Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Consiglio Comunale del 29 Giugno. Il contribuente guastallese tira la cinghia. Il comune invece no.‏

Consiglio Comunale del 29 Giugno. Il contribuente guastallese tira la cinghia. Il comune invece no.‏


Consiglio comunale a Guastalla
 tenutosi all’aula Falcone del Tribunale di Guastalla (municipio inagibile) Venerdì 29 Giugno. 

Fissata alle 20:30, ma non è iniziata prima delle 21 con la canonica mezz’ora di ritardo della maggioranza.

Assenti: Fiumicino, Comunale, Villani a sinistra e Gaioni a destra.

Soprassediamo sul fatto che le mozioni delle minoranze presentate a Maggio non sono state inserite all’ordine del giorno di ieri sera (contrariamente alle disposizioni del Regolamento del Consiglio Comunale, come ammesso anche dal Segretario Generale), non tanto per il fatto in sè, ma perchè questa violazione del regolamento non è stata affatto concordata, ma decisa in maniera autoritaria dal Presidente.

Senza contare che, la nostra mozione (non discussa) di rinuncia dei fondi poteva liberare (se votata da tutti) subito10.000 euro per il comune provenienti dai soldi della politica…cosa magari utile nel contesto del voto del bilancio.

Bilancio caratterizzato dal fatto che il 1.600.000 euro di trasferimenti dallo Stato non ci saranno più per il 2012.

E che saranno coperti con 400.000 dall’aliquota irpef (che raddoppia passando da 0,2 di prima a scaglioni che vanno da 0,4 fino a 0,8). In pratica, chi prima faceva parte della classe media, e pagava 50-60 euro di aliquota irpef, si troverà a pagare oltre 130…..
E se raddoppiamo, per i due genitori di una famiglia, vediamo che l’incremento, di fatto, è come una “seconda IMU”.

E 1.200.000 restanti che verranno coperti appunto proprio dall’ IMU con aliquote spesso superiori a quelle definite dal decreto Monti.

E tutto ciò per fare in modo che il bilancio di previsione 2012 resti sostanzialmente invariato rispetto agli anni precedenti: praticamente quasi 17 milioni di entrate. Di poco inferiore agli anni precedenti (uguali ovviamente alle uscite trattandosi di ente pubblico).

Così, mentre tutti i contribuenti fanno sacrifici tra carburanti, utenze, tariffe, aliquota irpef e tarsu che aumentano, imu introdotta ecc….(e stipendi fermi!)

Il comune, invece che dare l’esempio e ridurre il proprio bilancio (magari tagliando qualche eccesso inopportuno in questo momento)….l’amministrazione si arroga il diritto di prelevare dalle tasche ulteriori quattrini per mantenere inalterato il proprio bilancio.

Prelevando sia dal reddito, con l’aliquota irpef, sia sulla prima casa, con l’ IMU, di cui non si può ovviamente fare a meno, e pure con la tassa sui rifiuti aumentata dell’ 8% in quest’anno.

Tra l’altro, se Monti ha fissato l’aliquota IMU sulla prima casa a 0,4 ; a Guastalla questa è stata alzata a 0,49. Quindi un +22% rispetto a quella di Monti.

Sulle seconde case e ulteriori immobili, Monti l’ha fissata a 0,76; a Guastalla questa è stata alzata a 0,86. Quindi per le seconde case aumenta di +13% rispetto a quella di Monti.

Cosa curiosa, è che, invece, per i beni agricoli strumentali, Monti l’ha fissata a 0,2. A Guastalla invece è stata dimezzata, fino a 0,1. Quindi in questo caso una riduzione del -50%.

(qua per un’analisi sulla manovra di Bilancio a Guastalla)

Prendiamo atto della scelta politica di questa amministrazione di aumentare l’aggravio sulla prima casa delle famiglie. A vantaggio dei capannoni degli agricoltori. Sono scelte.

