Home / Ambiente / Per combattere la disoccupazione: 100 nuove professioni green

Per combattere la disoccupazione: 100 nuove professioni green

Siamo in piena crisi dei mercati e del lavoro. E di giorno in giorno fanno crescere le preoccupazioni degli italiani ma in fondo al tunnel si vede una luce, di colore verde. Sono le nuove professioni originate dal settore dell’ecologia edella eco-sostenibilità.

Gli specialisti, come erroneamente si pensa, non si cercano unicamente nell’ambito delle rinnovabili. Ormai dal riciclo alle foreste, dall’agricoltura alla cucina, dalla comunicazione al turismo ambientale sono numerose le nuove professioni “green”.  Questa è l’opinione di Marco Gisotti, analista del settore e autore del volume “100 professioni green”, è sostenuta dalle rinnovate esigenze del mercato del lavoro.

Allora soffermiamoci su alcune delle figure che oggi vanno per la maggiore. C’è l’Energy Manager, sorta dipromotore del risparmio energetico nella struttura in cui lavora come dipendente ma pure come consulente esterno. E’ una figura obbligatoria per gli enti pubblici e le imprese che consumano più di 1.000 tep di energia l’anno.

Una professione ricercata anche nel campo della progettazione è il Progettista di Energie Rinnovabili, un tecnico gestisce e coordina l’ideazione di sistemianalizza il territorio e valuta l’impiego delle diverse tecnologie a seconda dei diversi contesti.

Efficienza energetica, fonti rinnovabili ed edilizia sostenibile: sono questi i campi d’azione del Geometra Ambientale, coadiuvato in molti casi dal Certificatore Energetico. Una figura chiave per ottenere la certificazione a seguito di interventi di ristrutturazione degli immobili e dunque garantire l’accesso alla detrazione Irpef del 55% sulle spese sostenute.

All’Eco-Industrial Designer, è invece demandata la progettazione di oggetti per le auto e l’arredo con vocazione verde. Istruisce riguardo alla scelta dei materiali, la loro ergonomia e la cura alla sostenibilità.

Questi sono criteri condivisi anche dall’Ingegnere Ambientale mentre un’altra figura green è l‘Eco-Inerior Designer che progetta gli spazi di una abitazione e la disposizione degli oggetti.

A progettare gli spazi aperti provvede invece l’Architetto Paesaggista, “mente” concettuale aiutata sul campo da braccia operative adeguatamente formate. In particolare l’Agronomo, assistente tecnico alle aziende di produzioni vegetali e di allevamenti, importante anche nella pianificazione e gestione di ambienti naturali e boschivi. Vi sono poi il Botanico – chiamato ad analizzare piante, semi, pollini e l’Ecologo vegetale, che si occupa di censimenti floristici.

La gestione dei campi coltivati è affidata all’Agricoltore Bio, che produce nel rispetto dei disciplinari del biologico. Sempre più fondamentale anche la collaborazione del Climatologo, esperto che studia l’evoluzione dei sistemi climatici sia locali che globali in relazione al ciclo produttivo e alle produzioni del territorio.

Nella valutazione dei fenomeni ambientali importanti sono anche i contributi dell’Idro-Geologo, del Biologo Marino, e del Chimico Ambientale, responsabile anche per i processi di trattamento ed eliminazione dei residui di lavorazione.

Il rispetto delle norme ambientali nelle imprese è garantito dall’Eco-Auditor che verifica anche la tipologia dei rifiuti prodotti, le emissioni gassose , i consumi di acqua e quelli energetici.

Tra le altre figure legate al green segnaliamo il Product Manager Sostenibile, il Promotore Finanziario di fondi green, il Risk Manager Ambientale, lo Statistico Ambientale, l’Eco-Stilista che disegna moda eco-sostenibile, ilTecnico di impianti sostenibili, il Valutatore di Impatto Ambientale genetico e lo Zoonomo sostenibile.

E come dimenticare i mestieri rivisitati in chiave sostenibile: si va dall’Eco-Parrucchiere – che adotta accorgimenti per ridurre il consumo di energia e acqua nei saloni – all’Eco-Chef, chiamato a privilegiare nelle cucine dei ristoranti i prodotti naturali e biologici.

Occupazione del tutto nuova è quella del Manager di Eco-Turismo che coordina e sviluppa le attività legate al turismo ambientale. Collabora sul territorio con i soggetti preposti alla conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio naturalistico.

Il Mobility Manager provvede dal canto suo a curare gli spostamenti dei dipendenti di grandi aziende con l’obiettivo di ridurre l’uso dell’auto privata. L‘Animatore Ambientale organizza tempo libero e attività escursionistiche di giovani e giovanissimi durante i campi vacanza naturalistici. L’educatore ambientale promuove invece la partecipazione dei cittadini alla gestione sostenibile del territorio. Svolge un ruolo di formatore e collabora con gli enti locali nella realizzazione di progetti per il miglioramento del verde urbano e nel recupero delle aree degradate.

Tra le figure legate alla salvaguardia dell’ambiente il Manager del Governo del Territorio, aiutato in team da geologhi e operatori faunisti. Nel settore delle professioni troviamo l’Assicuratore Ambientale: si occupa di prodotti assicurativi “ecologici” volti alla tutela dai danni ambientali. Utili consulenze in campo giuridico possono invece arrivare dall’Avvocato esperto in Diritto Ambientale.

Chiudiamo la panoramica con uno sguardo all’ambito della comunicazione. Di Marketing Ambientale si occupano l’Account e l’Art Director green, mentre l’Eco-Cool Hunter, si occupa di individuare le nuove tendenze legate all’innovazione dei materiali e dei processi ecosostenibili. Il green copywriter cura i testi delle campagne pubblicitarie con attenzione ai contenuti ambientali. L’Eco-Brand Manager infine ha il compito di dare forma e una linea di prodotti sostenibili.

Ma attenzione che non sia solo GreenWashing, un infarinatura eco per far credere che il prodotto sia attento all’ambiente e seguire così la tendenza!

Insomma, è proprio il caso di dire che c’è un’opportunità green per tutti in questa delicata contingenza.

Se ti interessano le professioni green allora ti piaceranno anche questi articoli:

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.