Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Guastalla Consiglio Comunale del 30 novembre 2010: una “supercazzola” a Zelig Circus

Guastalla Consiglio Comunale del 30 novembre 2010: una “supercazzola” a Zelig Circus

Solito Consiglio Comunale “fiume“, da intendersi non come diminutivo del sempre più “desaparecido” consigliere comunale in quota PD Carlo Fiumicino (solita assenza giustificata…), ma semplicemente come aggettivo più consono alle sedute del Consiglio Guastallese: tra il consueto ritardo d’inizio dei lavori, alcuni siparietti degni di Zelig Circus e una sempre più palese difficoltà nell’interpretare il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale di Francesca Fiorani, l’orario di fine lavori ha sforato ancora una volta l’una di notte!!!

Tutto è iniziato dalla solita risposta NON risposta dell’Assessore Bartoli alla nostra interpellanza: 20 minuti tra gli sbadigli generali, colleghi di maggioranza compresi, per una “supercazzola“, così la definita il nostro consigliere Zanichelli, che non ha fatto altro che confermare quello già risaputo e cioè come l’Assessore Bartoli, in questa vicenda, sia stato contemporaneamente l’erogatore del contributo all’associazione APS Guastalla Studio e Lavoro, in qualità di membro della giunta con delega alla Cultura, e beneficiario del bonifico per l’acquisto dei libri in qualità di figura dirigenziale della società “Guastalla Storia e Patria”.
Poco importa che con la sua filippica, il Sig. Bartoli, abbia voluto prima dimostrare che il tutto sia stato legale “attraverso l’azione di due associazioni private, nell’ambito di scelte previste dai rispettivi statuti. Nella piena legittimità” (noi non abbiamo mai detto il contrario, ma moralmente? forse un conflittino d’interessi…) e poi, con tanto di lettura di una email datata 27 dicembre 2009, scaricare le responsabilità della “triangolazione” Comune – APS “Studio Lavoro” – “Guastalla Storia e Patria” sull’ormai onnipresente Marco Lusetti.
Inoltre resta sempre da capire il motivo per il quale per tale progetto didattico, che prevedeva l’organizzazione di iniziative volte a favorire percorsi di formazione scolastica finalizzati al conseguimento di diploma di maturità, siano stati scelti volumi di storia guastallese e non pubblicazioni più adatte per chi ha difficoltà evidenti nello studio.

Apriamo una parentesi per segnalare che, nonostante Lusetti sia stato messo alla porta da qualche mesetto, martedì sera si è rimaterializzato tra i banchi della sala consiliare sotto forma cartacea… infatti prima dell’inizio della seduta consiliare, l’ex Assessore De Lorenzi ha distribuito a tutti consiglieri, nonostante il tentativo di placcaggio non andato a buon fine della Presidente del Consiglio Fiorani, una lettera (intestata ma non firmata) di Marco Lusetti come fresco Presidente dell’APS Cittadini in cui l’ex uomo forte del Sindaco Benaglia ribadiva all’amministrazione il fatto che l’Associazione da lui presieduta aveva più volte rimarcato alla giunta il proprio operato in merito ai patrocini onerosi oggetto del contenzioso da qualche mese a questa parte. Inoltre da questo documento emerge una fattura di APS Cittadini per l’anno 2009-2010 per l’installazione di luminarie. In merito abbiamo chiesto se sia mai esistita una convenzione tra il Comune e l’Associazione di diritto privato che abbia permesso alla stessa di raccogliere soldi dai commercianti per le luminarie… Ma la nostra domanda non riceverà risposta… IL CAOS REGNA!!!

Per il punto successivo dell’OdG in discussione, niente sbadigli invece per il “soldato Ryan” Marco Tagliati (PDL). La giovane “recluta pidiellina”, mandata in avanscoperta dai “generali” di maggioranza, si è fatta protagonista di un’altra bella lettura degna di un’omelia domenicale, e tutto per negare, come tra l’altro ampiamente previsto, la costituzione di una commissione speciale d’indagine richiesta dalle opposizioni che avrebbe dovuto mettere in luce eventuali passaggi oscuri sulle recenti vicende dei patrocini onerosi pro APS Cittadini. Il motivo del diniego? Semplice, per il prode “soldato Ryan” portavoce della maggioranza, l’amministrazione avrebbe già dato ampie e puntuali (come???) risposte in merito ed, nel caso, è pronta a sua tutela ad avviare procedimenti legali futuri nei confronti di APS Cittadini.
In risposta non potevamo che porre una domanda: se l’amministrazione è così tranquilla e sicura perchè allora non avviare un indagine che non potrà che confermare il suo buon operato? O si ha paura di scomode verità che potrebbero emergere?

