Home / Politica / Il CANCRO della politica

Il CANCRO della politica

In Italia, l’aspetto fiducia batte quello del merito almeno 2 a 0.

Purtroppo viviamo in una società che apprezza e riconosce maggiormente gli “agganci” più che il “talento”. Le “raccomandazioni” più che le “competenze”.  (Al primo banchetto che feci mi chiesero “…di chi sei figlio?” e non “..quali sono le tue idee?“)

Per numerose aziende (e chi sta entrando nel mondo del lavoro in questi anni lo sa), troppo spesso, conta di più “essere figlio di…” che “saper fare…“. Non importa quanto sei bravo/a o quanto sei competente. Ciò che importa è sapere chi sei e che, probabilmente qualcuno garantisce per te.

Ovviamente questo “modus operandi” non è solo aziendale (per carità, un’azienda assume chi vuole), ma è sociale e “tracima” anche nelle realtà pubbliche. In cui, nomine dirigenziali, incarichi in società, assunzioni, avvengono più per fiducia che per professionalità. Del tipo “scelgo tizio perchè lo conosco e mi fido” piuttosto che “scelgo tizio, perchè è bravo“.

Infatti poi da qui scaturiscono nomine POLITICHE di personaggi POLITICI di dubbia competenza, ma di certa conoscenza (e con qualche tessera in tasca!!!!). Come ex sindaci che invece di tornare a fare il loro lavoro vengono assunti in società partecipate, ex assessori assunti come dipendenti pubblici, spartizione di poltrone nei CDA delle municipalizzate o pubbliche come “mamma RAI”, o clientelismo generalizzato. Voi non la chiamereste POLITICA CORROTTA?!

E’ chiaro che le nomine pubbliche le deve fare chi amministra. Ma ciò che fa schifo è che GLI STESSI NOMINATI SIANO ESPONENTI DI PARTITO!!!!

Se questa mentalità “retrò” può ripagare (forse) per le realtà aziendali private (come già detto l’azienda assume chi gli pare), di sicuro nelle realtà pubbliche s’è trasformata in un CANCRO di abitudini. Le cui conseguenze ricadono sui cittadini.

Ricordiamo tutti le società di trasporti (ATAC) e dei rifiuti (AMA) di Roma diventate un “poltronificio” per l’entourage Alemanno.

O il balletto di poltrone intorno alla RAI.

O il caso del vice presidente di IREN.

O i nuovi fatti emersi riguardo al Civis di Bologna.

O il sindaco di Cassano D’adda arrestato per tangenti.

O il sindaco di Serramazzoni indagato per appalti alla ndrangheta.

O la puntata di report sulla “banda del buco” per gli scavi, o riguardo agli appalti per la gestione del gioco d’azzardo

E nel piccolo di Guastalla ricordiamo le dichiarazioni dell’ex vice sindaco che preferiva le associazioni definite “amiche” (!!!!!!!!), invece che dichiarare le associazioni caratterizzate da professionalità. (Ma vi assicuro,  ci sarebbe MOOOLTO altro da dire su Guastalla!!!!)

Ce n’è abbastanza per essere INDIGNATI.

Ma voi, preferireste farvi operare da un chirurgo che ha agganci, o che ha competenze?

Cons. Davide Zanichelli

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.