Home / Politica / Politica Locale / Disagi e problemi con Fer, incontro pubblico a Guastalla

Disagi e problemi con Fer, incontro pubblico a Guastalla

*****AGGIORNAMENTO 27 FEBBRAIO 2011*************************
Dalla Gazzetta di Reggio del 27 febbraio 2011:
REGGIO. Il problema ormai non ci provano nemmeno più a negarlo o minimizzarlo. I treni passeggeri della Fer sono sempre più spesso all’indice per ritardi, cancellazioni o disguidi. Tant’è che la stessa Fer ha annunciato l’intenzione di correre ai ripari con altri treni al servizio dei passeggeri. In queste settimane si è discusso in particolare di un famigerato treno merci, adibito al trasporto di argilla che toglierebbe di mezzo (o nella migliore delle ipotesi farebbe ritardare) i treni passeggeri che ogni giorno trasportano i pendolari da una parte all’altra della provincia.

Il caso di venerdì, segnalatoci da un lettore è però paradossale: «Mi sono ritrovato – scrive il lettore – ancora una volta a dover usufruire dei trasporti Fer, in particolare della linea Reggio-Ciano con partenza dalla stazione centrale di Reggio e con destinazione Bibbiano. Dopo aver timbrato il biglietto salgo sul treno programmato per le 14.10 che, puntualmente, non parte. Di un comunicato ufficiale neanche l’ombra fin verso le 14.50 con le 100 persone e più lasciate lì, sulla banchina e sul treno, senza alcuna informazione. Mi avvio verso un ufficio della stazione chiedendo spegazioni e mi sento dire che il controllore che avrebbe dovuto dirigere la nostra corsa è stato dirottato su un treno merci e, senza altre mie domande, che questo avviene semplicemente perchè un treno merci rende molto di più alle Fer che ad un treno passeggieri. I passeggeri vengono invitati a prendere il successivo partente alle 15.10, con la voce per interfono che annuncia che il treno è stato soppresso per un guasto, cosa che mi sembra quantomeno assurda visto che amici sono pronti a testimoniare che nessuna persona si è avvicinata al presunto treno difettoso e regolarmente funzionante un’ora dopo». La replica della Fer parte dalle scuse agli utenti e annuncia una inchiesta interna sull’accaduto: «L’episodio riportato dalla lettera dell’utente corrisponde alla verità e prima di tutto la direzione della Fer intende scusarsi con tutti i passeggeri che sono stati coinvolti in questo disagio. Vi è da dire però che le cause originate dalla soppressione del treno non sono altrettanto veritiere. Da venerdì scorso la Fer è impegnata a riorganizzare il giro del proprio materiale rotabile dato che verranno inseriti nella rete del trasporto regionale nuovi treni. In questo ambito si è verificato un errore di gestione del nostro personale che non è riuscito a garantire la partenza del treno con l’organico programmato. Per questo motivo la direzione Fer aprirà una verifica interna per individuare tutte le responsabilità di questo episodio che poteva essere evitato e, conclusa l’inchiesta, sanzionare i comportamenti non conformi alle direttive date per il danno creato al servizio. Vogliamo quindi smentire nel modo più netto che si sia trattato di un problema causato dallo spostamento di personale ad un treno merci».

E anche su questo Fer annuncia provvedimenti «Chiederemo formalmente anche spiegazioni all’ufficio della stazione di Reggio che avrebbe fornito tale informazione sbagliata e, in questo modo, contribuito a creare ancora più difficoltà all’utenza». Da ultimo la Fer assicura che «gli utenti che hanno rinunciato al viaggio ma che avevano vidimato il biglietto, potranno riutilizzarlo per la stessa tratta».

*****AGGIORNAMENTO 25 FEBBRAIO 2011*************************
Dalla Gazzetta di Reggio del 23 febbraio 2011:
GUASTALLA. Correttivi per limitare i disagi provocati dai continui ritardi dei treni, introduzione del sistema «Chiamatreno» per informare i viaggiatori su eventuali soppressioni di treni e bus sostitutivi e l’arrivo (forse) di nuovo materiale rotabile per la linea Parma-Suzzara. Questo l’esito dell’ennesimo incontro che si è svolto ieri pomeriggio nella sede municipale di Guastalla tra Gianfranco Parenti, responsabile delle relazioni esterne degli utenti Fer, Remo Scaravelli, per la circolazione ferroviaria, Fabrizio Porzionato, per orari e comunicazione, amministratori comunali della Bassa reggiana e i membri del comitato IntrenoperParma a cui si è aggiunto anche un rappresentante degli utenti della linea Guastalla-Reggio. I problemi sviscerati dai pendolari sono sempre i soliti da quando è stata riaperta la linea dopo i lavori sul ponte di Sorbolo: disservizi, ritardi, treni che non partono per guasti o per presunte mancanze di personale, treni vecchi con servizi igienici precari e carrozze fredde. Gianfranco Parenti, stizzito per la presenza dei giornalisti, ha «promesso» che cercherà di apportare correttivi affinché i disagi vengano limitati anche se ha ammesso che la linea Parma-Suzzara, ha un sistema di circolazione arretrato: «Il problema sono i lavori alla stazione di Parma. Stiamo realizzando un sistema di governo e controllo unico, denominato Ctc, che deve dialogare per motivi di sicurezza con la rete Rfi, su cui la Fer sta investendo, ma occorre tempo. Presto arriveranno sulla linea i nuovi Atr diesel». Massimiliamo Maestri presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa ha proposto un patto tra Fer, amministratori e pendolari: «Rimpiango i tempi di don Camillo e Peppone. Almeno i treni circolavano». Marcello Stecco, consigliere provinciale del Pd: «E’ in gioco la credibilità del servizio pubblico. Siamo preoccupati perché i disagi continuano nel tempo e le famiglie devono sobbarcarsi costi non previsti». (m.p.)
*************************************************************************************

Ci eravamo già occupati della vicenda “ritardi inaccettabili sulla linea ferroviaria Guastalla-Reggio” pubblicando una lettera aperta di un cittadino. Ad oggi il problema non è stato risolto.  Nella giornata di Martedì 22 febbraio 2011, alle ore 18.00, presso la sala consiliare del Comune di Guastalla si svolgerà un incontro organizzato dal comitato viaggiatori per discutere con i responsabili Fer dei problemi irrisolti del trasporto pubblico. Ci saremo anche noi.

Continuano i disagi per i pendolari della Bassa, in particolare i viaggiatori della linea Suzzara-Guastalla-Parma gestita da Fer, così pure quelli che da Guastalla devono recarsi a Reggio in treno. Corse sospese per mancanza di personale, ritardi, soste inspiegabili in campagna.

“Non sappiamo più a chi chiedere informazioni per conoscere le ragioni di questi continui disagi. L’Act scarica le responsabilità sulla Fer e alla Fer non risponde mai nessuno” riferiscono i viaggiatori.

Martedì 22 febbraio alle ore 18, presso la sala consiliare del Comune di Guastalla, si terrà un incontro organizzato dal comitato viaggiatori per discutere con i responsabili Fer dei problemi irrisolti del trasporto pubblico.

4 commenti

  1. Confidiamo in un vostro resoconto su quanto detto a questo incontro. grazie per quello che fate continuate così

    • Marco Dallai

      Ciao Carlo,

      purtroppo la persona che avrebbe dovuto relazionarci, causa problemi famigliari, non ha potuto essere presente all’incontro.
      Ci siamo però già attivati per avere notizie in merito.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.