Home / Politica / Cose di Casta: il “duro” lavoro di un eletto

Cose di Casta: il “duro” lavoro di un eletto

Auto blu, mensa a pochi euro. Viaggi in autostrada. Aerei, treni, gratis e una pensione sicura e ricca.

E’ “l’amara” vita di chi siede a Palazzo Madama o a Montecitorio, quindi senatori o deputati, tanto da farli definire una Casta.

Vantaggi immutati e, a quanto pare, anche immutabili, come appare dalla manovra. per non parlare delle ore di lavoro impiegate durante la settimana: la media è di 15, organizzate su tre giorni, dal martedi al giovedi. BASTA!

Anzi, in questa legislatura, il presidente della Camera Fini, è stato costretto a chiudere Montecitorio per assenza di lavoro. Non va meglio quando il lavoro c’è. Mercoledì al Senato, non era presente nessuno dei sessanta componenti del Governo, nonostante si discutesse di una manovra finanziaria fondamentale per l’equilibrio economico del nostro Paese.

Una manovra definita da Berlusconi da “lacrime e sangue”. Probabilmente nessuno aveva voglia nè di piangere nè di dissanguarsi. (Il Fatto Quotidiano del 26ago2011)

Perciò, sabato 10 settembre andiamo TUTTI A ROMA per pretendere il “Parlamento Pulito“… ora!!!

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?)… Noi neppure!!!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.