Home / Politica / Consiglio del 26 Aprile a Guastalla. A tratti ridicolo, triste e incredibile!‏

Consiglio del 26 Aprile a Guastalla. A tratti ridicolo, triste e incredibile!‏

Consiglio iniziato sempre con la “tradizionale” mezz’ora di ritardo. Assenti Fiumicino e Guerreschi al centrosinistra, e Masini dal centrodestra.
Consiglio pieno di punti, dagli 11 dell’ordinario più i 5 del supplettivo.

Dopo i primi punti “canonici” il consiglio inizia con:

4) Interpellanza del consigliere Comunale, nella quale evidenzia diverse “particolarità” dell’associazione SO VA, come il fatto che, cursiosamente, la richiesta dell’uso dei locali pubblici per la realizzazione di un corso di lingua venga approvata immediatamente il giorno successivo e 2 giorni dopo inizi esattamente il corso. Tempi curiosamente troppo rapidi.
Senza contare che l’associazione utilizza, per le sue comunicazioni un “protocollo interno” differente rispetto il protocollo dell’Amministrazione con cui avvengono tutte le comunicazioni.
Alle questioni sollevate l’assessore Bartoli ha risposto all’incirca così: “è tutto a posto tutto legittimo, se qualcuno la pensa diversamente chieda lumi per le vie che ritiene più consone”
Di fatto una criptica “non risposta”, l’aggiungeremo alla collezione…

5) Sulla tutela del lavoro ed il contrasto ai fenomeni delle dimissioni in bianco, è risultata favorevole soltanto l’opposizione più Alfieri (gruppo PDL-Lega-UDC). Contrario tutto il resto della maggioranza.

6) Successivamente abbiamo chiesto “come mai” siamo ormai a fine aprile ma Guastalla non ha ancora fatto il bilancio di previsione per l’anno 2012.

Tutti gli altri anni, il bilancio di previsione veniva votato PRIMA dell’anno in oggetto. Quest’anno non si voterà sicuramente prima di Maggio.
L’assessore ha risposto che ha avuto difficoltà dovute alla variabilità della normativa, ma che, una volta che sarà definito, verrà calendarizzato un incontro con la cittadinanza per presentare il bilancio di previsione 2012.

7.1) Per la modifica dello statuto Unione dei Comuni abbiamo presentato un odg collegato: questo perchè la modifica dello statuto sopprime la figura del difensore civico dell’unione a partire dal 2014.
Ciò che abbiamo proposto è di impegnarsi affinchè la provincia si doti di un difensore civico, e che Guastalla si convenzioni, così come hanno già fatto i comuni delle provincie di Padova, Modena e Cremona (maggiori info qua). La provincia di Reggio già prevede un difensore civico da statuto e da regolamento. Però non ne è mai stato scelto uno. Abbiamo chiesto appunto che la provincia di Reggio si doti, come da suo statuto, di un difensore civico provinciale.
Purtroppo è stata favorevole solo la minoranza mentre la maggioranza al completo ha bocciato il testo.
Per cui, niente difensore civico provinciale.

7.2) Invece, la modifica dello stauto dell’unione è stata approvata con maggioranza qualificata. Astenuti: Comunale, Zanichelli e Alberini.
Noi del movimento ci siamo astenuti perchè crediamo che l’unione abbia bisogno di “avvicinarsi” ai cittadini, che ancora “sentono” troppo poco l’unione. La modifica dello statuto avrebbe dovuto integrare maggiori istituti di partecipazione (approfondimento), ed invece, ha finito per sopprimere il difensore civico.

8 ) Sul rendiconto di gestione del 2011….beh, abbiamo ricordato le varie spese, a nostro avviso, evitabili del 2012.

  a) i 27.000 euro del piano colore…trattasi, tra l’altro, di 2 incarichi assegnati in maniera discutibile.
  b) l’aumento di 30.000 euro (+10%) rispetto all’anno precedente dei finanziamenti comunali alle scuole private (ma i bambini non sono aumentati del 10%!!).
c) i 50.000 euro spesi per le giostrine dei parchi comunali (francamente in quest’anno difficile non era il momento…)
d) i 10.000 euro per la società di Padova incaricata (per soli 4 mesi) della promozione dell’attività culturale di Guastalla (forse un po’ troppi)
d) i 70.000 euro per la mostra di palazzo ducale, somma ingente, soprattutto considerando le entrate del museo, che a bilancio son pari a 0.
e) la rinegoziazione del prestito con la cassa depositi e prestiti che, fa pagare al comune una rata più bassa, ma che complessivamente avrà un costo di 200.000 euro in più.
E tutto questo mentre il nostro comune ha ancora bisogno di un palazzetto dello sport e di un polo scolastico per l’infanzia.
Da notare poi, che la relazione della giunta  dedica ai giovani solo 2 righe…e questo dice tutto, purtroppo.
9) All’ ODG sul rispetto della volontà popolare riguardante l’acqua pubblica ha votato contro l’intera maggioranza. Favorevoli soltanto noi, Comunale e De Lorenzi. Il gruppo del PD, purtroppo s’è astenuto.Dico purtroppo perchè solo pochi mesi fa si vedevano numerosi esponenti del pd girare con la bandiera dell’acqua in tempo di referendum ed ora, quando si chiede il rispetto del voto…non votano a favore.

