cappuccine, Cimitero urbano, Palazzo comunale, Palazzo ducale, Scuola di danza e musica). Ratifica approvata all’unanimità.

5) Qui abbiamo votato un’altra variazione di bilancio, per finanziare la tensostruttura  e la pista di pattinaggio sul ghiaccio costruite dietro al palazzo ducale. Abbiamo più volte espresso le nostre perplessità sui ritardi per la ristrutturazione del teatro comunale, per i quali si è resa necessaria la tensostruttura e la relativa ingente spesa ( 38.720,00 € di noleggio e 3.000,00 per l’illuminazione e il riscaldamento fino al 31/12/2013). La pista di pattinaggio quest’anno sarà gestita in concomitanza dalle associazioni Love Generation e Guastalla Live, il Comune mette solo il contributo di 12.000,00 €  senza incassare niente. Ratifica passata con i voti della maggioranza. Contrari noi e tutta l’opposizione.

6) Dalla risposta dell’Assessore Bartoli all’interpellanza di Comunale, abbiamo appreso che un ente come il Comune di Guastalla fa da editore dal 1857 (circa), che è compito dell’assessore alla cultura e del responsabile redigere pubblicazioni del Comune e che il Comune è l’unico beneficiario dei profitti derivati dalla vendita di tali pubblicazioni (….e le eventuali perdite?). Dispiace solo che ogni volta le interpellanze dell’opposizione diventino l’unico momento della seduta in cui il regolamento comunale viene fatto rispettare alla lettera, e gli interpellati vi si appellino sempre per rispondere solo ed esclusivamente alle domande presenti sul testo protocollato. E’ ovvio che durante la discussione sorgano altre domande; proprio non si capisce, se è sempre tutto regolare, questa “paura” di approfondire l’argomento. Anche perché stiamo parlando di gestione del patrimonio di tutti i cittadini di Guastalla, non di proprietà dell’assessore di turno.

7) Il Sindaco ha spiegato che la possibile chiusura del Centro Territoriale della Agenzia delle Entrate di Guastalla, per ora, è solo un’ipotesi non imminente, formulata in un’ottica di riduzione di costi di gestione; nella malaugurata ipotesi che la sezione di Guastalla chiuderà, sembra verrà attivato uno sportello che garantirà comunque buona parte dei servizi dell’attuale Centro Territoriale.

8 ) L’assestamento al bilancio di Previsione 2013 e le variazioni sul pluriennale 2013 – 2015 è passata con i voti della maggioranza.

9 – 10) Approvata (contrari solo noi e Comunale) la convenzione triennale che vedrà il Comune di Guastalla elargire annualmente 280.000,00 € (più 60.000, 00 € alle sezioni primavera e la sezione nido aggregate alle scuole dell’infanzia del Bambino Gesù di Pieve) come contributi alle scuole paritarie esistenti sul territorio comunale. La convenzione durerà tre anni. Sembra inoltre che partirà anche il controllo di una commissione, che avrebbe già dovuto riunirsi in questi tre anni (ma che finora non si è mai riunita), per verificare come le scuole paritarie utilizzano i contributi; commissione composta da membri della maggioranza, della minoranza e dai direttori degli istituti privati.

Siamo consapevoli che attualmente le scuole paritarie siano necessarie per carenza di posti nelle comunali; però crediamo che il Comune dovrebbe attivarsi ed impegnarsi in tutti i modi e tutte le sedi possibili per trovare una reale soluzione e garantire a tutte le famiglie l’accesso alla scuola pubblica, invece di aumentare ogni volta i contributi verso il sistema scolastico privato: l’articolo 33 della nostra Costituzione recita: “Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo stato“.  I cittadini non dovrebbero pagare le tasse per finanziare istituzioni private, una consuetudine poco rispettosa anche per chi, all’interno della nostra comunità, non professa la religione cattolica (le paritarie a Guastalla sono tutte cattoliche, tranne quella di San Martino).

11) La convenzione discussa al punto 11 è invece passata all’unanimità.

12) Lo statuto del comune di Guastalla, riguardo alle regole di conferimento della cittadinanza onoraria, dice: “Il Consiglio Comunale può conferire la C.O. a persone che si sono particolarmente distinte in campo culturale, sociale, economico e istituzionale”. Non ci dilunghiamo su quest’argomento, su cui ci siamo già ampiamente espressi. Il Vescovo Camisasca sarà cittadino onorario di Guastalla (come avrete sicuramente letto su tutti i giornali locali!), contrari solo noi e Comunale.

13) Passato Il Piano Urbanistico Attuativo per modificare l’ambito di un’area edificabile situata in via Viazzolo Lungo angolo Via Roncaglio Inferiore al Baccanello.

14) Passata anche la convenzione per assegnare il diritto di superficie dell’area dove l’associazione “San Martino in Festa” svolge annualmente la sagra paesana, ceduta all’associazione stessa per costruirvi un deposito in legno per le attrezzature, un gazebo, l’impianto elettrico, idrico, gas e fognario e l’ottimizzazione dell’impiantistica ad uso della sagra. Il Comune contribuirà con 133.000 € (la spesa totale è di 138.000,00 €), spalmati per i dieci anni di durata della convenzione.

15) Finalmente parte (approvato all’unanimità) il Piano Energetico Comunale, (questo non credo l’avrete letto sui giornali….sarà una questione di priorità…?!?) una serie di linee guida per raggiungere gli obbiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020, come indicato nel Patto dei Sindaci, al quale il Comune di Guastalla ha aderito nell’aprile 2013. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dal PEC, presentato prima in Commissione; molti dei suoi passaggi sono simili al nostro programma: riduzione dei consumi energetici dell’Amministrazione Comunale, riqualificazione energetica degli edifici comunali, sostituzione dell’illuminazione pubblica con lampade a vapori di sodio ad alta pressione o a LED, gruppi di acquisto solidale per permettere ai cittadini di risparmiare sul materiale per l’installazione di impianti fotovoltaici (peccato non ci sia mai stata la volontà di approfondire il progetto presentato dal nostro ex Consigliere Zanichelli, “Sole a costo 0”, sul modello del Comune Provaglio d’Iseo), copertura degli edifici comunali con pannelli fotovoltaici (il 09/12 inaugureranno la copertura delle scuole elementari di Pieve), apertura di uno sportello informativo per il cittadino. L’unica cosa che ci ha lasciato un po’ di perplessità è la possibilità, dopo attenta valutazione delle aree interessate, di mini impianti aziendali a biogas, funzionali all’azienda agricola che li installerà.

16) Passata all’unanimità la modifica dello statuto di S.A.Ba.R.: il capitale e il controllo della società ritornano pubblici.

17) Passata all’unanimità anche l’approvazione del regolamento provinciale dell’area di sgambatura cani che sorgerà in via Foscolo.

18) Il Sindaco ha risposto all’interpellanza di Comunale con la risposta scritta inviata in precedenza ai Consiglieri di minoranza che ne hanno fatto richiesta. Pubblichiamo qui la risposta, fatevi voi un’opinione:

Interpellanza Teatro

19) Approvato anche l’o.d,g. presentato da Masini e Benatti, col quale si impegna il Sindaco e la Giunta a recepire il principio d’equiparazione per l’esenzione IMU, già durante la compilazione del bilancio di previsione 2014, per le unità immobiliari concesse in comodato a parenti di primo grado del soggetto passivo dell’imposta sopracitata, come indicato nell’Art. 2 Bis comma 1 del D.L. 102/2013.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.