Home / Ambiente / Guastalla: due giorni di neve ci paralizzano?

Guastalla: due giorni di neve ci paralizzano?

A Guastalla (RE) le scuole sono state chiuse giovedì e venerdì scorso per ordine del Prefetto di Reggio Emilia senza valutare la situazione dei singoli comuni. Per chi non ha internet o non vede le tv locali il disagio è stato doppio. Scoprire la mattina che la scuola era chiusa nonostante le strade fossero pulite e percorribili. E i genitori? Uno dei due ha dovuto prendere due giorni di permesso dal lavoro oppure pagare una baby sitter. E domani? Mobilità sostenibile o società insostenibile?

“Due giorni di neve ci paralizzano. Gli unici collegamenti da un luogo ad un altro che ormai popolano il nostro immaginario sono le strade asfaltate su cui circolano milioni di automobili e tir. Un non equilibrio, che non regge, che ci uccide per lo smog, che ammazza il territorio, che ha cementificato ogni angolo di questo paese.

Le fabbriche funzionano solo se i lavoratori riescono a raggiungerle e questo avviene in auto per la quasi totalità, perchè molti sono pendolari. I negozi hanno merce da vendere solo se i tir riescono ad arrivare dai luoghi lontani dove le merci si coltivano o si producono; e se i tir e le auto si fermano, tutto si blocca, le fabbriche non funzionano e gli scaffali dei negozi sono vuoti. E se i negozi chiudono, i dipendenti stanno a casa.

Le scuole? La quasi totalità dei bambini e dei ragazzi arriva in auto o in corriera, e se le strade sono scivolose e impraticabili per il ghiaccio, i bambini non vanno a scuola. Sono state chiuse le scuole dei paesini; le medie raccolgono utenze da più Comuni; le superiori sono poche e hanno un bacino di utenza grande quanto un quarto di provincia.

La nostra dimensione globale, che ci ha strappato tutto ciò che avevamo vicino, implode alla prima neve. Mobilità insostenibile, ma non solo: società insostenibile. E avete notato come in tv, ora che la crisi ci stanga senza pietà, si comincia a sostituire la parola “recessione” con la parola “decrescita”? Come mai? Potrebbe essere che si vuole dare alla parola decrescita un connotato negativo, per mettere le mani avanti, per alimentare un ennesimo equivoco che torna utile allo status quo? Ma c’è ancora qualcuno che pensa di poter continuare così?”

Fonte: www.aamterranuova.it

 

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.