Home / Politica / La casta scoppia di salute (e privilegi)

La casta scoppia di salute (e privilegi)

Lo sapevate che i nostri 630 deputati con i loro 1109 familiari, pur percependo uno stipendio mensile di 25.000 euro, non pagano il dentista, né il fisioterapista né lo psicoterapeuta?

Lo sapevate che dalle carie del nipotino alla protesi mobile dell’onorevole nonno abbiamo finanziato denti per 3 milioni e 92 mila euro?

Lo sapevate che esiste un “fondo di solidarietà sanitaria” che prevede, sempre gratuitamente, per questi poveri lavoratori del dito (la maggior parte si guadagna lo stipendio cliccando su un pulsante, e neanche tutti i giorni) perfino la “balneoterapia” (leggi: vacanze al mare) e la elettroscultura (leggi: ginnastica passiva)?

 Io non lo sapevo. Non sapevo che questo ulteriore sconto per ricchi ci è costato, nel 2010, 10 milioni e 117 mila euro.

Come preferirei non sapere che è pratica comune, quando si fa parte della crema della classe dirigente di questo Paese, abitare in lussuosi appartamenti senza pagare l’affitto. Penso che a Roma un posto letto in periferia uno studente fuori sede lo paga anche 800 euro al mese… penso che se hai un problema ai denti e non hai soldi sorridi con la mano davanti alla bocca e ti vergogni. Penso che se hai un problema psichico e non hai soldi te lo tieni e muori un po’ tutti i giorni, mentre in Germania, hai un tot di sedute gratuite e, se il terapeuta dimostra il tuo effettivo bisogno di cure, lo Stato paga per te. Per te cittadino, che non puoi permetterti la spesa, non per te deputato, che potresti benissimo provvedere di persona. Penso che quello è un Paese civile e il nostro meno.

Penso che, se fossi una onorevole rappresentante di qualsiasi partito, lo rifiuterei, questo privilegio per privilegiati, non potendolo estendere a tutti i cittadini.

fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/12/balneoterapia-e-elettrosculturala-casta-scoppia/144662/

5 commenti

  1. Davide Zanichelli

    Appunto…basta leggere l’articolo.

    Se uno ha l’appartamento e spende 2000 euro per mangiare a Roma….
    non mangia a roma…mangia i nostri soldi a Roma.

    E se ha le mani così bucate da spendere tutti quei soldi in quel modo…sinceramente MAI VORREI CHE GESTISSE I MIEI SOLDI DELLE TASSE.

    insomma…sempre più…SONO VERGOGNOSI!

    • L’articolo di Repubblica che hai menzionato l’ha scritto un certo “Antonio Caporale” (che non si è qualificato e quindi non si sa se è un giornalista, scrittore o “amico”) che riporta le parole di un ministro che si lamenta del basso stipendio.
      Chiedi a chi credere?
      Quando c’è l’Informazione (anche la tua e ti ringrazio) poi ognuno si fa la propria idea… io la mia ce l’ho!
      Ciao.

      • Salve Elisa, volevo solamente ironizzare un po’ su come vengono passate le informazioni da tutti i media “tradizionali e di come si intenda sempre e cmq far passare i cittadini che protestano come dei lamentoni, nullafacenti e ingrati.
        Ho scritto i post in fretta e furia e quindi non si è capita l’intenzione ironica.. :)
        grazie del commento!

        • Grazie a te Daniele :)
          … gran caldo oggi che fa ragionare meno del solito e quindi anche ironizzare meno (parlo per me)…
          … ti sei spiegato benissimo e concordo!!! Ciao!!!!!!!!!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.