Home / Le 5 Stelle / Incontri regionali M5S 2011: lezione di democrazia dal Basso da cui partire.

Incontri regionali M5S 2011: lezione di democrazia dal Basso da cui partire.

Bologna,13/3/2011 (ultimo aggiornamento: inaugurazione della nuova sottosezione (Operazione Trasparenza) sul sito regionale)

Se dovessi riassumere in poche parole il Movimento 5 Stelle direi:

Il lavoro da compiere è tanto,
le decisioni da prendere e le idee da attuare altrettante,
anche la volontà è tanta.
Il tempo poco.

Il Movimento 5 Stelle, nel rispetto dei suoi principi fondanti, sta iniziando a fare passi avanti per raggiungere in modo democratico gli obiettivi che si è posto.

Due sono gli incontri importanti che a marzo si son tenuti a Bologna per confrontarci su alcune decisioni rilevanti e necessarie per lo sviluppo del movimento secondo i principi di trasparenza, compartecipazione e confronto che ci siamo posti e che, inevitabilmente, ci distinguono dalla struttura piramidale dei partiti.

Nel primo incontro del 2 marzo a Bologna ci siamo confrontati sulle questioni generali del movimento nazionale, delle problematiche, della mole di lavoro di tipo organizzativo e di come suddividerlo tra tutti i Volontari che si impegnano tutti i giorni. All’incontro erano presenti anche Beppe Grillo e il gruppo consigliare regionale.

Tutti i video che riportano i passaggi salienti del dibattito e del confronto sono visionabili al seguente canale Youtube:
http://www.youtube.com/user/MrCristianismelli#p/u/9/7kxIbn__Su0

Ogni attivista sta facendo, nel suo piccolo, un grande lavoro per rendere il più possibile trasparente l’operato, sia a livello locale che regionale.
Infatti tutti gli incontri locali sono pubblici e tutti gli attivisti possono presenziare alle riunioni regionali, esprimere la propria opinione e votare le idee proposte. Ma non vogliamo accontentarci di questo e si stanno facendo enormi sforzi per pubblicare online tutto, affinché sia sotto gli occhi di tutti.

L’altro incontro pubblico dei vari attivisti venuti dalle varie province si é svolto domenica 13 marzo, sempre a Bologna.

Altre foto sono visionabili sul profilo di Walter Danielli, che ringrazio.

I temi su cui ci siamo confrontati sono i seguenti (spero che il mio resoconto sia dettagliato):

1) Esposizione da parte di tutte le province presenti sulle modalità con cui si sono autoregolamentate ed organizzate internamente (mail, avvisi, ecc), se hanno creato associazioni e che tipo di organizzazione/associazioni si sono date per comunicare con i vari attivisti della provincia.

2) Discussione dell’organizzazione a livello regionale: quasi tutti abbiamo concordato sul fatto che dal punto di vista organizzativo c’è ancora molto da fare per informare tutti gli attivisti.

Molti hanno appurato che è necessaria una migliore organizzazione informatica per la comunicazione: velocemente si dovrebbe creare un “gruppo di lavoro” per trovare i mezzi più consoni alle esigenze esposte.

3) Evento regionale: c’è l’idea di fare una evento generale in tutta la regione, ma ma si è concordato che in realtà abbiamo già tanto a cui pensare (tra Referendum ed altro), percui per adesso è stata accantonata.

Giovanni Favia ha aggiunto che vogliono, nei prossimi mesi, riaprire la raccolta firme per la proposta di legge popolare di riduzione degli stipendi, come ha fatto il MoVimento in piemonte.

4)  questione stipendi/soldi: il Movimento 5 Stelle è stato l’unico che ha rinunciato ai rimborsi elettorali e che ha messo un tetto di 2500 euro sugli stipendi regionali. I consiglieri regionali però non possono rinunciare  allo stipendio che  viene erogato dalla regione, ne consegue che il gruppo emilia-romagna 5 stelle si trova a far conto con una disponibilità da gestire.

In piena serenità si sono delineate 3 importanti problematiche a questo connesse:

trasparenza: Giovanni Favia ha ribadito che fra pochi giorni, sul sito regionale, dovrebbe partire una sottosezione dedicata, per rendicontare in modo preciso.

gestione: Quasi tutti hanno sottolineato che i due consiglieri non devono gestire questa disponibilità di denaro. Il più grande problema del gruppo consigliare, oberato di lavoro, è infatti il tempo che non hanno da dedicare a questo aspetto.
Si è proposto di raccogliere le idee adesso e, dato che a maggio ci saranno i 6 mesi di riconferma del mandato in tutte le province, si valuteranno in tale sede tutte le idee per poi prendere una decisione.

progetti: si è accennato alla possibilità di elaborare dei progetti locali o regionali come hanno fatto in Piemonte, nei quali investire le disponibilità da gertire.

La riunione si è svolta, come sempre, in un clima cordiale e rispettoso delle idee di tutti.
Il mio auspicio è che, con l’aiuto di tutti, si possa giungere a qualcosa di migliore.

Diamoci una mossa che daje che la famò!


Luca Pecchini

Un commento

  1. E’ nato il nuovo portale trasparenza: uno spettacolo!
    http://trasparenza.emiliaromagna5stelle.it/

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.