Home / Ambiente / I lavori da fare nell’orto nel mese di Ottobre
autunno

I lavori da fare nell’orto nel mese di Ottobre

Che impegno lavorare la terra nei primi mesi autunnali. Bisogna ripulire per bene l’orto da tutte le coltivazioni estive ormai finite. Estirpare le piante, vangare il terreno, concimarlo con buon humus e procedere con la semina delle nuove piantine.

A Ottobre si possono seminare bietole, lattughe, ravanelli, radicchio, cime di rapa, piselli, prezzemolo, rucola, fave, spinaci, carote. In questo mese si possono trapiantare anche i bulbi di aglio e cipolla. Il consiglio è di piantarli con la loro tunica a circa 8/10 cm di profondità e con la punta rivolta verso l’alto. La temperatura è ancora mite, ma non lo sarà per molto. Premunitevi di un telo in cellophan per riparare le vostre piantine. E sostituite i teli troppo opachi, hanno fatto il loro tempo.

Considerate sempre che non tutte le varietà crescono in tutti gli ambienti, molte colture subiscono l’influenza del clima e dell’esposizione. Imparate a conoscere l’esatta posizione del vostro orto e leggete molti libri che parlano di coltivazioni di varietà autoctone. Magari avete la fortuna di trovarvi in un posto adatto per coltivare una varietà rara. Pensate alle famoselenticchie di Pantelleria, dal gusto unico e irripetibile. Trapiantare questo legume altrove non produrrà mai lo stesso sapore.

Per chi ha un terreno a vigneto, Ottobre corrisponde al periodo della vendemmia. Occorre attrezzarsi ben bene per raccogliere l’uva senza rovinarla. Nei vigneti di Donna Fugata, nel ragusano, la vendemmia si celebra la notte. Per cinque notti si raccolgono le uve Chardonnay, in un’atmosfera dal tocco quasi magico. Chi segue il calendario lunare associa le operazioni di vendemmia agli ultimi 3 giorni della luna calante a cui seguirà la delicata fase della fermentazione del mosto. Così dopo un’intensa attività di lavorazione naturale il vino sarà pronto per l’imbottigliamento e il riposo in cantina.

In questo periodo controllate il vostro terreno. Magari è infestato o ha preso alcuni funghi che possono rovinarvi il raccolto. Procedete con degli antiparassitari ricordandovi che ne esistono anche di biologici come ilmacerato di ortica. Spruzzato sulle foglie può contrastare gli afidi su piante di zucchina o di cavoli. Si prendono circa 50 piantine di ortica e si mettono a mollo nell’acqua. Dopo 5 giorni l’ortica macerata viene filtrata e poi spruzzata sulle piante. Non uccide gli insetti ma li allontana per qualche giorno. Va quindi dato varie volte. Il consiglio è di spruzzare il macerato di ortiche la sera per evitare di bruciare le piante nelle ore più calde della giornata.

fonte: http://www.tuttogreen.it/

 

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.