Home / Eventi / E’ stato morto un ragazzo: prima nazionale su beppegrillo.it

E’ stato morto un ragazzo: prima nazionale su beppegrillo.it

Martedi 25 gennaio alle ore 21 sul sito www.beppegrillo.it sarà trasmessa in streaming la prima nazionale del documentario “E’ stato morto un ragazzo”, di Filippo Vendemmiati.

All’alba del 25 settembre 2005 Federico Aldrovandi, da poco compiuto diciotto anni, incontra una pattuglia della polizia nei pressi dell’ippodromo, a Ferrara. Cinque ore dopo la famiglia apprende della sua morte.

Il film  ripercorre le vicende umane e giudiziarie legate alla fine di Federico, le ricostruzioni della polizia e la tesi della morte accidentale, lo smarrimento e il dolore di parenti e amici e l’inchiesta inizialmente destinata all’archiviazione.
Poi i primi sospetti, il corpo sfigurato del ragazzo, le versioni ufficiali smentite dalle analisi, il coinvolgimento delle forze dell’ordine, i depistaggi e lo scandalo mediatico. Su tutto il coraggio di una famiglia e la sua battaglia per ottenere giustizia.

Il film, non distribuito dai circuiti tradizionali cinematografici e televisivi, sarà proiettato a titolo gratuito.

2 commenti

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.