Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Consiglio Comunale del 22/10/2013: Un nuovo asilo a Pieve di Guastalla sostituirà i nidi “Rondine” e “Pollicino”
resoconto_consiglio

Consiglio Comunale del 22/10/2013: Un nuovo asilo a Pieve di Guastalla sostituirà i nidi “Rondine” e “Pollicino”

Martedì sera è stato convocato tempestivamente il Consiglio Comunale a seguito del documento firmato da tutti i consiglieri di opposizione (tranne Guerreschi) e gruppo misto, che hanno richiesto una seduta per discutere dell’imminente demolizione dell’asilo “La Rondine” – sito in Via Rosario a Pieve di Guastalla – e della futura costruzione di una nuova struttura che ospiterà anche i bambini del nido “Pollicino”, anch’esso inagibile dopo il sisma che ha colpito il nostro territorio nel Maggio 2012.

Peccato per la scarsa partecipazione dei cittadini (e per la mancanza delle telecamere in sala consiliare…!!), perché la serata è stata interessante e finalmente si è fatta chiarezza sulle varie tappe del percorso che ha portato la maggioranza verso tale decisione: le verifiche post sisma alla Rondine hanno evidenziato carenze strutturali già presenti nell’edificio, sia per quanto riguarda i tondini di ferro dell’armatura, sia per il cemento utilizzato per costruirlo ( è allucinante che la legge italiana ritenga perseguibile penalmente un costruttore solo entro 10 anni dalla costruzione di un edificio, soprattutto nel caso di scuole o strutture pubbliche; speriamo che l’amministrazione abbia già verificato che la cooperativa in questione, nel frattempo fallita, non abbia costruito anche altri edifici “guasti”!). Il Sindaco e l’assessore Rodolfi hanno quindi spiegato che per mettere in sicurezza l’asilo avrebbero speso più o meno quanto costruire una nuova struttura più sicura e più funzionale;

Oltretutto, la copertura finanziaria del progetto, che costerà quasi 3 milioni di euro, è già stata messa a bilancio: contributi regionali, donazioni da parte di privati, proventi dal concertone di beneficenza, oneri d’urbanizzazione, parte delle entrate derivanti dal fotovoltaico e risarcimenti assicurativi post terremoto. La regione ha anche acconsentito di destinare alla nuova scuola le somme che aveva stanziato per la messa in sicurezza dei due vecchi asili danneggiati, 263.000€ circa per il Pollicino e 533.000€ circa per la Rondine.

La maggioranza ha rimproverato noi consiglieri d’opposizione per aver convocato un Consiglio Comunale “inutile”, dato che avremmo già dovuto essere a conoscenza di tutti i dati snocciolati durante la serata e visto che già dall’incontro del 12 Giugno 2012, sotto il tendone in via Spagna, avevano manifestato l’intenzione di costruire una nuova scuola in Via rosario 4, sulle “ceneri” del vecchio asilo. Per noi la serata non è stata affatto inutile: prima di tutto quella di martedì è stata la prima serata interamente dedicata alla questione “Rondine”, e se è servita a chiarire una situazione che ancora non risultava chiara anche ad una sola persona presente allora la serata è stata sicuramente positiva.

Da parte nostra, avevamo alcuni dubbi (e qualche perplessità rimane ancora) sulla tempistica e sulla localizzazione della nuova struttura:

– il progetto del nuovo asilo è ancora in fase preliminare, mentre sono appena iniziati i lavori per sgombrare la Rondine prima di demolirla. Non scordiamoci che i moduli prefabbricati, che attualmente ospitano gli asili, saranno dismessi a fine anno, quindi il nuovo nido dovrà essere pronto per l’inizio dell’anno scolastico 2014/2015. E in mezzo – giugno 2014 –  ci sono le  amministrative.

– la nuova struttura ospiterà un’ottantina di bambini, contro i 50 della rondine; l’asilo vicino, il Bambin Gesù, si sta ampliando. E in quell’area ci sono anche le scuole elementari, la caserma dei carabinieri e l’ospedale. Immaginiamo che ci saranno delle criticità per quanto riguarda la viabilità e la qualità dell’aria. L’amministrazione ha spiegato che è stata scelta l’area in Via Rosario perché il terreno è già di proprietà del comune ed ospita già delle strutture scolastiche. Inoltre, a breve aprirà il tratto che collega la rotonda davanti ai carabinieri al quartiere Europa. Basterà per far fronte ai problemi sopracitati?

Noi crediamo che, in linea di massima, sia giusto che un’amministrazione comunale, se c’è una reale necessità, investa le poche risorse disponibili per una nuova struttura scolastica e quindi per la sicurezza dei nostri figli; ci auguriamo solo che la nuova scuola sarà inaugurata nei tempi e nei costi previsti.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.