Home / Guastalla / Elezioni 2009 / Candidato Sindaco / Parma: ecco i primi nomi della squadra di Governo a 5 Stelle
Banner-Voto-Sito

Parma: ecco i primi nomi della squadra di Governo a 5 Stelle

Nello staff del Candidato Sindaco Pizzarotti di Parma ci saranno collaboratori a titolo gratuito. Per la prima la volta nella storia della politica parmigiana, le lobby e le segreterie dei partiti non potranno piazzare amici e parenti sulle poltrone di potere. Il MoVimento 5 Stelle di Parma ha avviato un metodo nuovo di selezione, aperto alle intelligenze individuali e collettive. Per attuarlo abbiamo chiesto aiuto ai cittadini tramite la Rete. Sul nostro sito sono così arrivati oltre 150 curriculum che sono stati analizzati.

Stiamo immaginando la Giunta del futuro, valutando l’organizzazione delle squadre di esperti che lavoreranno insieme per raggiungere gli obiettivi, ascoltare le proposte dei cittadini e metterle in pratica.

Inoltre, abbiamo fatto un piccolo regalo alla città, un gruppo di consiglieri del Sindaco, noti a livello nazionale ed internazionale, che offriranno, gratuitamente, le proprie consulenze.

Parma potrà essere un modello di Comune a cinque stelle, da esempio per le altre amministrazioni, con una nuova visione delle comunità, più in armonia con l’ambiente, con maggiore equità, dove il buon senso sia sovrano e si affermi un nuovo paradigma culturale che ha come asse portante la partecipazione diretta dei cittadini alla vita quotidiana della città.

Avremo almeno tre consiglieri del Sindaco, a titolo completamente gratuito.

Loretta Napoleoni, economista di fama internazionale che collaborerà sul tema dell’economia partecipata. Il professor Maurizio Pallante, noto saggista e divulgatore, che tra l’altro ha contribuito alla redazione del Piano Energetico del Comune di Reggio Emilia, si occuperà di economia ed energia senza sprechi. Il dottor Pierluigi Paoletti, analista finanziario, dal 2008 è presidente nazionale dell’associazione senza scopo di lucro Arcipelago SCEC, che si occupa di ricostruire le economie locali e le comunità sociali attraverso lo strumento dei Buoni locali della Solidarietà ChE Cammina (SCEC) e si occuperà di pianificazione delle attività produttive.

Altri professionisti importanti, sia locali che nazionali, potranno aggiungersi dopo l’esito del voto sui temi quali agricoltura, mobilità sostenibile, sociale, cultura, rifiuti, energie, acqua pubblica e servizi, rapporti con le aziende multiservizi.

Tra loro ha dato la propria disponibilità a collaborare con la Giunta Fabio Salviato, co-fondatore e già presidente di Banca Etica, che sarà incaricato dei rapporti con l’Unione Europea, all’attuazione del programma sui fondi destinati al risparmio ed alle tecnologie rinnovabili.

Tra i possibili assessori spicca il nome di Paolo Berdini, urbanista, uno dei padri dello Stop al consumo del suolo. Per lui, il ruolo di assessore all’Urbanistica ed energia. Berdini è Ingegnere urbanista, svolge attività di progettazione e consulenza per le pubbliche amministrazioni. Dal 1995 al 2000 è stato membro dell’ufficio di programma della Giunta regionale del Lazio. E’ stato segretario generale dell’Istituto nazionale di urbanistica. Ha pubblicato La città senza piano (Roma 1992) e Il Giubileo senza città (Roma, 2000). Dal 2000 è editorialista sui temi urbanistici dell’edizione romana del Corriere della Sera.

Altro nome di prestigio che si è aggiunto alla lista è quello di Raphael Rossi esperto di gestione dei rifiuti, è stato ex presidente dell’ASIA, azienda addetta alla raccolta di rifiuti urbana di Napoli ed ex consigliere e vicepresidente della AMIAT, Azienda Multiservizi Igiene Ambientale Torino. Molto famoso per essere persona di massima esperienza in questo settore e di provata onestà, avendo rifiutato tangenti e avendo denunciato i corruttori quando era alla AMIAT di Torino.

Stiamo inoltre valutando diversi nomi nell’ambito locale e nazionale per quanto riguarda la figura probabilmente più importante in questo momento, l’assessore al Bilancio.

Vista la delicatezza del ruolo, ci stiamo prendendo tutto il tempo necessario per scegliere la persona più adatta tra le tante proposte arrivate. Nulla è improvvisato, superficiale o demagogico in quanto si parla del futuro della nostra città.

