Home / Sedute Consiliari / Commissioni Consiliari / Resoconto commissione SOVA. Cose dell’altro mondo.

Resoconto commissione SOVA. Cose dell’altro mondo.

Resoconto commissione SOVA di Giovedì 5 Settembre h 19 [qua la convocazione e il nostro appunto in merito al mancato invio, assieme alla convocazione, dei documenti correlati]

La commissione inizia con il classico quarto d’ora di ritardo (!), e con assenti Gaioni, Guerreschi e Masini.
Masini arriverà poco dopo, Gaioni solo alle 19.50.

Fortunatamente la commissione è stata audio-registrata: sono state dette certe cose che hanno dell’incredibile, e, se necessario, la registrazione potrà confermare il seguente racconto (frutto degli appunti presi), o correggerne eventuali imprecisioni.

 Dopo un’introduzione del presidente della commissione Benatti, la parola passa alla dott.ssa Valli, presidente della So. Va.
Che, fra le altre parole, dichiara d’essere stata “..incaricata della presidenza…”.

Cosa un po’ strana, nota la consigliera Verona. Dato che la sua è una carica elettiva, dovrebbe esser stata ELETTA presidente, e non incaricata da nessuno. O com’è andata veramente?

Tra l’altro, a seguito delle prime domande della Verona sul trattamento dei volontari sova, alla dott.ssa Valli scappa detto che gli associati vengono “…retribuiti…”

Lapsus.

Le domande della consigliera Verona proseguono. E chiedono alla presidente so.va un resoconto dettagliato in merito a:
1) Giornata studi lessing (3.000 euro)
2) Progetti culturali sul pittore Mozzali e arte Naiff (5.000 euro)
3) So. Va. è una semplice associazione o ha ottenuto lo status di APS (visto che lo statuto del 2010 parlava di APS)?

A queste tre domande, la presidente fa:

Per gli atti amministrativi lascio la parola a Fiorello

(?!)

Successivamente il dott. Tagliavini risponde alle prime due domande ed espone le attività della So.Va., parlando per almeno 10-15 minuti, fino a che, il consigliere Villani, non lo interrompe, indicando:

Ma nell’oggetto della convocazione di questa commissione c’è scritto audizione della So. Va, e non del responsabile comunale.
Perchè sta parlando solo Fiorello?
Noi siamo qua per ascoltare l’associazione, e dunque la presidente . E dunque, cos’ha fatto l’associazione dobbiamo sentirlo dalla presidente. Non dal dott. Tagliavini.

La Verona poi puntualizza: “Dal comune sappiamo, ad esempio, i 3.000 euro che sono stati spesi per il Lessing, ma dalla presidente, vogliamo sapere, questi soldi COME sono stati spesi

Al chè, la presidente Valli ammette che non ha con sè i documenti relativi alla gesione so.va. adducendo la motivazione che avrebbe saputo con scarso preavviso della commissione e pertanto non ha avuto modo di procurarsi la documentazione. 

Ma s’è disponibile, a fornirla successivamente, se richiesta.

 La Verona s’interroga, ad alta voce, sul come sia possibile che la presidente abbia saputo con scarso preavviso della commissione, se, come da convenzione col comune (n 58 del Luglio 2012), ogni 6 mesi, questa commissione deve avere luogo.

Ma tant’è.

Le domande della Verona proseguono relativamente ai compensi ai volontari, all’utilizzo delle risorse del comune, agli eventuali contributi, e copertura assicurativa.

 La presidente so.va puntualizza che i volontari vengono pagati in base alle ore svolte 6 euro/ora, attraverso assegni circolari o in contanti (?!), formalmente come rimborso spese.

Ma stanno valutando la contrattualizzazione a progetto o collaborazione occasionale.

 La Verona si mostra un po’ contrariata sul formalismo del rimborso spese, poi prosegue, chiedendo i dati dell’accesso all’ufficio del turismo negli ultimi mesi, chiedendosi se fosse necessario garantirne l’apertura dell’ufficio turistico nei mesi prossimi al terremoto, periodo nel quale, l’afflusso turistico è decisamente crollato.

 Ovviamente, fornire i dati sull’accesso all’ufficio del turismo non è stato possibile, dato che nè l’assessorato, nè l’associazione, avevano con sè alcuna documentazione sull’attività so.va.

 Su questo aspetto, ci tengo a puntualizzare, che, lato nostro, i documenti sono stati chiesti, in anticipo. (Ma la risposta è stata questa).
E nonostante la nostra sollecitazione, comunque, nessuno, in commissione, aveva il bilancio so.va. 2012.

 In ogni caso alle domande di Verona, risponde poi Bartoli (infastidito), indicando che, i servizi, sono stati lasciati aperti per impegno con la provincia, che contribuisce, e vanno lasciati aperti per evitare che la provincia li tolga a Guastalla.

 Masini a questo punto interviene, indicando che, “evitare che vengano tolti a Guastalla” non è un motivo sufficiente, dato che, un servizio si deve effettuare se è profittevole e utile.
Ed a questo proposito, anch’egli esprime la volontà di conoscere l’afflusso turistico a Guastalla, il numero di ospiti che ha avuto l’ostello, ecc.

Inoltre ha sottolineato il fatto che, in un’audizione conoscitiva, i numeri debbano essere portati.

 Osservazione fatta anche da Villani, il quale ha sottolineato che, probabilmente, la seduta sarebbe stata da ri-aggiornare con i documenti alla mano.

In ogni caso poi viene chiesto alla presidente, invece, il suo compenso come viene deciso.

Al chè lei risponde che ottiene un rimborso spese sulla base delle relazioni esterne tenuto, una sorta di forfait, più o meno sulla base di quanto lavoro ha svolto.

Qua, ammetto, nè io nè Villani, nè altri, abbiamo capito REALMENTE, quale sia il criterio e quanto sia il compenso della presidente.

 E per l’ennesima volta ci si è resi conto, che, senza alcun numero alla mano, diventa difficile approfondire ogni argomento.

 La commissione è proseguita per un’altra ventina di minuti, ma sia per la stanchezza collettiva, sia per la mancanza di documentazione, gli argomenti diventavano via via sempre più vaghi.

 Gli unici concetti chiari che sono emersi negli ultimi minuti sono il fatto che la so. va. non è un’ APS ma che stanno valutando ancora il passaggio, e che la so.va. riceve all’incirca 3.200 euro dal comune ogni mese, per svolgere le attività ordinarie. 

 Numeri che, ovviamente, avevano poco significato, in mancanza dei resoconti puntuali.

 La commissione è terminata alle 20.35.

E l’unica cosa che è emersa è che, con un minimo di documentazione, come abbiamo chiesto, il grado di profondità (e dunque l’utilità) della commissione, sarebbe potuto essere totalmente diverso.

[D. Z.]

Nota: Durante la commissione mi sono premurato di prendere gli appunti nella maniera più fedele possibile. Qualora si riscontrassero inesattezze (verificabili eventualmente dall’audio della commissione) fateci sapere e provvederemo a correggere o integrare.

2 commenti

  1. Ottimo resoconto molto dettagliato… come doveva essere anche la Commissione…
    Sei sempre un gran esempio Davide!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.