Home / Comunicati / Il Presidente del Consiglio Comunale dev’essere autorevole. Non autoritario.

Il Presidente del Consiglio Comunale dev’essere autorevole. Non autoritario.

Il 6 Giugno, come già sapete, abbiamo chiesto formalmente e discretamente la convocazione di una commissione preferibilmente aperta anche alle domande del pubblico per spiegare ai cittadini che cosa sta succedendo riguardo al terremoto e informarli in merito alla situazione del nostro comune (scuole, palazzo ducale, edifici, biblioteca, strade, ecc…).
Riteniamo infatti che l’amministrazione abbia il dovere di fornire ai cittadini le informazioni utili in merito alle situazioni e agli interventi nel nostro territorio comunale direttamente.
Il sindaco ha però risposto che tale riunione ci sarebbe stata ma chiusa, riservata ai soli consiglieri e giunta. Nessun cittadino poteva assistere, nemmeno per ascoltare.

La riunione c’è stata: chiusa e non pubblicizzata.

Ora veniamo a conoscenza che il giorno 29 Giugno ci sarà il Consiglio Comunale, ed arriva ai capigruppo questa mail  del Presidente del Consiglio Fiorani, che indica (per il Consiglio del 29 Giugno):
L’ ordine del giorno sarà esclusivamente riservato al bilancio e agli atti ad esso collegati. Non potranno essere trattati interpellanze e mozioni di altra natura.”
Pertanto nemmeno in quella sede si potrà parlare pubblicamente del terremoto e delle situazioni o iniziative connesse.
Riepilogando:
1) Dato che, inevitabilmente, il 29 Giugno altrimenti si sarebbe finito per parlare pubblicamente (il consiglio comunale è pubblico per definizione) di terremoto, pare che questa mail serva per “tagliare le gambe” ad una qualunque discussione pubblica sul terremoto a Guastalla. Tutto ciò conferma la linea dell’amministrazione che non vuole confrontarsi pubblicamente sull’argomento (e la cosa insospettisce non poco).

2) Non è il presidente del consiglio comunale che può dichiarare l’ordine del giorno del consiglio. Esso è fissato da Regolamento del Consiglio Comunale, e non a discrezione del Presidente del Consiglio! Che tra l’altro non spiega nemmeno PERCHÈ vogliono trattare solo il bilancio.

Se il consiglio comunale decide di discutere di un argomento lo fa, ed il presidente non può far altro che prenderne atto.

Non esiste che il presidente impone di cosa parlare e di cosa NON parlare. Altrimenti in che democrazia vivremmo?
V’immaginate un posto in cui l’opposizione non può nemmeno proporre argomenti di discussione ma solamente attenersi alle discussioni volute dalla maggioranza?
Questa cosa non è in nessun articolo del Regolamento del Consiglio Comunale, e pertanto NON PUÒ IMPORLA UNILATERALMENTE ED IMMOTIVATAMENTE (tant’è che non fa nemmeno riferimento ad alcun articolo del Regolamento che gli permette di farlo. Perchè NON PUÒ FARLO.).
3) Il 29 Maggio si sarebbe dovuto tenere un consiglio comunale (poi rinviato causa terremoto) in cui si doveva votare la rinuncia dei gruppi politici del comune ai loro fondi residui. La proposta che presentammo il 17 di Maggio. Proposta che, se approvata, svincolerebbe da subito 10.000 euro che potrebbero diventare immediatamente disponibili.
Se non si dovessero discutere altri temi oltre il bilancio, anche questo testo si troverebbe a slittare.
4) Già numerose volte abbiamo chiesto all’amministrazione di confrontarsi con la comunità, l’anno scorso, quando proponemmo il “question time del sindaco mensile” (proposta poi bocciata), o quando proponemmo di esporre il bilancio in maniera partecipata (proposta bocciata anch’essa)…e anche questa volta sembra che l’amministrazione voglia evitare un confronto aperto su un tema importante come potrebbe essere il terremoto. PERCHÈ?
Qua la mail con la decisione unilaterale. Chi potrebbe trarre vantaggio dal fatto che il 29 si discuterà SOLO del bilancio?
Aprite gli occhi.
Davide Zanichelli
Guastalla a 5 Stelle

2 commenti

  1. … e siamo in democrazia…
    ed il termine democrazia deriva dal greco δῆμος (démos): popolo e κράτος (cràtos): potere, ed etimologicamente significa GOVERNO DEL POPOLO (wikipedia).

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.