Home / Documenti / Sisma. Il Comune di Guastalla ha fatto tutto quello che doveva fare?

Sisma. Il Comune di Guastalla ha fatto tutto quello che doveva fare?

C’è stato segnalato, qualche tempo fa, che il comune non ha ottemperato a tutti gli obblighi a cui era tenuto in merito al sisma.

In particolare, secondo l’ordinanza 3 della protezione civile del 2 Giugno 2012, il comune doveva fornire i pasti ai cittadini sfollati dalle proprie case. Coloro dunque che, avendo la casa inagibile, non potevano cucinarsi un piatto di pasta.

Inoltre sembra che le tensostrutture per dormire fossero disponibili solamente di giorno, pertanto chi aveva la casa inagibile e faceva i turni di notte, non aveva dove poter riposare (ma pensa te, oltre ad essere terremotati, casa inagibile, dover andare a lavorare facendo i turni, e nemmeno riposare di giorno!).

Ora, passata l’emergenza delle prime settimane, intendiamo sapere perchè il comune non ha fornito i pasti e quali sono i motivi di questo comportamento.

Quando un cittadino non rispetta la legge viene sanzionato.
E nel caso in cui fosse un ente a non rispettare la legge? Come può difendersi un cittadino?

Qua l’interrogazione presentata oggi stesso.

Se avete segnalazioni ricordo che da pochi giorni è presente la sezione apposta!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.