10) Sull’ordine del giorno contro gli eventi di matrice neo-fascista c’è stata notevole discussione. Alla fine é risultata favorevole solo la minoranza. Astenuti Manfredotti e Alfieri (gruppo PDL-Lega-UDC), e contrario il resto della maggioranza, purtroppo.E dire che abbiamo appena festeggiato 25 Aprile, giorno della liberazione dell’Italia dall’occupazione nazifascista!…

11) Singolare anche la discussione della mozione sul tema del wi-fi, che é stata inizialmente ben accolta dalla maggioranza…sì, ma solo a parole!

L’assessore competente (non tanto competente) ha riferito che sta già provvedendo a interventi contro il digital divide e che quanto proposto dalla mozione in oggetto é già compreso negli interventi previsti, ha inoltre assicurato che entro un mese tali interventi saranno realizzati.
E per concludere la maggioranza ha votato contro!
Com’é possibile votare contro interventi che la giunta stessa sostiene di esser intenzionata a realizzare???
Sola risposta possibile é che abbian votato per “partito preso”, dato che il testo veniva dall’opposizione…il chè rende ardui gli sforzi compiuti per portare avanti un’opposizione costruttiva.

12) Anche il punto 12 è stato fonte di animata discussione, specie in merito alla sfiducia dei cittadini per la politica.

Sfiducia che riteniamo motivata, e pensiamo che debbano essere i politici, in questo caso a dare l’esempio.
Il punto è stato incredibilmente presentato proprio dalla maggioranza….incredibilmente perchè proprio i partiti in parlamento (come Lega PDL UDC) sono quelli che intascano rimborsi elettorali, che candidano persone condannate, che fanno della politica un “triste mestiere”.
Chiaramente non li abbiamo risparmiati.
Perchè è ora di smetterla con la politica fatta solo di parole e di propositi campati al vento.
E’ ora che i partiti rinuncino ai rimborsi elettorali, perchè si può fare, e il movimento già lo fa, e perché già gli italiani così hanno votato!
E’ ora che i partiti smettano di candidare dei condannati, poiché si può benissimo scegliere esponenti tra le persone incensurate. Il movimento infatti NON candida persone condannate.
E’ ora di smetterla coi politici che accumulano cariche come fossero figurine. Il movimento impone 1 sola carica pubblica alla volta.
E’ ora di smetterla coi partiti che predicano bene e razzolano male, gli italiani ne sono stanchi!
Per tutto questo, su un punto di questo tipo, presentato da esponenti di PDL-LEGA-UDC, non potevamo certemente votare a favore.
Perché, ancora una volta, manca la COERENZA tra parole e fatti!
13) Col punto 13 s’è toccato il fondo, perchè la sensazione é stata veramente che la lega volesse attaccare il consigliere Villani, non su base politica, ma sulla sua attività personale.Esattamente come per il punto 14, in cui alla stessa maniera é stato tirato in ballo il coniuge della consigliera Verona.
Ed è triste quando, per divergenze politiche, si attaccano elementi della sfera privata, come il lavoro o gli affetti.
Fortunatamente i punti sono stati ritirati, ma é stata in ogni caso una triste pagina del Consiglio di Guastalla.

15) Infine, il punto su Iren, proposto dai consiglieri del PDL Iafrate e Manfredotti.Che dire, fa specie che OGGI chiedano di ridurre i compensi dei dirigenti IREN.Il vicepresidente Villani (PDL), che è anche consigliere regionale, tra lo stipendio di vicepresidente e quello di consigliere regionale (capogruppo PDL), guadagna complessivamente oltre 200.000 euro.

Forse sarebbe il caso che gli esponenti PDL prima si riducessero lo stipendio, e solo dopo, “professassero” la riduzione dei compensi, altrimenti, se alle affermazioni non seguono i fatti, le parole del PDL son davvero INCREDIBILI.

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.