Home / Documenti / Mozioni / Guastalla 5 Stelle rinuncia ai fondi residui per i Gruppi Consiliari

Guastalla 5 Stelle rinuncia ai fondi residui per i Gruppi Consiliari

****Aggiornamento del 25 Maggio 2012***

Abbiamo appreso che, oltre a Comunale, del gruppo Misto, anche il gruppo consiliare del PD di Guastalla ha scelto di rinunciare ai propri fondi del gruppo consiliare il 24 Maggio. Ne siamo lieti, anche del fatto che siamo stati presi ad esempio per questo gesto. Speriamo che intendano rinunciare autonomamente anche se il nostro testo non dovesse passare in consiglio.
Ovviamente non è nostra intenzione polemizzare sul fatto che, invece, alla Regione Emilia Romagna, il gruppo del PD regionale si sia espresso, invece, contrario sull’intenzione di destinare i propri rimborsi elettorali (cifra decisamente più ingente).

****Fine aggiornamento****

Il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica ad aver rinunciato ai rimborsi (refurtiva) elettorali, rifiutando più di un milione e mezzo di euro dopo le elezioni regionali di due anni fa.
La lista civica Guastalla 5 Stelle, in questo periodo difficile ed in vista di nuove tasse, vuole dare seguito al concetto anche a livello comunale.
Ha quindi presentato una mozione che mira ad eliminare i fondi residui (pubblici) per il funzionamento dei Gruppi Consiliari e la riduzione degli stessi stanziati per l’anno corrente. Una proposta che, se approvata dal Consiglio Comunale, farà rientrare da SUBITO circa 10.000 euro nelle casse del comune.

Ma indipendentemente dall’esito della mozione qualche soldino rientrerà comunque nelle casse comunali, poichè Guastalla 5 Stelle ha depositato la propria rinuncia di tali fondi per la quota a lei spettante… come dire “FATTI, NON PAROLE!”

Agli italiani vengono chiesti continui sacrifici: aumento dell’età pensionabile, aumento dei costi dei trasporti, aumento dei prezzi dei beni di consumo, dell’iva ed introduzione di nuove tasse.
Una pressione fiscale in continuo aumento che viene dal mondo politico… ed in certi casi purtroppo letale.

Anche il comune di Guastalla quest’anno aumenterà la propria tassazione, in particolar modo con l’introduzione dell’IMU.

Dato che è l’amministrazione pubblica a chiedere sacrifici alle persone, riteniamo che proprio le amministrazioni pubbliche siano le prime a dover dare l’esempio nel momento del sacrificio.

Forse non tutti sanno che, a Guastalla, ogni G0ruppo Consiliare ha a disposizione dei fondi pubblici per la propria attività politica. Sono “fondi per il funzionamento dei gruppi consiliari”. Essi sono proporzionali alla rappresentatività in Consiglio Comunale, nel nostro caso ripartiti secondo il risultato elettorale raggiunto nel 2009. Vanno dai circa 400 euro all’anno dei gruppi più piccoli (come il nostro “Guastalla 5 Stelle”) ai circa 1.800 euro all’anno per il gruppo di maggioranza.

Tipicamente però tali fondi non vengono utilizzati correttamente per il solo funzionamento del Gruppo per la propria attività politica, ma restano fermi 4 anni per esser poi utilizzati in campagna elettorale della consigliatura successiva.
Succede così che Gruppi più grandi dispongono di maggiori risorse (pubbliche) per la promozione elettorale. Soldi che invece sarebbero dovuti servire per il funzionamento politico del Gruppo durante i 5 anni di legislatura (cosa ben diversa dalla propaganda elettorale). Ma la campagna elettorale dovrebbe basarsi sul confronto dei PROGRAMMI e non sulle disponibilità economiche per fini propagandistici.

Da qui la nostra proposta, calendarizzata nel prossimo Consiglio Comunale di Guastalla, dove chiediamo che venga modificato il regolamento del Consiglio Comunale e venga impedito il cumulo di questi fondi da parte dei Gruppi Consiliari ed evitato il reindirizzo strumentalmente di tali fondi pubblici alla campagna elettorale successiva.
In questo modo i gruppi politici guastallesi rinuncerebbero ai loro fondi residui dal 2009 ad oggi, che così tornerebbero nelle disponibilità del comune. E quindi dei cittadini stessi.
Unitamente chiediamo che le disponibilità per i Gruppi Consiliari previste per il 2012, anno delicato, vengano dimezzate rispetto alle normali valorizzazioni.

Se la nostra proposta venisse approvata, il Comune di Guastalla beneficerebbe da subito di circa 10.000 euro.
Basta solo che la politica lo voglia.

La lista civica Guastalla 5 Stelle, però, non chiede soltanto, ma dà l’esempio.
Ancor prima della votazione in consiglio, è stata infatti inoltrata la richiesta da parte del nostro Gruppo Consiliare di rinunciare immediatamente ai fondi residui di nostra spettanza (500 euro) con la speranza che il gesto di rinunciare alle nostre disponibilità si trasformi in esempio per le altre forze politiche. Perchè la Politica, quella vera, alle parole fa corrispondere i fatti.

Quindi anche se il Consiglio Comunale voterà contro alla nostra proposta, Guastalla a 5 stelle rinuncia comunque alla propria quota.
Speriamo che il resto della politica Guastallese abbia il coraggio di fare sacrifici per prima, mentre li chiede ai Guastallesi.

Davide Zanichelli
Gruppo consiliare Guastalla 5 stelle

2 commenti

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.