Home / Cultura / Proroga del Bando “Vecchi mestieri per giovani imprese”
VecchiMestieriGiovaniImprese

Proroga del Bando “Vecchi mestieri per giovani imprese”

Le Province di Reggio Emilia, Parma, e Piacenza e gli Enti di formazione ECIPAR e FORM-ART , hanno deciso di prorogare la scadenza del Bando “Vecchi mestieri per giovani imprese” al 28 marzo 2013, una possibilità per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro e un’opportunità di conservare le preziose conoscenze del nostro paese.

C’è ancora tempo per i giovani tra i 25 e i 30 anni che volessero partecipare al progetto promosso dalla Provincia “Vecchi mestieri per giovani imprese”: ci sono infatti ancora alcuni posti disponibili, pertanto la scadenza è stata spostata al prossimo 28 marzo.

Il progetto si propone di formare e accompagnare i giovani, sostenendo le loro idee imprenditoriali artigiane, recuperando, perché no, quelli che vengono definiti i “vecchi mestieri” di una volta.
L’iniziativa non si limita però a mettere a disposizione percorsi di formazione, bensì l’obiettivo è quello di accompagnare questi giovani nella creazione di un’attività loro.
Gli unici requisiti per poter partecipare sono: un’età compresa tra i 25 e i 30 anni, essere al momento senza lavoro e avere la residenza o il domicilio in una delle tre province interessate dall’iniziativa (Parma o Piacenza, oltre Reggio Emilia).
Sono i giovani dunque ad essere al centro di questo progetto, che da soli o insieme agli amici possono partecipare al bando. Attraverso la collaborazione degli enti di formazione Ecipar e Formart, sarà poi possibile acquisire le conoscenze e le competenze necessarie a recuperare vecchi mestieri artigianali, con la carica di innovazione che solo le idee dei giovani sono in grado di apportare. “La disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli allarmanti anche nel nostro territorio, su 27 mila disoccupati, il 17 per cento sono giovani. Perciò ogni azione in grado di offrire delle opportunità ai nostri ragazzi è importante – sottolinea l’assessore all’Istruzione e Formazione professionale Ilenia Malavasi – L’invito è a farsi avanti, anche affinché l’immenso patrimonio delle piccole imprese artigianali non vada perduto, bensì possa innovarsi attraverso il pensiero delle nuove generazioni”.

Un modo dunque per contribuire al contrasto della disoccupazione giovanile, ma anche per favorire la conservazione di attività artigianali, che in un mercato globale possono rivelarsi vincenti, dal momento che la ricerca dell’unicità di alcuni prodotti e dei processi con cui vengono realizzati rappresenta comunque una buona fetta di mercato su cui il nostro territorio può ancora puntare, con un know-how davvero competitivo.

Ci sarà tempo fino al prossimo 28 marzo per partecipare al bando.

Informazioni dettagliate sono disponibili sul sito della Provincia www.provincia.re.it oppure è possibile telefonare al numero 0522.444 863-864 (servizio Programmazione scolastica).

Per il testo del bando vedi QUA.

Locandina “Vecchi Mestieri per Giovani Imprese”

Fonte: www.provincia.re.it

 

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.