Home / Politica / Politica Locale / Guastalla: problemi di accessibilità al nuovo plesso dell’Istituto “B.Russell”

Guastalla: problemi di accessibilità al nuovo plesso dell’Istituto “B.Russell”

La mamma di una ragazzina con disabilità che frequenta la seconda classe dell’Istituto “B. Russel di Guastalla “denuncia” problemi di accessibilità nello stabile appena costruito. Infatti da lunedi 14 febbraio, 9 classi verranno spostate dal nuovo al vecchio plesso come da circolare scolastica. Qui di seguito la lettera del genitore indirizzata alle Istituzioni competenti.

C.se Att.ne
Presidente della Provincia Sonia Masini
Ass. Prov.le alla Scuola Ilenia Malavasi
Ass. Prov.le Mobilità Sostenibile Alfredo Gennari
Ass. alla Scuola Comune Guastalla Avio Manfredotti
Ass. Edilizia e Lavori pubblici Comune di Guastalla Elisa Rodolfi
Dirigente Istituto “B. Russell” Lalla Spaggiari

Oggetto: Problemi di Accessibilità nuovo plesso Istituto “B. Russell” Guastalla

Vorrei porre la vostra attenzione su diverse problematiche di Accessibilità sorte nel plesso appena costruito dell’Istituto superiore “B. Russell” di Guastalla.
Durante la seduta del Gruppo di Lavoro d’Istituto (GHL) di mercoledi 2 febbraio 2011, ho esposto, come madre di una ragazza con disabilità frequentante la seconda classe del liceo scienze sociali, l’argomento oggetto della presente lettera. La Dirigente ha poi fatto presente che anche la stessa scuola ha scritto più volte alla Provincia per comunicare le difficoltà tecnico-pratiche che sussistono tutti i giorni.

1. L’entrata principale del plesso è difficilmente accessibile a persone con disabilità perché è dotata di doppie porte a doppia apertura strette pertanto persone in carrozzina non riescono ad entrare. Inoltre l’entrata non è facilmente raggiungibile essendo lontana dal cancello principale dell’Istituto con diversi lastroni sconnessi sul percorso.

2. Non è presente un marciapiede che collega il cancello auto laterale all’entrata principale ma solo terra.
Pertanto gli alunni con disabilità sono costretti ad entrare/uscire da un’uscita di emergenza laterale (apribile solo dall’interno) senza campanello esterno e priva di tettoia in caso di pioggia.

3. Un altro rilevante problema è la mancanza di spazio per la sosta temporanea e senza possibilità di manovra di più auto e/o pulmini attrezzati all’entrata/uscita da scuola (laterale) perché la strada è stretta essendo stato previsto un’ampio spazio verde inutilizzato.

4. Altra segnalazione riguarda il bagno per le persone con disabilità: durante il gruppo di lavoro d’Istituto ho saputo dalla Dirigente che è stato adibito il bagno docenti per gli alunni con difficoltà al posto del bagno “attrezzato” (previsto dai costruttori) perché quest’ultimo è stretto senza possibilità di contenere più persone, un mobiletto per il cambio, una sedia, una panchina per chi non riesce a stare in piedi e necessita di essere coricato.

Ritengo che in uno stabile nuovo non sarebbero dovuti mai sorgere questi problemi, in primis la pari accessibilità per tutti gli alunni dall’entrata principale senza discriminazioni: pari accessibilità sancita dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità e ratificata dall’Italia con la Legge 3 marzo 2009 n. 18.
Probabilmente per molti sarà insignificante ma io mi chiedo, perché mia figlia non può più entrare la mattina con i suoi compagni di scuola (come avveniva nel plesso vecchio) e timbrare la tessera facendo la fila con gli altri?
Perché privarla della possibilità di sentirsi parte integrante della società scolastica comportandosi come gli altri?

Pertanto chiedo per mia figlia, per i presenti e futuri alunni con disabilità, di rendere Accessibile il nuovo plesso appena costruito garantendo l’accesso a “tutto per tutti” e principi fondamentali quali la dignità, l’autonomia individuale, l’indipendenza delle persone, la non-discriminazione, la piena ed effettiva partecipazione ed inclusione nella società sulla base di uguaglianza e rispetto delle differenze.

Nell’attesa di un Vostro effettivo riscontro, porgo distinti saluti.

Guastalla, 10 febbraio 2011
Pizzi Elisa

13 commenti

  1. L’insensatezza commento del sig. Grandi non merita replica, scrivo solo per ribadire l’impegno di Elisa, e da ben prima che esistessero le liste civiche a 5 stelle!

