Home / Ambiente / Segnalazioni inadeguate, bagnanti a rischio!
Allegato 3

Segnalazioni inadeguate, bagnanti a rischio!

Emilia Romagna 5 Stelle: In Riviera, spesso, i cartelli che dovrebbero segnalare le aree non balneabili sono pressoché invisibili, quando non del tutto assenti o abbattuti. E sul sito web di Arpa, dove dovrebbe comparire una bandiera rossa di divieto, non c’è nulla. Abbiamo individuato alcuni casi-simbolo, che abbiamo riportato nell’interrogazione regionale depositata oggi, ma la situazione è diffusa. Ricordiamo che è competenza regionale aggiornare l’elenco delle acque balneabili, informare il pubblico e cercare di mitigare l’effetto degli scarichi da cui, comunque, va mantenuta la distanza di sicurezza: la legge dice infatti che ‘La balneazione è VIETATA entro 50 metri dalle tubazioni e dalle condotte di prelievo/scarico di acqua di mare opportunamente segnalate da appositi cartelli posizionati a cura del concessionario delle condotte, nonché dalle foci di corpi idrici superficiali’. Nel nostro lavoro di documentazione abbiamo ampiamente provato che le ‘opportune segnalazioni’ non sono sufficienti, e i bagnanti sono a rischio. Visto che delimitare le zone vietate e apporre i cartelli, invece, è compito dei singoli Comuni, noi abbiamo chiesto alla Regione che inviti le amministrazioni a rispettare la legge, con segnalazioni adeguate e, dal canto suo, provveda ad aggiornare il sito internet dell’ARPA.>

LEGGI LA NOSTRA INTERROGAZIONE [SOTTO: Il sito web di ARPA, dove non ci sono bandierine rosse…]

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.