Home / Alza la voce / Alza la voce! Le vostre segnalazioni

Alza la voce! Le vostre segnalazioni

Viste le ricorrenti segnalazioni che ci arrivano a mezzo mail abbiamo deciso di aprire una rubrica specifica dal titolo “Alza la voce”. In questa sezione del nostro blog pubblicheremo le vostre segnalazioni con un occhio di riguardo a quelle inerenti il nostro Comune di Guastalla. Disservizi? Ingiustizie? Consigli? Lamentele? ecc. ecc.
Nello specifico potrete segnalarci se vorrete citato il vostro nome (o email) nel messaggio oppure invece rimanere anonimi.

Se vorrete quindi “Alzare la Voce” e diventare “Cittadini Attivi” non vi resta che utilizzare il nostro modulo d’invio cliccando QUI. Oppure cliccando sul link specifico sotto il banner qui a destra.

4 commenti

  1. molto esauriente ..grazie e buon lavoro continuate cosi’

  2. http://notizie.it.msn.com/fotostory/foto.aspx?cp-documentid=250904968 da non molto sono simpatizzante…..ditemi che non e’ vero

    • Repubblica fa “scandalo” da prima pagina nazionale per poco piu’ di 200 euro al mese per comunicazione istituzionale in una tv locale di Bologna (legge 150/2000 regolarmente rendicontata online sul sito del gruppo M5S in Regione, i problemi semmai li ha la testata giornalistica che non specificava la dizione “comunicazione istituzionale a pagamento” non chi ha regolarmente pagato la comunicazione istituzionale e lo ha reso noto online), ma non mette in prima pagina nazionale nè la seduta straordinaria di oggi su Vasco Errani indagato e nemmeno lo scandalo del Piano Finanziario dell’Inceneritore Iren di Parma che farà pagare 168 euro tonnellata (quasi il doppio che altre città) di cui pure il sito di Repubblica Parma ha parlato. (pensiero di Matteo Incerti che ho riportato perché non potevo esprimere meglio il mio di pensiero).
      Inoltro anche la risposta del Consigliere Giovanni Favia
      http://bologna.repubblica.it/cronaca/2012/08/14/news/favia_s_compriamo_spazi_in_tv_per_non_essere_censurati-40916807/
      Allego inoltre il video della partecipazione alla tv locale per dire quello che le tv nazionali non accennano anzi omettono.
      http://www.youtube.com/watch?v=PHZBAgOzDHM
      Riporto inoltre il commento fb di Giovanni Favia:
      IL concetto è lo stesso della par condicio. Tutte le forze politiche partecipano in diretta ad una trasmissione per informare i cittadini dell’Emilia Romagna sui lavori del consiglio regionale, (bisognerebbe capire perchè l’editore non fa pagare il solo PD) i cittadini fanno domande chiamando in diretta, non ci sono filtri. Repubblica invece fa intendere che si comprino i giornalisti a favore di chi paga (prima scorettezza). E’ l’unico spazio in tv in cui possiamo raccontare senza censura le porcate della giunta, che controlla gran parte dell’informazione. Per pagare questi spazi, previsti dalla legge 150 del 2000 c’è una specifica voce nel bilancio dei gruppi. Per noi sono 200 euro al mese, Lo scopo è informare e visto che sono soldi pubblici io mi preoccupo di ottenere il massimo rapporto costi benefici. 200 euro per raggiungere quel bacino di persone (che è una regione non un comune), anche paragonati a dei volantini (con i costi della relativa stampa) è sicuramente più efficace. Sul nostro sito è da due anni pubblicato utilizzo e cifra, siamo gli unici. Il problema è che noi li utilizziamo per parlare in primo luogo del consiglio regionale. Per altri partiti, avendo i bilanci segreti, non è dato sapere.
      http://www.emiliaromagna5stelle.it/
      A disposizione. Elisa

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.