Home / Economia / Cooperativa Muratori Reggiolo, 50 soci “all’attacco”
newsreggio_imgbig_474955832

Cooperativa Muratori Reggiolo, 50 soci “all’attacco”

REGGIOLO. Si alza e di molto la “temperatura” sul dissesto della Cooperativa Muratori Reggiolo (Cmr): una cinquantina di soci prestatori si sono già rivolti al Codacons non solo per appoggiare l’esposto sulla vicenda che l’associazione dei consumatori vuole presentare in procura per chiedere verifiche sulla vicenda in ottica di eventuali responsabilità penali, ma soprattutto questi creditori vogliono essere tutelati dall’ente in vista di un’azione civile di risarcimento-danni.

E nel giro di due settimane verrà organizzata dal Codacons un’assemblea a Reggiolo per valutare le prime “mosse”, anche se alcuni soci hanno già inviato ad alcune banche delle raccomandate per avere delucidazioni sulle cambiali finanziarie. «Non è possibile – rimarca, sul punto, l’avvocato Bruno Barbieri che è vicepresidente nazionale del Codacons – che ancora oggi non sia stato chiarito il segreto sulla mancanza di garanzie su alcune cambiali finanziarie, mentre altre sembra che siano state onorate da istituti di credito che avevano dato la garanzia sul pagamento delle medesime». Dubbi di Codacons anche sull’annuncio dato più volte da Legacoop sulla restituzione del 50% del prestito sociale. «A distanza di mesi mancano impegni precisi scritti – prosegue l’avvocato Barbieri – e il timore è che gli impegni vengano presi solo a parole a pochi mesi dalla prossima tornata elettorale». Intanto ieri – in tribunale – sono stati depositati (dai commissari giudiziali Anna Spaggiari e Federica Lenzini) i risultati definitivi riguardanti il voto dei creditori chirografari che, come ha anticipato la Gazzetta, hanno dato parere favorevole affinché la proposta di concordato preventivo per la Cmr vada avanti. I dati conclusivi parlano di un 68,17% dei creditori chirografari (suddivisi in tre classi) che hanno votato “sì”: nella prima classe (composta da creditori per prestito-soci confluiti in libretti o cambiali, a cui verrà riconosciuto il 67,16% di risarcimento) il voto a favore ha raggiunto il 90,71%, nella seconda (che fa capo alle società “satellite” Ccfs e alla Cmr industriale, con il 52,79% di proposta risarcitoria) è stata raggiunta l’unanimità favorevole (100%), mentre nella terza (fornitori e banche, con il 59,73% di risarcimento) il 59,36% è risultato d’accordo. I contrari sono stati lo 0,53% ed è da questo lato che potranno partire le opposizioni al concordato preventivo nell’udienza di omologazione che dovrebbe tenersi fra 2-3 mesi.

Occorre «capire se i creditori di vario genere saranno in qualche modo tutelati e se gli atti compiuti dalla Cooperazione, conseguenti a questa triste vicenda, sono coerenti con quanto affermato dal presidente nazionale di Legacoop che, venuto a Reggio Emilia dopo pochi giorni dallo scoppio della vicenda, affermò, con grande determinazione, che la cooperazione reggiana doveva “cambiare, cambiare, cambiare”».

Fonte: Gazzetta di Reggio

 

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.