Home / Eventi / Reggio Emilia: Inaugurazione stazione tra pioggia e manifestanti No Tav
mediopadana-interna-nuova

Reggio Emilia: Inaugurazione stazione tra pioggia e manifestanti No Tav

Da ormai un anno il cantiere della stazione Mediopadana è sotto indagine per presunte infiltrazioni mafiose e irregolarità sugli appalti e, neanche il tempo di inaugurarla, già ci sono da fare ulteriori lavori di impermeabilizzazione.

Appena il tempo di inaugurarla in pompa magna che la stazione Mediopadana di Reggio Emilia presenta già i primi grattacapi. Uno fra tutti: ci piove dentro. A denunciare il disservizio sono stati i clienti delle Ferrovie dello Stato che oggi, a poco più di dodici ore dal taglio del nastro, si sono recati in stazione per usufruire dell’alta velocità.

Ma una volta varcate le soglie dell’immensa struttura bianca dal design moderno, collocata come un gioiello nel bel mezzo della Pianura padana, gli utenti hanno dovuto riaprire in tutta fretta i propri ombrelli, chiusi all’ingresso, per ripararsi dall’acqua piovana caduta nel pomeriggio e inaspettatamente filtrata in zona binari, attraverso le già celebri onde disegnate dall’architettoSantiago Calatrava. Un imprevisto che ha suscitato più di qualche disagio, tanto che sul web le foto dei passeggeri con gli ombrelli aperti hanno già fatto il giro della Rete e qualcuno si è chiesto come sia possibile che un’opera da 79 milioni di euro, soldi pubblici, appena ultimata, bacino potenziale per due milioni di utenti, presenti un difetto simile.

Secondo Ferrovie dello Stato, però, il disagio è solo temporaneo. “Siamo informati della complicazione che si è verificata oggi, ma rassicuriamo l’utenza: non è dovuto a problemi strutturali – spiega l’ufficio stampa di Fs – i lavori sono per la maggior parte stati ultimati ma come perBologna, anche a Reggio Emilia restano ancora alcune opere da concludere. Per esempio, i vetri e le coperture delle pensiline sono già state collocate ma gli operai stanno terminando tutti quei lavori che servono a rendere completamente impermeabili i soffitti, nello specifico devono finire di sistemare le guarnizioni necessarie a impedire che l’acqua possa filtrare tra il vetro e l’acciaio. L’acquazzone violento di oggi, purtroppo, ha fatto il resto. In breve tempo, comunque, risolveremo il problema”. (fonte: IL FATTO QUOTIDIANO)

Intanto durante l’inaugurazione c’è stato un corteo di manifestanti, indetta dal “Assemblea cittadina NoTav” che ha visto partecipare attivisti del collettivo R60, del centro sociale AQ16, della FAI, ma anche singoli cittadini contrari all’opera, ritenuta inutile e costosa, a fronte dei disservizi che i viaggiatori continuano a sperimentare nei trasporti regionali.

Si tratta di un’opera costata 80 milioni di euro- spiega uno dei membri dell’assemblea- mentre il trasporto pubblico urbano e non, continua a subire forti tagli e a registrare ogni giorno disservizi sempre più gravi che si ripercuotono su i cittadini. La Tav e’ evidentemente un mezzo di spostamento riservato a pochi, esclusivamente a chi se lo puo’ permettere, visti gli elevatissimi costi”.

I dimostranti si sono fatti sentire a suon di pentole battute e slogan di “solidarietà ai compagni della Val Susa”, arrestandosi al cordone di polizia che li seperava dalla stazione dove era in corso l’inaugurazione.

Hanno  scritto a terra con lo spray colorato un gigantesco ‘NO TAV’. (FONTE: http://www.zic.it/)

 

Un commento

  1. 18.06.2013
    EMILIA ROMAGNA
    Mediopadana: il contributo del CRIBA ER

    “È stata inaugurata l’8 giugno a circa 4 km dal centro città, a pochi metri lungo l’autostrada del Sole ed è considerata una parte fondamentale del sistema Alta velocità italiano e una grande opportunità di sviluppo. Stiamo parlando della nuova stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana per cui il CRIBA Emilia-Romagna ho fornito il suo contributo e la sua consulenza in merito alla progettazione degli spazi esterni pertinenti alla stazione stessa, aspetto fondamentale per quanto riguarda l’accessibilità da parte di tutti gli utenti alla struttura.”

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.