Home / Ambiente / Autostrada nel silenzio della bassa reggiana?

Autostrada nel silenzio della bassa reggiana?

A Guastalla arriverà l’autostrada.

Forse non tutti sanno che, è in fase di progettazione (e già di realizzazione sotto certi punti di vista) di un’autostrada. Una nuova tratta autostradale che collegherà, sostanzialmente Parma, con i lidi ferraresi.

Proprio poco fa, il 28 Luglio 2011, la Giunta di Guastalla (gli assessori di Lega-PDL ed il sindaco), hanno votato lo schema di accordo tra la Regione, la Provincia, ed i vari comuni interessati dall’autostrada, per le opere complementari alla realizzazione del tratto autostradale.

Quello che non si sa, invece, è che per tutta la bassa ferrarese e modenese, è in atto, da anni, una costante sollevazione contro la realizzazione di quest’autostrada dato che in quelle zone passerà molto, molto vicino ai centri abitati.
Ovviamente sollevazione nel silenzio quasi generale dei media (dato che solo i comitati di cittadini sono contrari, indovinate invece chi è favorevole).

Anche Guastalla è interessata dal tracciato, ma, stranamente, qua da noi non se ne parla, ma probabilmente non abbiamo nemmeno idea della tegola che ci sta per cadere in testa.

Per farsi un’idea delle conseguenze dovute alla realizzazione di un’autostrada, invito a dare un’occhiata a qualche sito che ha approfondito la questione:

Comitato Intercomunale Salute Ambiente della bassa modenese

Pagina di Mirandola 5 stelle

Azza blog – con le foto di quanto l’autostrada passerà vicino ai centri residenziali

Pagina pubblica del Comitato Cispadana

Pagina privata del Comitato Cispadana (con oltre 2300 amici su FB)

La realizzazione di un’autostrada (con le conseguenze, di traffico, smog…ecc) deve avere un punto di vista che inizia dall’oggi e vede a distanza di decine di anni (se non di più).

Ma allora, che prospettiva vogliamo dare alla nostra zona? Vogliamo un futuro in cui il progresso dipende dalla movimentazione di merci, di trasporto su gomma?

Perchè ancora vedere lo sviluppo di una nazione con la ricetta del traino del mercato dei trasporti, una ricetta che poteva servire negli anni 60, ma che ormai è giunta a saturazione.

Ed intanto le vere autostrade del futuro, quelle della connettività, quelle che dovrebbero far girare le informazioni alla velocità della luce, piuttosto che le merci a 60 all’ora, non arrivano.

Le imprese chiedono connettività, per lavorare a distanza, per evitare i costosi spostamenti, ma la banda continua ad avere costi eccessivi.

Allora, vogliamo un futuro basato sul trasporto su gomma, o sul movimento delle informazioni?

Occhio alla risposta, perchè da questa passerà il vero sviluppo dei prossimi decenni.

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.