Personalmente, avremmo preferito un peso maggiore sulle seconde case, ed un’alleggerimento per la prima casa (chi ha una seconda casa può permettersi di pagare, anche più di chi ha, magari, appena acceso un mutuo).

In definitiva comunque abbiamo votato contro…Sia per l’eccessivo peso delle tasse, per il fatto che esse alla fine, l’incremento voluto dal comune, grava PIÙ per chi ha la prima casa, e sopratutto, perchè, in tutti i documenti del bilancio preventivo (sia 2012 che di previsione triennale 2012-14) manca una qualunque prospettiva sul nostro comune.

Per ciascuna area non viene espressa nessuna indicazione…non dico di promesse, o di progetti…ma almeno la volontà d’intervento per i prossimi 3 anni.
In questo modo sembra un “tirare a campare”.

Contraria dunque tutta l’opposizione, tranne Guerreschi astenuto. Favorevole solo la maggioranza.

 

Nella progettualità triennale, infatti, non c’è una parola per il lavoro, nè una parola per i giovani. Non si sa se vogliono o meno fare il polo scolastico dell’infanzia, piuttosto che il palazzetto dello sport. E nell’ O.D.G si doveva parlare del bilancio 2012-2014 dei prossimi 3 anni di Guastalla!!!

Non dico che dovevano fare promesse, ma almeno fornire una base della visione in prospettiva della nostra comunità.

Ma in tutti i documenti del bilancio queste cose mancano.

Non manca invece, la volontà del PDL-Lega di continuare a spendere per le giostrine dei parchetti (!!!! incredibile !!!).

 

Non si può dunque votare un’imposizione fiscale così alta, e con questi criteri. Non si può continuare a far sì che gli enti pubblici gravino sulle tasche dei cittadini. Se i sacrifici dobbiamo fare, dobbiamo farli tutti, cittadini, e pubbliche amministrazioni.

 

Per folklore qua sotto ricordo le spese “pazze” degli anni scorsi da questo link.

Qua potete trovare un estratto della diretta twettata ieri sera

 

Anno 2011

1) i 27.000 euro del piano colore…trattasi, tra l’altro, di 2 incarichi assegnati in maniera discutibile.

2) l’aumento di 30.000 euro (+10%) rispetto all’anno precedente dei finanziamenti comunali alle scuole private (ma i bambini non sono aumentati del 10%!!).

3) i 50.000 euro spesi per le giostrine dei parchi comunali (francamente in quest’anno difficile non era il momento…)

4) i 10.000 euro per la società di Padova incaricata (per soli 4 mesi) della promozione dell’attività culturale di Guastalla (forse un po’ troppi per così poco tempo)

5) i 70.000 euro per la mostra di palazzo ducale, somma ingente, soprattutto considerando le entrate del museo, che a bilancio son pari a 0 per l’anno 2011.

6) la rinegoziazione del prestito con la cassa depositi e prestiti che, fa pagare al comune una rata più bassa, ma che complessivamente avrà un costo di 200.000 euro in più di quanto non fosse stabilito in precedenza.

 

Anno 2010

1) i 20.000 euro impegnati per la società Genera. Di cui 10.000 effettivamente spesi per nulla perchè la società è stata sciolta pochi mesi dopo

2) l’aumento di 30.000 euro (+10%) rispetto all’anno precedente dei finanziamenti comunali alle scuole private (aumentano ogni anno rispetto il precedente!!)

3) i 2.000 euro di soldi pubblici girati all’associaizione “APS Guastalla studio e lavoro” utilizzati poi per l’acquisto dei libri dell’associazione Guastallese di Storia e Patria, il cui presidente, “guarda caso”, è stato sempre il solito Assessore alla Cultura Eugenio Bartoli. E sono libri che con il diploma di maturità avevano poco a che fare…
4) i 
5.000 euro per l’impianto di sorveglianza del municipio

5) i 35.000 euro di patrocini onerosi “discutibili” dati ad associazioni

 

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.