Home / Ambiente / Inceneritore di Parma: i partiti… solo “bla bla”

Inceneritore di Parma: i partiti… solo “bla bla”

Mercoledì sera il consiglio regionale dell’Emilia Romagna ha “discusso” una proposta del Movimento 5 Stelle su un piano di raccolta differenziata per Parma che facesse a meno del nuovo inceneritore che si vorrebbe costruire ad Uguzzolo (quello famoso per essere stato bloccato dal TAR per abuso edilizio!) e puntasse all’obiettivo del 65% di raccolta differenziata imposto dall’Europa.

Già, “discusso”, perché in realtà di 50 consiglieri regionali, 20 erano assenti, mentre i presenti hanno preferito giocare al gioco del silenzio, senza intervenire sulla questione. Poi, si è passati al voto. Cosa hanno votato i consiglieri reggiani?

Barbieri (PD), Mori (PD), Moriconi (PSI) e Pagani (PD) hanno votato CONTRO alla risoluzione e, quindi, a favore dell’inceneritore, come tutto il PD del resto. Assenti dalla seduta i consiglieri Barbati (IDV), Filippi (PDL) e Riva (IDV). Già, proprio quell’IDV che ultimamente passa per essere contrario agli inceneritori (a parole), ma nei fatti dimostra la sua vera indole inceneritorista. L’unico consigliere IDV presente (Grillini) si è infatti astenuto. Ennesima prova di come IDV parli bene ma razzoli molto male!

Lo sappiano pertanto i cittadini reggiani di cosa fanno i loro consiglieri in regione: Favia e Defranceschi sono stati gli unici, assieme a Gabriella Meo (Verdi), a votare a favore alla risoluzione per un piano serio e pulito di gestione rifiuti. Gli altri fanno solo chiacchiere…


www.reggio5stelle.it

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.