Home / Ambiente / Campionato Cartoniadi 2012
1cartoniadi2011

Campionato Cartoniadi 2012

Quattro settimane di gara per stabilire quale tra le città di Parma, Piacenza e Reggio Emilia conquisterà il podio delle Cartoniadi, il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone.

Durante il mese di novembre i tre Comuni, per un totale di oltre 460.000 cittadini, si contenderanno il titolo di “campione del riciclo” e i 30.000 euro messi a disposizione da Comieco, Consorzio Nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica.

L’obiettivo è chiaro: migliorare le quantità e la qualità della raccolta differenziata di carta e cartone. L’iniziativa – che dal 2004 ha già coinvolto milioni di italiani – ha lo scopo di valorizzare l’impegno e la sensibilità delle famiglie verso la raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone, ed è organizzata da Comieco, dai tre Comuni in gara (Parma, Piacenza e Reggio Emilia) e dal gestore del servizio di raccolta, Iren Emilia.

Il premio di 30.000 euro messo in palio dal Consorzio se lo aggiudicherà il Comune che riuscirà a far registrare il maggiore incremento durante il periodo di gara (novembre 2012) rispetto alla media rilevata nel periodo tra gennaio e settembre 2012. Altro elemento di valutazione importantissimo sarà la qualità della raccolta. Come utilizzare il montepremi in caso di vincita, i Comuni lo hanno già stabilito: a Parma verrà investito nella progettazione e realizzazione di percorsi didattici laboratoriali di carattere ambientale per bambini e ragazzi dagli 0 ai 14 anni, da realizzare in spazi qualificati e attrezzati.

“Le Cartoniadi consentiranno a tutti i cittadini di Parma, Piacenza e Reggio Emilia di contribuire con un gesto concreto ad aumentare e migliorare quantità e qualità della raccolta differenziata di carta e cartone.” – afferma Piero Attoma, Vice Presidente Comieco.- “Con le Cartoniadi puntiamo infatti a far crescere questi risultati, forti anche del successo registrato nelle edizioni precedenti svolte in altri Comuni italiani. Considerando i primi nove mesi dell’anno, ogni cittadino di Parma ha mediamente avviato a riciclo 70 kg/ab-anno di carta e cartone, un risultato importante che può e deve essere ancora migliorato. Queste Cartoniadi sono l’occasione giusta.”

“Abbiamo aderito con molto piacere alle Cartoniadi, supportando con il nostro lavoro questa sfida – dichiara Eugenio Bertolini, Direttore Generale di Iren Emilia – . Iren Emilia è da tempo impegnata per incentivare la raccolta differenziata della carta e del cartone con diversi progetti rivolti ai cittadini e al mondo scolastico. Nel territorio parmense da anni organizziamo visite guidate per gli studenti alle piattaforme dove avviene il riciclo della carta e del cartone recuperati in ambito locale. Le Cartoniadi saranno una nuova occasione non solo per fare crescere la quantità di carta e cartone raccolto, ma per richiamare sempre più l’attenzione sulla qualità dei materiali conferiti.”

“Mettersi in gioco – precisa l’assessore all’ambiente del Comune di Parma Gabriele Folli – vuol dire spesso migliorare. Credo che la competizione su un argomento come la raccolta differenziata, con particolare riferimento al cartone, sia utile per tutti: per imparare, sensibilizzare la cittadinanza ed accrescere le nostre competenze in merito a questo argomento, che rappresenta una sfida globale per il nostro futuro. Un invito, quindi, a partecipare con passione ad un’iniziativa pienamente condivisa dall’Amministrazione. C’è bisogno dell’apporto di tutti per vincere!”

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma ha contribuito alla realizzazione del progetto Cartoniadi 2012 attraverso la produzione di un video e l’organizzazione di una giornata dedicata all’evento, denominata: “Cartadanza”: installazioni artistiche e suggestive performance di danza e musica messa in scena nella Galleria San Ludovico.

