Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Consiglio comunale di Guastalla, Bilancio, ACT, Fiumicino fuori dall’Unione

Consiglio comunale di Guastalla, Bilancio, ACT, Fiumicino fuori dall’Unione

Il Consiglio Comunale è iniziato in ritardo come al solito. Assenti Fiumicino e Masini. Bonazzi è arrivato poco dopo l’inno di Mameli, ed il Sindaco è arrivato verso le 22.
Consiglio cominciato con 30 minuti di ritardo, senza riguardo per i tanti genitori (per via della questione trasporti) arrivati puntuali, che han dovuto attendere i comodi della maggioranza
seppure l’ordine di discussione è stato modificato in corso d’opera.

 

4.  Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n.92 del 05/08/2011 avente ad oggetto: “Variazione al Bilancio di Previsione 2011 ai sensi dell’art. 175 comma 4 del D.Lgs. 267/2000”
Il 5 Agosto la giunta di Guastalla (assente quel giorno Manfredotti, assessore al bilancio ed alla scuola) approvava una variazione di Bilancio funzionale alla delega dei servizi educativi all’unione dei comuni.
Le variazioni di bilancio, da TUEL sono testi di competenza consiliare, pertanto la variazione, fatta per motivi d’urgenza (!), doveva essere ratificata dal consiglio entro 60 giorni.
Da notare che, appunto, dal 5 agosto ne sono passati, appunto 54.
Considerato che la delega dei servizi educativi è un argomento importante, e che erano 90 giorni che non si teneva un consiglio comunale, era magari doveroso fare un consiglio i primi giorni di settembre per puntualizzare l’argomento e discuterlo col tempo necessario.
Inoltre, non si può dire che ci fosse l’urgenza. Le manovre dell’unione dei comuni per un servizio così importante erano note da mesi. Pertanto come fa a ravvisarsi l’urgenza? L’urgenza capita per inondazioni o fatti “indifferibili”,”contingibili”,”temporanei”….questo non sembra esserlo…
Anche perchè i servizi educativi sono un tema piuttosto importante: Sia per quanto compete le rette delle scuole d’infanzia che il tema degli educatori: L’assessore ha infatti ricordato che ha mantenuto la copertura per gli educatori per i disabili, garantendo le stesse ore dell’anno scorso, ma s’è scordato che il numero di studenti disabili è cresciuto, perchè se ne sono aggiunti 3, ed è pertanto cresciuta la richiesta, pertanto s’è ridotta la disponibilità.
Da notare che il testo in discussione (Variazione di bilancio del 5 Agosto) è stato fornito senza l’allegato  che indicasse la variazione stessa.
Pertanto abbiamo ripreso il presidente del Consiglio Fiorani a stare più attenta, dato che è lei che presiede il consiglio e dovrebbe tutelare l’informazione dei consiglieri.

 

10.      Interpellanza presentata dai Consiglieri Verona, Villani, Comunale, De Lorenzi avente ad oggetto :” Trasporti studenti linea Guastalla – Suzzara”
Successivamente è stato trattato il tema dei trasporti. Il tema, molto sentito, ha fatto emergere notevoli criticità. Sia per quanto riguarda ACT che FER.
Entrambe le società partecipate versano in condizioni economiche disastrate, sia per via dei tagli dallo stato centrale, sia per gestioni non troppo efficenti (sono emerse polemiche sul fatto di come diventino luogo d’assunzione per ex sindaci e politici definiti “trombati”…risultando così carrozzoni di incompetenze).
Siamo pertanto, però, arrivati ad una situazione in cui decine di ragazzi (e di famiglie) non hanno il trasporto casa-scuola
E si trovano a pagare per i tagli dello stato, e per le inefficenze delle società.
Ed in tutto questo, abbiamo appreso che il comune s’è limitato a discutere con le società, ma senza adoperarsi per soluzioni alternative di mobilità (che, tra l’altro, ne esistono, basta aprire gli occhi, come ad esempio jungo)
È stato però svilente vedere destra e sinistra che tentavano di rimpallarsi le responsabilità, e la discussione è terminata con un “nulla di fatto” per i numerosi genitori presenti in cerca di risposte da quest’amministrazione.
È chiaro che viviamo circondati da realtà politiche per le quali conta di più dare appalti per i lavori di rinnovamento delle stazioni (come ad esempio Parma), che investire sulla mobilità delle persone.
Arriviamo pertanto ad avere grossi appalti per le stazioni (chissà a chi andranno poi questi appalti?!), ma senza avere le disponibilità per le corse per spostare i cittadini.

