Home / Ambiente / A Reggio Emilia… addio all’inceneritore!

A Reggio Emilia… addio all’inceneritore!

La Provincia di Reggio cancella ufficialmente la costruzione di un nuovo inceneritore e prevede l’estensione della raccolta porta a porta ad un totale di oltre 250.000 abitanti (la metà della popolazione) per raggiungere entro tre anni il 67% di raccolta differenziata su tutto il territorio. Unico impianto di smaltimento finale previsto: il trattamento meccanico biologico.

Tutto come proposto nel 2006 dall’allora Meetup degli Amici di Beppe Grillo, insieme ai Comitati Salute Ambiente, Beppe Grillo e l’allora assessore Pinuccia Montanari e sigillato da oltre 15.000 firme raccolte tra marzo 2007 e settembre 2008.

Il risultato raggiunto pero’ non è un traguardo finale. Infatti il porta a porta verrà esteso solo nei Comuni della Bassa, per Reggio rispetto al piano “Montanari” del 2007 sarà per 65.000 persone anziché per le 100.000 previste ed in collina e montagna (a parte il centro di Castelnuovo Monti e Carpineti) e nel resto di Reggio rimane il sistema a cassonetti stradali.

Siamo a metà del guado, ma sulla buona strada riconosciamo il lavoro svolto da Mirko Tutino, che si è dimostrato sul tema di pasta diversa rispetto al predecessore Alfredo Gennari, che nel 2007 di fronte alle prime 5.000 firme pro raccolta porta a porta e trattamento meccanico biologico, consegnategli da Beppe Grillo disse:
“Ma noi facciamo tanto abbiamo anche la raccolta dei tappi per l’Africa” (sic!).

Visto che il mondo non si ferma nel 2014 (quota 67% di differenziata) ma va avanti, anche noi andremo avanti

PROPOSTE FUTURE PER MIGLIORARE IL PIANO 

a) per potenziare le politiche di riduzione rifiuti;
b) per estendere gradualmente negli anni a venire il porta a porta nei Comuni dove è previsto anche per le frazioni di plastica, vetro-lattine,carta e per estenderlo anche in Collina e poi in seguito Montagna, partendo dai Comuni collinari confinanti con Reggio Emilia (pensiamo alle frazioni di Albinea, Quattro Castella, Scandiano confinanti con il Comune di Reggio che già fanno il porta a porta integrale. Lì non è collina.
c) studiare e promuovere la costruzione di Centri Riciclo modello “Vedelago” per sostituire la produzione di “combustibile da rifiuti” con le sabbie sintetiche per edilizia e industria plastica.
d) implementare le già previste politiche di tariffa puntuale.
e) iniziare un percorso con piccole e medie aziende ed università per introdurre il concetto di “ecodesign” e politiche “dalla culla alla culla” per i prodotti. Su questo inviteremo a Reggio Emilia i migliori esperti europei e mondiali. Per un futuro dove nuovi posti di lavoro verranno creati dall’industria del riciclo e del riutilizzo nel vero pieno rispetto dell’ambiente.
f) non vediamo citato il compostaggio nel piano della Provincia e Ato. E’ una mancanza? Comunque il progetto di compostaggio su Castelnovo Sotto è vecchio e va previsto da Iren Spa un impianto di ultima generazione. Inoltre sull’impiantistica si investe forse troppo poco sulle nuove tecnologie di tmb e compostaggio utilizzando troppo terreno agricolo. Su questo bisogna migliorare.

Quanta acqua sotto i ponti è passata da quel 2006 quando con Beppe Grillo e grazie all’unico politico che allora ci ascoltava, l’allora assessore Pinuccia Montanari, invadevamo pacificamente a più riprese i consigli comunali e provinciali di Reggio con le nostre proposte: porta a porta, trattamento meccanico biologico, riciclo, rifiuti zero…Per qualcuno erano utopie…oggi sono in buona parte realtà!

Andrea Defranceschi, capogruppo in Regione Emilia Romagna Movimento 5 Stelle-Beppegrillo.it

Matteo Olivieri, consigliere comunale Reggio 5 Stelle-Beppegrillo.it

www.reggio5stelle.it

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.