  2. Io sono stata invitata a Tg Reggio per presentare il problema in prima persona come madre di una ragazzina con disabilità per “mettere anche la faccia” in quello che dico e faccio.
    Forse Carlo non hai sentito bene il servizio nè letto bene la lettera perchè non c’è alcun accenno di sfogo nè strumentalizzazione.
    Chiedo soltanto per mia figlia e per tutti gli alunni con disabilità una dignitosa ed uguale partecipazione alla società scolastica!
    Chiedo troppo? Non credo proprio!!!

  3. Carlo Grandi

    Secondo me chi discrimina i portatori di handicap è proprio chi li usa per apparire e nutrire polemiche sterili…
    Se c’è un problema, è necessario andare in TV a sfogarsi?
    Tutto questo è frutto di quel berlusconismo che avversate tanto ma di cui in realtà siete frutto voi grillini…

    • Sull’handicap non si scherza. Il sig. Grandi credo abbia perso un’ottima occasione per stare zitto!
      Purtroppo, al giorno d’oggi, quando scrivi agli amministratori pubblici e non ti rispondono (come ha fatto Elisa), l’unico modo che rimane è la via mediatica, che non è utilizzata per “apparire”, ma per denunciare problemi.
      Se lei cerca una forza politica nata dal berlusconismo, vada sul sito dell’Italia dei Valori… O su quello del PD (non è forse il PD che raccoglie firme contro Berlusconi?).
      Il Movimento 5 Stelle è nato per portare avanti il proprio programma, per fare proposte concrete e semplici, come quelle che fa Davide Zanichelli in consiglio. Non è nato per far perdere il PD, non è nato per far dimettere Berlusconi.
      Sulla questione disabilità, probabilmente non segue molto i lavori di questa lista: come prima proposta in consiglio comunale, mentre gli altri partiti pensavano a come spartirsi le poltrone, la lista civica Guastalla 5 Stelle ha proposto una mozione per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
      Poi, certo, se vuole accusarci di populismo, demagogia e quant’altro, faccia pure. Noi lavoriamo per i cittadini e continueremo a farlo. Sempre.

      • Carlo Grandi

        l’ultima sua frase riassume il vostro qualunquismo…diffiderò sempre di chi invoca i cittadini strumentalmente!

        • A chi attacca gratuitamente chiedo cosa fa lui per il proprio paese… oppure se vede qualcosa che non va, fa qualcosa per migliorare oppure sta zitto, in disparte aspettando che qualcun’altro se ne occupi?
          Non si può vedere le cose e tacere!!!
          Inoltre… I cittadini non sono strumentalizzati dal MoVimento 5 Stelle perchè il MoVimento 5 Stelle sono i cittadini!!!

    • Caro Sig. Grandi se lei conoscesse di persona Elisa non avrebbe di sicuro mai scritto le “puttanate” che ha scritto (scusi il termine e anche il gioco di parole).

      Non so se nella sua famiglia c’è qualche persona con disabilità, dalle sue parole presumo di no, io fossi in Lei avrei molto più rispetto di chi invece vive ogni giorno, ogni ora a contatto con chi soffre e soprattutto con chi è continuamente discriminato nel SILENZIO più totale.

      Ben vengano i blog, ben vengano i TG, ben vengano le interviste, questo argomento meriterebbe le prime pagine di tutti i quotidiani!!!

  4. La vera disabilità è più sociale che fisica: quando non puoi fare come tutti ed insieme agli altri, lì si che ti senti escluso, solo, non parte di una comunità…
    L’ideale sarebbe che ci fosse più coesione fra le famiglie con questo tipo di problemi ma capisco anche che già è pesante gestire quotidianamente una situazione difficile con pochi aiuti dalle istituzioni, se poi cominciano a “remare contro”…

  5. Marco Dallai

    Grande Elisa!!!
    Non saprei cosa aggiungere… anzi sì…. GRAZIE!!!

  6. Davide Zanichelli

    Grande Elisa!!!

    Ce ne vorrebbero di cittadini che mettano la faccia per dire davanti a tutti quello che pensano!!!!

    Complimenti per il coraggio ed il senso civico!!!!

    • Alberto Borelli

      L’ Elisa è una di quelle cittadine che è pronta a battersi, impiegando il suo tempo, per promuovere il benessere sociale ed etico che oggi si va disperdendo grazie ad un enorme contributo dei partiti. Se Guastalla avesse dei cittadini come lei, oggi sarebbe molto più avanti dallo stato in cui è ridotta oggi, alle mercè di una giunta decadente e un pò ladra, e questo si riferisce alla maggioranza e all’ opposizione.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.