Home / Politica / Bilancio 2012: Con la crisi si può anche tirar la cinghia, ma dove vanno a finire le tasse?
agendaw

Bilancio 2012: Con la crisi si può anche tirar la cinghia, ma dove vanno a finire le tasse?

Tra pochi giorni (Venerdì 29 Giugno) si discuterà il bilancio di previsione 2012 e quello triennale dal 2012-2014 compresi (qua e qua si trovano gli zip arrivati con i documenti).

Al contribuente di Guastalla verranno richiesti sacrifici. Anche dal comune. Sia per l’ IMU introdotta, sia per la modifica dell’aliquota irpef, aumentata.

L’aliquota irpef, prima era di 0,2% e forniva un gettito di circa 400.000 euro l’anno al comune.

Ora, in pratica, partirà da 0,4% sarà scaglionata come l’aliquota irpef e definita così:

Scaglioni reddito

Aliquota

oltre 10.000 e fino a 15.000 euro

0,4 %

oltre 15.000 e fino a 28.000 euro

0,5 %

oltre 28.000 e fino a 55.000 euro

0,6 %

oltre 55.000 e fino a 75.000 euro

0,7 %

oltre 75.000 euro

0,8 %

E prevedono così di RADDOPPIARE il gettito (pagina 1 delle entrate). Fino a oltre 870.000 euro complessivi (notare però che, qua, che hanno dovuto adeguarsi agli scaglioni irpef, si interviene con redditi fino a 75.000 euro, mentre per gli asili, la retta più alta non supera quella dell’ ISEE a 25.000).
E, di fatto, la classe media, si vede quanto meno raddoppiare l’imponibile irpef.

Invece per l’ IMU trovate la tabella qua per le aliquote applicate e le eventuali agevolazioni.
Rispetto alle definizioni del Governo, il comune ha deciso di alzare l’aliquota per praticamente tutti i fabbricati. TRANNE per i soli fabbricati rurali, che si vedono l’aliquota dimezzata.
Ora, però fa pensare che, se il governo ha definito le aliquote base, i comuni possono sceglierle se alzarle o abbassarle. E, al contrario di molte amministrazioni di destra, ha scelto di aumentarla praticamente per tutti, tranne che per i fabbricati rurali. Coerente?

Insomma, il comune alza le tasse. Purtroppo ci si può fare poco. Ma come ha speso il comune i soldi in questi ultimi anni? Riportiamo alcune spese un po’ “pazze” degli ultimi 2 anni:

Anno 2011
1) i 27.000 euro del piano colore…trattasi, tra l’altro, di 2 incarichi assegnati in maniera discutibile.
2) l’aumento di 30.000 euro (+10%) rispetto all’anno precedente dei finanziamenti comunali alle scuole private (ma i bambini non sono aumentati del 10%!!).
3) i 50.000 euro spesi per le giostrine dei parchi comunali (francamente in quest’anno difficile non era il momento…)
4) i 10.000 euro per la società di Padova incaricata (per soli 4 mesi) della promozione dell’attività culturale di Guastalla (forse un po’ troppi per così poco tempo)
5) i 70.000 euro per la mostra di palazzo ducale, somma ingente, soprattutto considerando le entrate del museo, che a bilancio son pari a 0 per l’anno 2011.
6) la rinegoziazione del prestito con la cassa depositi e prestiti che, fa pagare al comune una rata più bassa, ma che complessivamente avrà un costo di 200.000 euro in più di quanto non fosse stabilito in precedenza.
Anno 2010
1) i 20.000 euro impegnati per la società Genera. Di cui 10.000 effettivamente spesi per nulla perchè la società è stata sciolta pochi mesi dopo
2) l’aumento di 30.000 euro (+10%) rispetto all’anno precedente dei finanziamenti comunali alle scuole private (aumentano ogni anno rispetto il precedente!!)
3) i 2.000 euro di soldi pubblici girati all’associaizione “APS Guastalla studio e lavoro” utilizzati poi per l’acquisto dei libri dell’associazione Guastallese di Storia e Patria, il cui presidente, “guarda caso”, è stato sempre il solito Assessore alla Cultura Eugenio Bartoli. E sono libri che con il diploma di maturità avevano poco a che fare…
4) i 5.000 euro per l’impianto di sorveglianza del municipio
5) i 35.000 euro di patrocini onerosi “discutibili” dati ad associazioni
E di fatto è continuata l’estrazione di risorse dalla golena (sabbia e ghiaia) quando il comune percepisce una MISERIA.
Quindi?
Senza contare che, quando analizziamo le indicazioni per le spese per i prossimi 3 anni, a pagina 40 si legge questa frase.
E quindi? dobbiamo ancora pagare le tasse in questo momento per comprare altre giostrine per i parchi oltre i 50.000 euro già spesi l’anno scorso?
Senza contare che, in tutta la relazione triennale, che potete scaricare qua, non c’è 1 parola (dico UNA) nè sulle intenzioni per i giovani, nè per il lavoro, e nè per un’eventuale polo scolastico (data la situazione del Pollicino e della Rondine) e nemmeno per il palazzetto.
Ma per le giostrine, invece sì.
Ora, il 26 Aprile l’assessore al bilancio Manfredotti disse che il bilancio di previsione 2012 doveva essere discusso coi cittadini. Siamo al 27 Giugno, il bilancio 2012 è definito, ma l’incontro non c’è ancora stato. Ci sarà? Le domande delle persone sono tante, specie riguardo all’ IMU….
Secondo voi l’amministrazione convocherà un’assemblea per presentare il bilancio?
Capiamo le difficoltà del momento, dato il terremoto. Ma proprio in questo momento l’amministrazione dovrebbe cercare di pesare il meno possibile sulle tasche del contribuente. O no?
Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.