Ribadiamo inoltre che totalmente nuova sarà la filosofia di governo di Parma che caratterizzerà una Giunta a 5 Stelle.

Riformeremo lo statuto introducendo il referendum propositivo senza quorum, introdurremo il bilancio partecipato, ci sarà una consulta dei comitati e delle associazioni, organizzeremo sedute aperte del consiglio comunale, tutto verrà trasmesso via web, così come in piazza e via internet ascolteremo le proposte dei cittadini, non ci saranno spartizioni nelle partecipate in base a logiche partitocratiche. I cittadini saranno quindi chiamati in causa direttamente nelle scelte, potranno avanzare loro stessi proposte da mettere in votazione tramite i referendum ed altri strumenti.

Nostro impegno sarà ascoltare le proposte per la città senza guardare se vengono dall’opposizione o dalla maggioranza. Perché le buone idee non hanno “bandiera” si portano avanti condividendo oneri,onori e meriti insieme.

Con il Movimento 5 Stelle al governo di Parma, i cittadini tutti saranno chiamati a partecipare direttamente alla vita della nostra comunità. Insieme verso il futuro.

http://parma5stelle.it/

Non dimenticate che questa sera saremo alle 18 a Budrio, per sostenere Antonio Giacon, e alle 21 a Parma, al fianco di Federico Pizzarotti! Con noi,Giovanni Favia e Beppe Grillo!!!

 

2 commenti

  1. BEPPE GRILLO: Non avete idea di quanta gente ci sia in piazzale della Pace a Parma! 15.000 cittadini che vogliono il meglio per la loro città. Federico Pizzarotti portavoce sindaco per Parma 5 Stelle! #m5sTour

  2. Da Il Fatto Quotidiano:
    “Qui sta succedendo qualcosa che non è mai successo… Questa non è una rivoluzione politica, è una rivoluzione culturale. Siamo riusciti nell’impresa di migliorare gli altri”. Inizia così, Beppe Grillo. Sul palco di piazza della Pace a Parma, a qualcosa come seimila persone. Mai vista tanta gente così, soprattutto a Parma, città che ha vissuto più di un decennio stretta tra l’Unione industriali e il centrodestra. La piccola Parigi emiliana, talvolta descritta come sonnolenta. E sicuramente lo è stata. Almeno fino a quando non è scesa in piazza per cacciare l’ex sindaco Pietro Vignali e la sua giunta, 12 indagati su 13 assessori, un record da guinnes della mala politica. E Grillo lo percepisce bene, appena sale sul palco. La frase chiave, quella che chiude il giro fatto in ottanta serate è “questo non è un comizio, è una adunata cittadina”.

    Il candidato del Pd Vincenzo Bernazzoli dice “che lui ha la possibilità di farsi prestare i soldi per ripianare il debito del Comune: è un pizzo alla rovescia – esclama Grillo – Il Pd dimostra così che non ha una banca che gli dà i prestiti, ma è una banca: dall’avere all’essere. Che il Comune debba chiamare una banca per ripianare il debito è fantascienza, una politica fallimentare”.

    “C’è l’adrenalina. Stiamo facendo qualcosa che capiremo tra 10 anni. Per adesso l’esperienza è intensissima per me e tutti quelli che hanno collaborato a realizzare il grandissimo sogno di mandarli via tutti”, dice con riferimento al successo del M5S alle comunali.

    “La vera novità non sono io, il pifferaio magico, come mi chiamano, sono mesi che mi danno addosso in tutti i talk show….. Fanno talk show senza di me, di noi e sono costretti a parlare del movimento movimento 5 stelle che non va più nei talk show… ed è questa la nostra straordinaria vittoria, far parlare questa gente con una sedia vuota, e’ fantastico….. Il mondo ha detto Grillo, sta cambiando, e non hanno ancora capito. Ci sono tutte le tv del mondo, io sono agitato, non riesco a tenere questo peso da solo”.

    E’ costretto a interrompersi più di una volta, Grillo. Lo sente vicino il profumo della vittoria, capisce che il Movimento ha già raggiunto un traguardo storico. E chiunque governerà comunque anche con Federico Pizzarotti e il Movimento 5 Stelle dovrà fare i conti. Comunque vada.

    Il candidato sindaco del centrosinistra a Parma, Bernazzoli, è un “omino che gira con il nostro programma sottobraccio. Parma è stata amministrata dalla sinistra e dalla destra in passato, chi vince non è importante. Io sono un demagogo, ma lui, Bernazzoli, è un pedagogo. Non si è nemmeno dimesso da presidente della Provincia – ha concluso Grillo -: sa di aver perso e si tiene un lavoretto per la vecchiaia”.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.