“L’indubbio valore ambientale del progetto Cartoniadi 2012 – ha spiegato l’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris – ci ha spinti a collaborare con l’Assessorato all’Ambiente promuovendo un’iniziativa culturale che, attraverso il coinvolgimento di artisti vari e la produzione di un video realizzato dal Settore Cultura del Comune di Parma, sensibilizzi la cittadinanza sull’importanza della raccolta differenziata di carta e cartone. Nel ringraziare tutte le realtà che hanno voluto portare il loro contributo all’iniziativa, voglio sottolineare il valore della creatività propria dell’arte che trasmette contenuti fondamentali per il nostro quotidiano”.

Affinché tutti possano contribuire a far vincere il proprio quartiere ecco le regole del buon riciclo. Poche e semplici:
1.    Selezionare correttamente carta e cartone togliendo nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici (ad es. il sacchetto in cellophane che avvolge le riviste);
2.    Appiattire le scatole e comprimere gli scatoloni per ridurre gli imballi grandi in piccoli pezzi;
3.    Non abbandonare fuori dai contenitori carta e cartone;
4.    Non buttare la carta insieme al sacchetto di plastica usato per trasportarla fino al contenitore;
5.    Non mettere nella raccolta differenziata gli imballaggi con residui di cibo o terra perché generano cattivi odori, problemi igienico sanitari e contaminano la carta riciclabile;
6.    Non conferire nella differenziata i fazzoletti di carta usati: sono quasi tutti anti-spappolo e quindi difficili da riciclare;
7.    Non buttare gli scontrini con la carta: i più comuni sono fatti con carte termiche i cui componenti reagiscono al calore generando problemi nelle fasi del riciclo;
8.    La carta oleata (es. carta per affettati, formaggi e focacce) non è riciclabile;
9.    Non gettare nella raccolta differenziata la carta sporca di sostanze velenose (es. vernici, solventi etc.) perché contamina la carta riciclata;
10.       Seguire sempre le istruzioni del Comune per fare correttamente la raccolta differenziata

TANTI GLI ERRORI ANCORA COMMESSI QUANDO SI DIFFERENZIANO CARTA E CARTONE
Da uno studio Ipsos-Comieco emerge che 1 italiano su 2 getta nella differenziata gli scontrini, mentre il 27% degli intervistati, sbagliando, manda alla differenziata la carta sporca di cibo (31% nel 2009), i giornali ancora avvolti nel cellophane (25%) e i fazzoletti di carta (17%). Piccoli errori che, se opportunamente modificati, garantirebbero comunque un incremento della qualità della raccolta. Strategico, insomma, appare il ruolo di iniziative come le Cartoniadi per lanciare messaggi chiari ai cittadini e migliorare così il processo di differenziazione di carta e cartone, contribuendo positivamente al miglioramento della qualità della vita di tutto il Paese (basti pensare che dal 1999 al 2011, grazie alla raccolta differenziata di carta e cartone, è stata evitata l’apertura di 248 nuove discariche, di cui 26 solo nel 2011).

Comieco è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a base Cellulosica. Il Consorzio ha come compito istituzionale il raggiungimento degli obiettivi di riciclo fissati dalla normativa comunitaria e recepiti dalla legislazione nazionale. A Comieco aderiscono circa 3.400 imprese della filiera cartaria dell’imballaggio. Per realizzare questi obiettivi il Consorzio ha sottoscritto convenzioni sulla raccolta differenziata che coinvolgono l’80% dei Comuni e oltre 52 milioni di Italiani

CARTONIADI DI PARMA, PIACENZA E REGGIO EMILIA
Mercoledì 31 ottobre
alla Galleria San Ludovico appuntamento con CARTADANZA
Il progetto vedrà coinvolti i Comuni di Parma, Piacenza e Reggio Emilia, dal 5
novembre al 1° dicembre, in una gara di raccolta differenziata di carta e cartone.

Vai al sito

CARTONIADI

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.