Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Consiglio Comunale del 26/09/2013: tutto ciò che non dovrebbe succedere in una seduta consiliare!
resoconto_consiglio

Consiglio Comunale del 26/09/2013: tutto ciò che non dovrebbe succedere in una seduta consiliare!

Il Consiglio Comunale di giovedì 26 settembre è iniziato alle 21, con la solita mezz’ora di ritardo. Assenti Fiumicino, Manfredotti e Guerreschi. Qui l’o.d.g. in discussione.

La seduta è iniziata con le proteste di Comunale per il mancato inserimento nell’o.d.g. di una sua interpellanza sull’uso del teatro da parte di una compagnia di attori, che sarebbero stati visti in più occasioni entrare ed uscire dall’edificio nonostante un’ordinanza vieti qualsiasi uso del teatro perché non agibile.

 

Interpellanza che poi è stata accettata a maggioranza come punto supplettivo, in coda all’ordine del giorno (punto 8).

Il consigliere Benatti ha poi presentato un altro documento,  inserito anch’esso in o.d.g. al punto 9, a maggioranza. Il documento, firmato anche da Iafrate, Gaioni, Mossini, Tagliati e Bonazzi, chiede che la commissione “Affari istituzionali e finanziari, attività produttive” sia investita della ricognizione dello stato corrente dei rapporti tra il Comune di Guastalla e le associazioni che, in vario modo, usufruiscano di contributi, intesi sotto qualsiasi forma, posti a carico del Comune stesso. Tale controllo dovrà avvenire secondo audizione collettiva delle Associazioni in sede di commissione, le quali dovranno esporre la propria attività, che dovrà essere descritta secondo una griglia standard di domande predefinite; inoltre dovranno presentare il bilancio, in modo che il Comune sia in grado di valutare ogni singola richiesta in modo omogeneo ed oggettivo.

Subito dopo si è votata l’inversione del punto 3 col 4, e del punto 9 col 5. Inversione approvata col voto di tutta la maggioranza.

 

4)Qui si andava a votare la variazione di bilancio. Il dato più significativo è la riduzione IMU per circa 1.400.000€, causata principalmente dall’abolizione della prima rata sulle prime case e sugli immobili agricoli.

Abbiamo fatto alcune domande su alcuni punti della relazione sullo stato d’attuazione dei programmi a settembre 2013, riguardanti la situazione del teatro, delle ciclabili (in particolare quella che porta a Lido Po, ormai invasa dalle radici), e sulle politiche giovanili, che come al solito si limitano alle varie notti bianche e rosa e ad altre feste serali, che nonostante siano ben organizzate e abbiano una buonissima risposta di pubblico, non possono comunque essere l’unica offerta ai giovani.

Ancora non si hanno certezze sulla riapertura del teatro; l’assessore Bartoli ha spiegato che se l’edificio non sarà pronto per l’inizio della stagione musicale, il 19 ottobre, si cercheranno soluzioni alternative. Noi ci auguriamo che la soluzione alternativa non sarà spostarsi al teatro di Boretto, dato che molti abbonati storici del teatro non riuscirebbero ad assistere agli spettacoli.

Poi siamo venuti a sapere che la Corte dei conti ha confermato la condanna della ditta Di.Gep a pagare al Comune di Guastalla 117.000€ di imposta di pubblicità non riscossa, più 10.000€ di rimborso spese. Sperando che il Comune riuscirà a presentarsi come soggetto privilegiato nel fallimento della ditta sopracitata.

Variazione di bilancio passata a maggioranza, contrario il gruppo “Guastalla Bene Comune” e De Lorenzi, astenuti noi e Masini.

 

5) Passata a maggioranza la modifica al regolamento per la disciplina dei controlli interni. Astenuti Comunale e Masini.

