Home / Ambiente / Amianto: ancora troppi luoghi pericolosi

Amianto: ancora troppi luoghi pericolosi

Sono diversi, anche a Reggio, gli esempi di immobili con presenza di amianto non censiti nelle 43 pagine della mappatura di “edifici pubblici o privati aperti al pubblico pubblicata dall’Arpa.

«Potremmo enumerare un caso del genere per ogni provincia – accusa il capogruppo in Regione del Movimento 5 Stelle Emilia-Romagna, Andrea Defranceschi -: cos’altro dobbiamo fare per dimostrare che il metodo regionale di censimento dei siti con presenza di polveri killer non è efficiente?»

È la denuncia del Capogruppo a 5 Stelle, commentando la mappatura. Ancora 630, contro i 771 del 23 dicembre 2010, i siti aperti al pubblico ancora da sanare. Fra questi soprattutto parrocchie, ospedali, scuole e asili d’infanzia. A Reggio Emilia, per esempio, seconda nella lista dei capoluoghi con ben 99 immobili ancora da bonificare, sono elencate la scuola elementare Carducci di via Samarotto (codice di priorità per lo smaltimento “2”, quindi molto alta), e la palestra delle scuole medie Galilei di via Cassala (codice “2”).

Prima fra i capoluoghi emiliano-romagnoli, in questa triste classifica, ancora Modena con 111 immobili, seguita poi da Reggio Emilia (99), Bologna (85), Ferrara (67), Forlì-Cesena (63), Parma (62), Piacenza (57), Ravenna (52) e Rimini (33).

«Le maglie disposte dalla mappatura di viale Aldo Moro sono troppo larghe” conclude Defranceschi, che ricorda come “da mesi in Assemblea legislativa regionale” siano bloccati “tre nostri atti che chiedono di promuovere mappature comune per comune degli immobili ancora da bonificare. Quante altre persone devono ammalarsi prima che in viale Aldo Moro si accorgano dell’urgenza della questione?”. Oltretutto, anche in questa come – spiace dirlo – in diverse altre occasioni, l’assessore regionale alla Salute Carlo Lusenti aveva mostrato apprezzamento verso la nostra idea di mappature su luoghi privati da parte di Comuni. Poi, però, ci risulta che alle parole non abbia fatto seguire fatti».

Gazzetta di Reggio

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.