Ma la seduta va avanti e nel caos più totale, tra grida, incomprensioni, e procedure incomprensibili con una Presidente del Consiglio Comunale in completa balia degli eventi,  si passa all’approvazione del discutibile assestamento generale del bilancio di previsione 2010. Discutibile perchè? Salta all’occhio uno stanziamento di ben 50000,00 euro per un impianto di video sorveglianza… Di primo acchito abbiamo avuto un sobbalzo: vuoi vedere che si è deciso di installare le videocamere in Consiglio Comunale? No niente… ci siamo sbagliati. I luoghi e le persone da sorvegliare sono altri…
Ci chiediamo, a fronte di ciò, con quale coraggio si chiede poi ai genitori delle scuole elementari di partecipare con offerte in denaro alle spese di cancelleria per la gestione dell’anno scolastico dei propri figli… Lo stesso Consigliere Comunale di maggioranza Alfieri (PDL) ha avuto da ridire, seppur velatamente, sul metodo di assegnazione dei fondi in bilancio.

Ma il multi incaricato assessore Avio Manfredotti ha poi subito prontamente risposto che ha già fatto tanto per gli educatori e  per i bambini stranieri. Una riflessione su quest’ultimi: ottenere un insegnante a 12 ore in più la settimana in una classe con una presenza massiccia di stranieri sia stata conquista a seguito della costanza dei genitori che hanno esercitato il “diritto allo studio” per i propri figli attraverso lettere presentate all’Istituto Comprensivo, in Comune ed al Provveditorato!!!
Tornando alla votazione del bilancio, in ogni caso, abbiamo già dichiarato che fintanto che questa giunta di centro destra avrà al suo interno componenti dei quali non ci possiamo fidare per la gestione di denaro pubblico, il MoVimento 5 Stelle voterà CONTRO a qualunque atto di bilancio.

La serata però non si esaurisce di certo qui e si arriva alla votazione riguardante l’approvazione di una “variante minore al PAE” vigente per la richiesta d’installazione di un ulteriore impianto di lavorazione delle sabbie (analogo a quello esistente). A nostro avviso questo permetterà, probabilmente, anche nei prossimi anni dopo la scadenza dei contratti in essere l’ennesimo stupro dell’area golenale del fiume Po.
Su questo argomento siamo stati gli unici a sollevare questioni, soprattutto in previsione futura. Ma per noi, come da nostro programma, l’area golenale del grande fiume dovrebbe essere trasformata in attrazione turistica. A quanto pare per altri, PD compreso, invece tale area sembra debba essere utilizzata semplicemente per scavi e gestione delle sabbie. Vorrà dire che alla domenica le famiglie Guastallesi potranno portare i loro figli a divertirsi sopra i nastri trasportatori nelle installazioni golenali… Abbiamo cercato di sollecitare la maggioranza a prendere un impegno e “dichiarare che non si scaverà ulteriormente alle autorizzazioni vigenti“. Però a questa nostra proposta, per bocca della rediviva Elisa Rodolfi Assessore all’Ambiente, hanno detto NO: “al momento non ha senso discutere di ciò…“.
Per la cronaca, la variante minore al PAE è stata approvata… ma senza il nostro voto!

E così via veloci, si fa per dire, all’approvazione con il conseguente recepimento della riforma Brunetta. La riforma Brunetta impone un cambiamento delle strutture degli enti pubblici, additati dal ministro di essere i colpevoli delle inefficenze italiane. Beh, questo per noi è qualunquismo, perchè la riforma Brunetta non risolve i reali problemi del paese.
Essi sono:

  • Pluri incarichi. Capita troppo spesso di trovare in società partecipate ex componenti di partito, che vengono messi a ricoprire poltrone nei consigli di amministrazione delle società. Ne è il classico esempio il Vicepresidente di Iren Villani: Capogruppo in regione del PDL e che sembra guadagnare più di Obama
  • Infiltrazioni mafiose negli appalti. E’ notizia di questi giorni il riconoscimento di supposte infiltrazioni mafiose in divese società della nostra provincia.
  • Clientelismo. Di questo a Guastalla se n’è parlato parecchio. Purtroppo.
  • Sprechi. A partire da tutto il carrozzone politico Italiano: il più esoso del mondo!!!