 

3) Ordine del giorno urgente di Comunale dopo l’audizione della presidente della So.Va. alla Commissione di Giovedì 5 settembre. Il consigliere chiedeva di sospendere i contributi all’associazione fino alla convocazione di un’altra commissione e alla presentazione del bilancio. Dopo un lungo discorso di Comunale sulla scarsa regolamentazione delle tantissime associazioni che chiedono contributi al Comune, il sindaco ha replicato elogiando il lavoro dei ragazzi della So.Va. . Il problema è che in questi anni, durante le discussioni sui contributi versati all’associazione, nessuno di noi dell’opposizione ha criticato il lavoro dei ragazzi “volontari”. Dispiace che tutte le volte le risposte siano sempre simili, e puntino a quello. Perchè invece il Sindaco non ha spiegato come mai nessun consigliere – di minoranza o di maggioranza – sia mai riuscito a visionare il bilancio dell’associazione? Perché la risposta non si è concentrata sul punto principale dell’intervento di Comunale, e cioè che chiunque riceva contributi pubblici dev’essere in grado di dimostrare qualunque cosa in qualsiasi momento gli venga richiesta, in caso contrario, dato che i contributi sono soldi dei cittadini, l’erogazione degli stessi devono cessare?

Quindi sono intervenuti Alfieri e Masini, presentando un emendamento al testo di Comunale, che, se approvato, avrebbe obbligato a riconvocare entro 30 giorni una commissione in cui la presidente della So.Va.  sarebbe stata obbligata a ripresentarsi con tutta la documentazione utile per capire come vengano collocate le risorse finanziarie erogate dal Comune all’associazione So.Va. ; Il documento è stato votato, favorevoli noi, Comunale, Guastalla Bene Comune, De Lorenzi, Alfieri e Masini. Contraria la maggioranza, Taboni astenuto. E qui comincia la “saga del pressapochismo e della maleducazione”: alcuni consiglieri di maggioranza insultano Taboni per essersi astenuto, e non si risparmiano nemmeno nei confronti dell’emendamento dei consiglieri firmatari. Poi, visto il conteggio errato dei votanti, e per un’imprecisione del documento (un errore nel titolo, emendamento invece che sostituzione), il segretario propone 5 minuti di sospensione. Tralasciando altri insulti avvenuti fuori dall’aula, alla ripresa della seduta si rivota il testo di Alfieri e Masini, e incredibilmente Taboni questa volta vota contro, e il documento non passa.  Masini e Comunale accusano alcuni consiglieri di intimidazioni verso il neo assessore, quindi Comunale chiede, invano, la votazione segreta per il suo ordine del giorno, che viene respinto da tutta la maggioranza, tranne Masini e Alfieri che si astengono. Insomma, quando si parla di So.Va. la chiarezza e la trasparenza sembrano optional!

6, 7) approvati all’unanimità.

 

9) Tutti favorevoli al documento presentato da Benatti, forse l’unico aspetto positivo di una serata iniziata male e finita malissimo.

Peccato non avere le telecamere in consiglio, non tanto per lo squallido spettacolo a cui spesso dobbiamo assistere, ma perché tante volte gli interventi sopra le righe vengono fatti a microfoni spenti, e quindi non registrati; e dispiace che a farli siano dipendenti dei cittadini che dovrebbero confrontarsi per il bene di Guastalla, e non solo per il proprio interesse personale o per il loro colore politico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3 commenti

  1. Guglielmina Pellegri

    Gentili esponenti M5S, sono Guglielmina, meglio conosciuta come Mimma.
    Vivo a Guastalla e iscritta al movimento da tempo.
    Ho sentito la necessità, solo ora, di vedere se a Guastalla vi era un gruppo di iscritti del movimento.
    Alcuni di voi, forse, mi conoscono; sono la vedova di Nelson Ferrarini.
    Vorrei chiedere, se possibile, essere informata sulle vostre iniziative, eventuali riunioni, in ambito locale.
    Grazie della disponibilità…non mi sento più sola !!! 😉
    Mimma

    • Damiano Ruggenini

      Ciao Mimma, per essere sempre informata sulle iniziative e le riunioni della lista basta leggere il nostro blog. Se vuoi lasciare una tua mail per ricevere anche privatamente le news, contattami pure all’indirizzo d.ruggenini@gmail.com.
      Grazie per il commento, a presto

      Damiano Ruggenini

  2. Grazie Damiano, ottimo resoconto!
    Peccato per la maleducazione in consiglio…se ne approfittano anche per la mancanza delle telecamere… e adesso abbiamo la certezza sul perché non le hanno volute!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.