Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Guastalla, resoconto consiglio comunale del 2 novembre: un irresponsabile NO!

Guastalla, resoconto consiglio comunale del 2 novembre: un irresponsabile NO!

In data 2 Novembre, giorno dei morti, in consiglio comunale si sarebbe dovuto discutere del seguente ordine del giorno:
1. Comunicazioni del Sindaco;
2. Comunicazioni del Presidente del Consiglio Comunale;
3. Interpellanza presentata dal Consigliere Massimo Comunale riguardante la convocazione da parte della Provincia di un rappresentante del Comune per discutere progetti da condividere (giugno 2011);
4. O.d.G. presentato dai Consiglieri Camilla Verona, De Lorenzi Rosa Maria Felicita, Gianfranco Ferraresi, Massimo Comunale, Stefano Villani avente ad oggetto:”Organizzazione e Funzionamento della Polizia Municipale di Guastalla”. Solo 4 punti, dei quali 2 di dibattito, ma per l’assenza annunciata del consigliere Comunale si è discusso solo del quarto punto rimandando il terzo al prossimo consiglio.

Iniziato col solito irrinunciabile ritardo alle 20.50, e con l’altrettanto irrinunciabile inno nazionale, il consiglio comunale é proseguito col minuto di silenzio in memoria dei tre guastallesi Paolo Motta, Battista Magnani e Udo Toniato, recentemente scomparsi.

Prima di affrontare il punto 4, il presidente Fiorani ha dato la parola al consigliere Benatti che ha pedantemente letto ai presenti il verbale dell’ultima commissione “affari istituzionali”, forse pensando di soddisfare la nostra richiesta (espressa mediante un Odg che però non é stato inserito in questo c.c.) di relazionare l’intero consiglio comunale in merito alla discussione sulla Nostra mozione “differenziata nei luoghi pubblici” approvata all’unanimità in consiglio, ma poi bocciata in quella commissione. (Trovi tutte le info QUI)
In realtà é solo riuscito a spazientire i più senza peraltro apportare alcun beneficio in termini di dialogo politico (tutti quanti sanno leggere un verbale…).

Ma passiamo all’unica discussione della serata: il punto 4.

Nel consiglio di Giugno l’attuale maggioranza ha deciso di uscire dal corpo associato di Polizia Municipale (leggi QUI), composto dal 2005 dai comuni di Bagnolo in Piano, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Novellara e Reggiolo ed i consiglieri di minoranza firmatari della mozione hanno chiesto di ripensare a tale scelta e di elencarne i presunti vantaggi.
Il consigliere Benatti, con l’aiuto di alcune slide proiettate sul televisore di sala, ha iniziato a snocciolare dati dei 3 anni precedenti per far vedere che, restando nel corpo associato, Guastalla ha diminuito i servizi aumentando le spese.
Subito si sono scaldati gli animi, con la discussione fra i consiglieri  Benatti e Verona, sulla scelta di affrontare l’argomento in consiglio comunale (non aperto agli interventi dei cittadini) piuttosto che in un’assemblea pubblica, dove i cittadini posson intervenire ma le cose che emergono non vengono verbalizzate;
Insomma un dibattito sull’apertura del Consiglio ai cittadini, quando poi in realtà sappiamo già come la pensano entrambi!

Apprezziamo il fatto che sia stato un consigliere, e non un membro della giunta, ad esporre un punto in o.d.g., visto che poi sono i consiglieri a votare, purtroppo però dal fondo della sala le slide erano pressochè illeggibili e il contenuto poco soddisfacente: tanti riferimenti agli anni passati con dati volti a evidenziare le spese e i pochi vantaggi che ha portato l’adesione al corpo associato, ma nessuna previsione su quello che succederà in futuro uscendo da tale associazione!
Anzi, sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza hanno ammesso in pratica di non avere un’idea precisa dei costi che comporterà una tale scelta, sanno solo che darà più servizi, poi potrà costare di più o di meno dell’attuale situazione…
…più o meno??!!
Non diciamo (come purtroppo il sindaco ieri ci ha accusato di fare) che in giunta ci sono solo “ebeti incompetenti”, ma crediamo che una scelta del genere dovrebbe essere sviscerata in ogni suo aspetto e valutata al centesimo, visto che se andrà male saranno i cittadini di Guastalla a pagarne le conseguenze!
Il dibattito è poi degenerato con la minaccia di una denuncia da parte di Iafrate alla consigliera De Lorenzi: il vicesindaco chiedeva all’ex assessore come mai ora contestasse una scelta che in campagna elettorale aveva condiviso e firmato, lei seccata ha risposto che solo gli imbecilli non cambiano mai idea.
…mah……

Per concludere, al sindaco che ieri accusava le opposizioni di fare indistintamente ostruzionismo opponendosi a tutte le Loro proposte, rispondiamo che un pò più di trasparenza, di competenza e di apertura anche da parte loro non guasterebbe.
Giustamente il Consigliere Davide Zanichelli ha fatto notare che sarebbe da irresponsabile votare a favore di una scelta senza uno straccio di valutazione nel lungo periodo ma basandosi esclusivamente sulla fiducia per una giunta che per ora non ha dimostrato di meritare (vedi, tra i tanti esempi, spese inutilitempi lunghissimi per un parco fotovoltaico).

A “sorpresa” la maggioranza ha sostenuto compatta l’uscita dal corpo associato di Polizia Municipale (votando contro la richiesta delle minoranze di ripensarci), mentre l’opposizione é rimasta sulla sua posizione, proprio per la mancanza di previsioni future.

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.