Home / Eventi / Orrore, premiati “i boia” dell’Europa: un Nobel da rifiutare?
colombapace

Orrore, premiati “i boia” dell’Europa: un Nobel da rifiutare?

Accadde nel 1976: Non venne assegnato il Nobel per la Pace. Nessuno è stato ritenuto degno del riconoscimento.
Non è sempre obbligatorio assegnarlo perché è una ricorrenza. Forse quest’anno si poteva fare come il 1976?

Di fronte a una notizia come quella che proviene da Oslo si resta sgomenti: servirebbe una mobilitazione internazionale per rifiutare il Nobel per la Pace incredibilmente assegnato alla tecnocrazia-fantasma che, abusando dei diritti dei popoli europei, governa il continente senz’ombra di democrazia e ormai lo affama in modo spietato, a colpi di diktat scellerati e sordi a ogni voce di protesta. Per come è attualmente costituita, l’Unione Europea – dominata da un direttorio di non-eletti, la famigerata Commissione – si configura come una struttura di potere arcaica, di natura imperiale e pre-moderna, nemica del diritto e delle libere Costituzioni degli Stati democratici sorti dall’immane lotta contro il nazifascismo tra le macerie del vecchio continente alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Grecia, Spagna, Italia: lo stillicidio quotidiano dei tagli alla spesa sociale viene imposto da un potere anonimo e remoto, che nessun cittadino Van Rompuy, l'oscura sfinge di Bruxelleseuropeo ha mai legittimato né tantomeno autorizzato a demolire dalle fondamenta l’economia reale, il welfare, la sicurezza sociale dei lavoratori e degli anziani, il futuro dei giovani. La clamorosa confisca delle sovranità nazionali sancita dal Trattato di Maastricht si è consumata in modo quasi clandestino, sotto la protezione mediatica del trionfalismo europeistico: l’inizio della fine delle libertà democratiche conquistate con il sangue è stato contrabbandato come un orizzonte di pace e prosperità, mentre – dietro la cortina delle mistificazioni ufficiali – prendeva vita il disegno economicida dell’euro, concepito per privare gli Stati democratici della loro stessa ragion d’essere, la libertà costituzionale di disporre della propria spesa pubblica in base al patto elettorale sancito coi cittadini.

Proprio mentre da più parti si levano voci che chiedono una revisione integrale dell’Unione Europea in senso democratico, per metter fine ad un arbitrio inaudito che fa dell’attuale Europa una sorta di mostro giuridico unico al mondo, il comitato di Oslo decide di attribuire il Nobel per la Pace a Bruxelles, la capitale-ombra che sta promuovendo una guerra civile rovinosa, senza precedenti, destinata a precipitare i popoli europei sull’orlo della catastrofe, in ossequio ai voleri dell’onnipotente élite mondiale messa alle corde dal fallimento della globalizzazione, dal tramonto dello sviluppo, dall’eclissi della crescita infinita come motore inesauribile del sistema capitalistico industriale. Giordano Bruno fu bruciato vivo perché aveva osato sostenere che l’universo è infinito. Almeno, a nessuno venne in mente di dare un premio al boia.

http://www.libreidee.org/2012/10/orrore-premiati-i-boia-delleuropa-un-nobel-da-rifiutare

 

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.