Questi sono alcuni dei veri problemi dell’Italia. La riforma Brunetta accolla ai dipendenti statali colpe che invece risiedono nella casta politica, nella stessa Casta di cui fa parte Brunetta.

Siamo quasi alla fine, ma visto che non ci si voleva far mancare proprio nulla, martedì sera, in concomitanza con la votazione alla camera del DDL “Gelmini” sulla Scuola, le opposizioni hanno presentato giustamente un Ordine del Giorno condiviso contro tale riforma, al quale la maggioranza prima a votato a favore della sua discussione e poi contro per la sua attuazione (chiedeva a tutti i deputati reggiani di votare contro a tale legge).
A rispondere per la maggioranza è stato il Consigliere Benatti (PDL) il quale, brevemente, ha dichiarato che l’università così allo stato attuale è pessima e quindi qualcosa andava fatto… (in peggio chiediamo noi?!) e quindi per lui ben venga questa riforma la cui firmataria, ricordiamo, è quella stessa Mariastella Gelmini già sfiduciata per inoperosità da presidente del consiglio del comune di Desenzano del Garda e diventata avvocato a Reggio Calabria… E chiedetevi il motivo per il quale una laureanda di Brescia sia scesa in Calabria per l’esame finale… Che fosse stata stimolata dall’alta percentuale di novantatré per cento di ammessi agli orali?!… E… sì…. da che pulpito vero Mariastella???

E qui chiudiamo questo resoconto, speriamo almeno di non esserci dilungati troppo e soprattutto di essere riusciti a condensare in queste righe oltre 4 ore di Consiglio… E poi non vorremmo mai rubare il titolo di “supercazzola” a qualche Assessore dalla “triangolazione” facile…

p.s. 1
Ci stavamo dimenticando dell’ultimo punto dell’ODG e cioè quello, proposto da noi in precedenza, sulla modifica del Regolamento del Consiglio Comunale per prevedere la pubblicazione delle convocazioni delle commissioni su internet. Testo passato all’unanimità.

p.s. 2
Abbiamo citato la famosa “supercazzola” non ha caso… Speriamo che il grande Mario Monicelli, che ci ha lasciati qualche giorno fa, non c’è ne voglia… CIAO MAESTRO!!!

Qui sotto il commento del Consigliere Davide Zanichelli a fine Consiglio:

4 commenti

  1. Davide Zanichelli

    Soldi di Guastalla “sprecati” dall’amministrazione delle destre PDL-LEGA-UDC nel 2010:

    -> 20.000 società energetica Genera, costituita e liquidata in pochi mesi senza AVER FATTO NULLA

    -> 35.000 di patrocini onerosi discutibili ad associazioni(Aps Cittadini e APS Guastalla studio e lavoro)

    -> 5.000 per l’impianto di videosorveglianza all’ingresso del municipio

    -> 30.000 dichiarati per lo spostamento della sede della polizia municipale

    -> 22.000 per l’ AUMENTO del contributo alle SCUOLE PRIVATE, passato da 227.350 del 2009 a 250.000 per il 2010

    -> 50.000 per l’impianto di videosorveglianza stanziato a bilancio per dicembre 2010

    SVEGLIA GUASTALLA. STANNO BUTTANDO VIA I TUOI SOLDI.

  2. Continuo a soprprendermi (forse non dovrei?)a sentire durante il Consiglio Comunale “caos” nel vero senso della parola.
    Cosa dovrebbe dire un semplice cittadino che assiste a mancate o errate votazioni dovute a disattenzione, problemi con i microfoni, non rispetto delle varie fasi sancite dal regolamento comunale, assenze per “pause personali” e…
    … e discussioni dei punti da parte dei consiglieri di opposizione (eh si perchè quelli di maggioranza non parlano quasi mai)che si trovano a “scoprire” al termine dell’esposizione che quello che hanno detto era anche una dichiarazione di voto e…
    … e assistere al continuo “annaspare” dell’amministrazione aggiungendo giustificazioni su giustificazioni per le delibere affidate ad Associazioni che crescono come funghi ma hanno sempre un filo conduttore con la maggioranza e…
    … e assistere mille volte alla stessa scena sul “non ci sono soldi ma miracolosamente compaiono per le telecamere per la videosorveglianza e vedere miseramente che a queste è stato destinato lo stesso importo destinato al fondo solidarietà per le persone in crisi…
    …cosa dire se non… “è un bello schifo?”

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.