Home / Ambiente / L’ipocrisia della regione sulla mobilità e qualità dell’aria

L’ipocrisia della regione sulla mobilità e qualità dell’aria

La mancanza di una visione di futuro della regione Emilia-Romagna è ogni giorno più palese nelle scelte della Giunta Errani. Adesso l’Assessore Sabrina Freda tuona contro le automobili, accusandole di essere la causa del tremendo inquinamento della nostra pianura. Quindi blocco del traffico allargato a tutti i capoluoghi, oltre alle città sopra i 50.000 abitanti. Semplicemente ridicolo. Chiaramente limitare la circolazione delle auto può servire, ma il provvedimento preso da solo è una foglia di fico su un problema enorme che – sotto tutti gli altri aspetti – è stato e continua ad essere non solamente ignorato, ma anche aggravato dalla giunta di questa regione, Freda compresa.
Il collegamento più diretto che viene in mente è che, mentre da un lato si limita l’uso dell’auto nei centri storici delle città esclusi gli “euro virtuosi” (con orari e eccezioni così oscuri e contradditori che sembrano più che altro provvedimenti per fare cassa con le multe), dall’altro i nostri cari amministratori regionali fanno girare autobus pubblici obsoleti “Eurozero” , altamente inquinanti, non in regola con le normative europee. Proprio pochi giorni fa, hanno bocciato il nostro emendamento che prevedeva come requisito per partecipare alle prossime gare del trasporto pubblico locale, che il parco mezzi ammissibile a gara prevedesse solo veicoli a norma UE. Ma come, i cittadini devono cambiare macchina e le amministrazioni no?

Ancora più grave il livello della pianificazione e degli investimenti dove si privilegia, oltre gli slogan ma nelle realtà del bilancio, l’asfalto autostradale al ferro delle rotaie. Vogliono infatti costruire quattro nuove autostrade in regione! Avete capito bene, su un territorio già fortemente antropizzato, inquinatissimo anche a causa della posizione geografica e dal quale l’agricoltura viene lentamente espulsa. Quali sono queste autostrade? Cispadana*, Passante Nord*, Tibre, E55, oltre alle varie bretelle di raccordo, alla variante di Valico* e gli aumenti di una corsia in tutte le autostrade. Ma ci rendiamo conto??? Miliardi di Euro d’investimento! Sarà un massacro per i campi e per i nostri polmoni, sarà strage di attività agricole, strage di animali e aumento spropositato di irritazioni al sistema respiratorio e neoplasie! Naturalmente per i costruttori e per Autostrade questo è proprio un bel favore… Com’è un bel favore per concessionari e aziende automobilistiche continuare a spostare sempre all’insù i paletti delle emissioni degli autoveicoli che possono circolare… Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5… Non ci fermiamo mai, e sempre più spesso dovremmo cambiare macchina e spendere per differenze sulle emissioni risibili (la grande differenza la fa lo stile di guida, la cilindrata, le velocità).
Altri incredibili controsensi che denunciano le due facce dell’assessore Freda, del Presidente Errani e dell’Assessore ai Trasporti Alfredo Peri. 
Il riscaldamento e gli sprechi degli edifici? (alcuni palazzi comunali vanno a gasolio!) 
E i nuovi inceneritori che vogliono approvare? Le aziende insalubri di prima classe (cementifici, bitumifici etc etc) nei cuori delle città? Le finte biomasse da incenerimento che pianificano in blocco nel piano energetico? Forse non immettono una devastante quantità di agenti inquinanti nell’aria? Certo che sì, eppure non c’è più niente da bruciare ormai… Ma una pioggia di incentivi pubblici che paghiamo noi*. Biomasse da bruciare come l’olio di palma che importano a camionate da migliaia di chilometri di distanza, inquinando ancora nel trasporto e dando un risultato di bilancio energetico ampiamente negativo. Una vera e propria follia.

La regione è miope e priva di una visione d’insieme.
La realtà è che qualcuno andrebbe portato via in camicia di forza. Battiamoci contro queste scelte della regione a cui i comuni obbediscono diligentemente (ordini di partito) e riprendiamoci il futuro nostro delle generazioni future. Loro non molleranno mai, noi neppure!

Giovanni Favia e Andrea Defranceschi
Alcuni nostri articoli sul tema?
CISPADANA: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2011/12/cispadana-e-la-chiamano-partecipazione-2.html
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2010/06/autostrada-cispadana-no-grazie-il-futuro-sono-le-autostrade-digitali-non-nuovo-cemento-e-smog.html

PASSANTE NORD: http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-4/mt-search.cgi?IncludeBlogs=102&tag=passante%20nord,
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2011/09/brutta-e-misteriosa-storia-del-passante-nord.html

VARIANTE DI VALICO: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2011/11/variante-di-valico-una-storiaccia-italiana.html,
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2011/11/portiamo-i-cittadini-dalle-istituzioni-ma-non-dovrebbe-essere-normale.html

BIOMASSE:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2011/10/biomasse-negli-inceneritori-trucco-per-avere-i-certificati-verdi.html

 

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.