Home / Politica / Riprese in Consiglio. Dopo 2 anni se ne riparla. PDL in ritardo.

Riprese in Consiglio. Dopo 2 anni se ne riparla. PDL in ritardo.

L’argomento “riprese del Consiglio Comunale” è un argomento che è iniziato più di 2 anni fa.

Che presentammo una proposta per le riprese del Consiglio il 13 Ottobre 2009. Bocciata il 28 Ottobre 2009 dalla maggioranza (PDL-LEGA), dando però mandato alla commissione di studiare un modo per farlo (2 anni) approvando (la maggioranza) una modifica del regolamento del Consiglio Comunale.

Il 10 Dicembre 2009, visto il lassismo dell’amministrazione e più precisamente della commissione consiliare addetta, presentiamo un’interpellanza per sapere a che punto è il testo di regolamentazione delle riprese video. In risposta ci viene detto che la Commissione sta predisponendo la bozza del regolamento.

11 Marzo 2010: finalmente la bozza del regolamento è pronta. La Commissione si riunisce per discuterne i contenuti. Partecipiamo anche noi ma senza diritto alla parola. Il testo è “ridicolo“, più che trasparenza si cerca la censura. Inoltre ci chiediamo come siano potuti servire più di 4 mesi per fare questi 9 punti di regolamento e una fotocopia dalla rivista “Italia Oggi”… SEMPLICEMENTE RIDICOLO!!!
La Commissione si esaurisce con l’intento di rivedere la bozza. Questo anche grazie ai consiglieri di minoranza VILLANI e VERONA presenti in Commissione Affari Costituzionali, che pure loro hanno ravvisato parecchi punti oscuri all’interno del testo discusso.

25 Marzo 2010: l’amministrazione comunale si dimostra molto più celere nel deliberare la realizzazione di un impianto di videosorveglianza per l’area esterna e d’ingresso della sede municipale. Approva infatti la delibera che stanzia euro 5.388,00 per la sua realizzazione (spesa non prevista nel bilancio di previsione del 2010).

Il 30 Settembre 2010 presentiamo un’altra interpellanza, sulla situazione delle riprese, in cui chiediamo la situazione (dato che il 28 Ottobre 2009 furono loro a prevedere le riprese da regolamento), ma ci viene risposto che “non è più una priorità

Intanto a Luzzara fanno già i Consigli Comunali trasmessi via web. Da un anno, era Settembre 2010.

….Meno male che c’è internet, che non dimentica.

Ora…che le riprese le fanno praticamente tutti i comuni, da Bologna, Sassuolo, Luzzara….L’argomento torna ad essere discusso in commissione.

Lunedì 3 Ottobre h 19.30 (2 anni dopo) è convocata una commissione Affari Istituzionali (composizione) per discutere degli argomenti “ritardatari”:

1) Modifiche ed integrazioni al vigente articolo 29 del regolamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari “Pubblicità e Segretezza delle Sedute”

2) Esame mozione del consigliere Zanichelli per modifica del Regolamento Comunale per l’esercizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande (approvata il 30 Marzo 2011)

3) Varie ed eventuali

La destra è un sempre in ritardo….
Puntualizzo che non c’è bisogno di un regolamento o formalismi. I CITTADINI DEVONO ESSERE LIBERI D’ANDARE IN CONSIGLIO E POTER RIPRENDERE I LORO ELETTI. PUNTO.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.