7.      Bilancio di Previsione 2011 – Provvedimento di variazione e adempimenti connessi .
S’è discussa la variazione di bilancio. Questo perchè si sono verificate delle spese impreviste.
Nella relazione della giunta, abbiamo evidenziato delle criticità nelle ultime spese:
51.000 euro per le attrezzature del parco in via Comunità europea (decisamente non era il momento di spendere 50.000 euro per delle giostrine)
27.000 euro per il piano colore…tra l’altro frazionato in due determine (entrambe sotto i 20.000 euro, e quindi realizzabili mediante procedura di affidamento diretto)
70.000 euro per la mostra a palazzo ducale…anche qua non era il caso di gravare sui cittadini di questa spesa, che, tra l’altro, se vogliono vedere devono pagare ulteriori 7 euro d’ingresso.
…senza contare le spese per il parco fotovoltaico…che da 2 anni risulta una spesa…e forse solo a fine 2011 potrà produrre energia…ma che intanto c’è costato decine di migliaia di euro per la società creata e smantellata, e di ore di lavoro per fare e rifare i progetti (inizialmente il parco era da 1,8 MWatt, poi 1,6, poi 0,98 ed ora dovrebbe essere ancora più piccolo) ed il bando (che inizialmente è andato deserto). Ciò ha fatto perdere TEMPO e SOLDI.
E tutto questo quando le esigenze di Guastalla parlano:
di Palazzetto,
di sala prove per chi vuole fare musica,
di trasporti per andare a scuola,
di una sezione full time di scuola d’infanzia, e non part-time,
di spese per gli educatori per i bambini disabili
di lavoro per chi non ce l’ha….
….e tutto questo passa in secondo piano per il Piano colore?!?!?!  Per le giostrine del parco in via Comunità europea?!?!?! Ovviamente abbiamo votato contro. Favorevole soltanto la maggioranza.

5.      Interrogazione presentata dai Consiglieri  Comunale, Verona,  De Lorenzi sulla  mancata informazione che l’area di investimenti parchi veniva trasferita da Parco Pascoli a Pieve;

6.      Mozione presentata dal Consigliere Zanichelli avente ad oggetto: “ Bilancio Comunale 2012 discusso con i cittadini Guastallesi;
Proprio per queste scelte di bilancio poco “condivise” abbiamo chiesto che il bilancio di Guastalla, d’ora in avanti NON venisse discusso nelle sale chiuse del comune, ma assieme ai cittadini.
Questa era un’idea anche dell’assessore Manfredotti, che espresse proprio in consiglio mesi fa.
Peccato che al momento della votazione la maggioranza ha votato contro (tranne Alfieri astenuto).
Eppure non chiedevamo niente di chè. Soltanto che l’amministrazione incontrasse i cittadini, per discutere e condividere le scelte economiche fatte con i soldi della comunità Guastallese.
È chiaro come questa maggioranza si senta debole e voglia evitare il più possibile i momenti di confronto con i cittadini.
Però è incredibile che l’assessore Manfredotti voti contro ad una proposta che ha verbalmente avanzato egli stesso ad inizio anno.

8.      Interpellanza presentata dalla Consigliera Camilla Verona in merito alla mancata  consegna di documentazione riguardante la chiatta sita in Parco Pascoli.


9.      Elezione Consigliere in seno al Consiglio dell’Unione in rappresentanza della minoranza consiliare a seguito di dichiarazione di decadenza del Consigliere Carlo Fiumicino; 
Fiumicino è decaduto dal consiglio dell’Unione dei Comuni della bassa reggiana. Questo per troppe assenze.
Pertanto ha perso il diritto di sedere nel consiglio dell’unione e dev’essere sostituito da un’esponente della minoranza.
La minoranza di Guastalla s’è espressa per la Camilla Verona (PD) con 5 voti su sette (gli altri due astenuti).
Da notare la meschina figura fatta dal Consigliere Fiumicino, che latita da mesi nella rappresentanza dei suoi elettori. Mancando così di rispetto a chi l’ha votato.
Peccato, infatti sia stato eletto un altro esponente del PD, probabilmente in Consiglio dell’Unione, sarebbe stato utile avere un contributo Civico (come ad esempio poteva essere anche Stefano Villani) ed indipendente dalle logiche di partito, per portare in quella sede idee e punti di vista differenti.

 

Davide Zanichelli

Capogruppo Guastalla 5 stelle

2 commenti

  1. Adelmo Candolo

    Tante parole al vento.. e nessun problema risolto. Peccato che non sia possibile trasmettere via internet o videoriprendere le sedute del Consiglio comunale. I cittadini avrebbero modo di capire effettivamente chi li rappresenta , e fare un esame di coscienza di cosa e chi hanno votato. Forse soltanto chi vota aspettando favori in cambio, oppure vota secondo ideologia non cambierebbe idea,( e purtroppo, miei cari giovani, gente di
    tale risma è peggio della Casta politica stessa), mentre, spero, la maggioranza dell’opinione pubblica avrebbe poi la possibilità di cambiare facendo scelte diverse e magari più oculate.
    saluti Candolo Adelmo

    • Davide Zanichelli

      Già…uno è portato a sperare che lo schifo sia soltanto ai piani alti della politica…

      Basta varcare poi la soglia di un Consiglio Comunale per disilludersi….

      …seppur lascia speranza il fatto che esistono, in giro per l’Italia, esperienze positive…qualcosa simile a Colorno, o a Capannori…ma sono troppo rare…

      …generalmente in tutti i comuni si parla di soldi oscuri ad associazioni amiche, e finanziamenti pubblici attraverso la continua cementificazione e consumo di territorio.
      In questo, destra e sinistra sono sempre uguali…e fanno schifo uguale.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.