Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Consiglio Comunale di Mercoledì 24 Aprile
resoconto_consiglio

Consiglio Comunale di Mercoledì 24 Aprile

Mercoledì sera, nella sede provvisoria del Municipio, presso il Tribunale di Via Castagnoli, si è tenuto il Consiglio Comunale di Aprile; All’ o.d.g. c’erano anche alcuni punti che avremmo dovuto discutere a Marzo; una seduta, quella di mercoledì, che si è protratta fino alle 00.45, con una lunga discussione soprattutto per i punti 8 e 9.

Seduta iniziata alle 21. Assenti Fiumicino, Guerreschi Tagliati e Bartoli (quest’ultimo entrato verso le 23).

Subito si è deciso di discutere il punto 8 e il punto 9 prima degli altri.

8 ) Si andava ad approvare il rendiconto della gestione per l’esercizio 2012. L’assessore Manfredotti ha spiegato che il patto di stabilità è stato rispettato e che il rendiconto è stato influenzato principalmente da 2 eventi: il terremoto e i mancati introiti IMU, in ritardo per i disagi provocati dal sisma. Poi sono cominciati gli interventi delle opposizioni. Noi abbiamo chiesto, per l’ennesima volta, come mai non ci sia da parte l’amministrazione un impegno concreto di risorse per estendere il porta a porta e incentivare la differenziata sul territorio, soprattutto considerando che una legge europea obbligherà la chiusura delle discariche e degli inceneritori entro il 2020; L’assessore Rodolfi ha replicato dicendo che Sabar da quell’orecchio ci sente poco, e che il porta a porta comporterebbe un aumento delle tariffe per i cittadini. Secondo noi con un impegno serio e concreto da parte del Comune in quella direzione, ci si potrebbe sedere intorno ad un tavolo e trovare invece delle soluzioni per superare certi problemi, ricordiamoci che in molti comuni il porta a porta funziona benissimo.

Alla domanda di Comunale sugli introiti della Notte Rosa e Notte Bianca, c’è stato un momento di tensione tra Bartoli e Manfredotti; Si è capito che tra i due assessori non ci sono sicuramente buoni rapporti (forse a Manfredotti, che si trova a dover far quadrare un bilancio con sempre meno risorse, non piacciono le continue spese – vedi So.Va, mostre, convegni, ecc.. – che riguardano l’assessorato alla cultura?) e che il Comune, oltre a elargire ingenti contributi alle associazioni che  organizzano le manifestazioni, spesso lascia a quest’ultime anche gli incassi dell’occupazione del suolo pubblico da parte delle bancarelle. Altro botta e risposta piuttosto acceso tra la consigliera Verona e l’Assessore Rodolfi, sulla viabilità “selvaggia” in centro storico e sugli edifici danneggiati dal sisma ancora da ripristinare.

Rendiconto approvato con i voti favorevoli della maggioranza, contrari noi e tutta l’opposizione.

9)Qui si discuteva dell’approvazione della governance e il nuovo statuto di IREN s.p.a.; Nella nuova governance ci sono senza dubbio elementi positivi: riduzione degli stipendi del direttivo (anche se le cifre sono comunque altissime, da 500.000€ circa a 300.000€ circa per il presidente), maggiore presenza sul territorio, maggior coesione degli organi dirigenziali; Il Consiglio Comunale però deve valutare quello che comporterà il cambio governance per il nostro Comune; e con i pochi elementi che si hanno in mano è veramente difficile fare una valutazione precisa: non c’è ancora una rosa di nomi tra i quali si sceglieranno i dirigenti e, soprattutto, non c’è nulla che si riferisca al piano industriale futuro; Come al solito ci siamo trovati a votare per rispettare una scadenza decisa da altri.

Per questo ci siamo astenuti dalla votazione, approvata con 9 voti favorevoli (alcuni della maggioranza e del gruppo Guastalla Bene Comune, 5 astenuti (Noi, Manfredotti, Gaioni, Bonazzi e De Lorenzi) e 3 contrari (Comunale, Alfieri e Masini)

4) Sulla situazione del Teatro non ci sono certezze. L’assessore Rodolfi ha dichiarato che a Giugno sarà inserita a bilancio la somma necessaria per sistemare lo stabile, ma sulla tempistica non si sa nulla, sperano di renderlo agibile almeno per l’inizio della prossima stagione teatrale.

5) Il Comune di Guastalla, nell’ottobre 2010, ha affidato il servizio di riscossione dell’imposta di pubblicità e affissione alla ditta DI.GE.P di Pisa; ditta alla quale il Comune ha in seguito revocato la concessione del servizio, nel Maggio 2012, dopo che è risultata inadempiente nei confronti del Comune stesso per un importo totale di circa 110.000€. L’assessore Manfredotti ha elencato tutte le procedure messe in atto dall’amministrazione per recuperare l’importo, che però probabilmente sarà inesigibile, dato che la ditta ha dichiarato fallimento (in caso di fallimento i Comuni non sono soggetti privilegiati nelle procedure di riscossione del credito). All’assessore si contesta, non tanto errori nelle procedure messe in atto, quanto aver aspettato troppo per attuarle. Infatti la ditta avrebbe dovuto pagare le somme dovute ogni 3 mesi, e visto che non ha mai versato nulla, qualcuno avrebbe dovuto muoversi prima di accumulare un simile credito;

6) La mozione non è stata discussa per l’assenza del Consigliere Guerreschi;

7) Approvato all’unanimità l’o.d.g. in discussione. Siamo molto soddisfatti del risultato del voto, anche il Comune di Guastalla si è dichiarato contrario ad una pratica tanto inutile quanto pericolosa;

10, 12) Approvati all’unanimità i restanti punti all’od.g. ;

11) Il punto 11 è stato ritirato e rinviato a data da destinarsi, perchè i Sindaci dei vari Comuni interessati hanno fissato un altro incontro per discutere meglio della convenzione che si doveva approvare;

Ancora una volta ci dispiace aver assistito ad alcuni atteggiamenti offensivi ed interventi parecchio sopra le righe, e ancora una volta abbiamo capito, purtroppo, perché l’amministrazione non abbia voluto le telecamere in Consiglio; Speriamo che, almeno nell’ultimo anno di legislatura, alcuni dei nostri dipendenti si ricordino che sedere in Consiglio Comunale, dove si prendono decisioni per migliorare la situazione di Guastalla e dei suoi cittadini, è una responsabilità da onorare con serietà.

 

 

 

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.