Home / Comunicati / Guastalla ed i 2000 euro per libri storici: Eugenio Bartoli deve dimettersi

Guastalla ed i 2000 euro per libri storici: Eugenio Bartoli deve dimettersi

Succede che l’Assessore Eugenio Bartoli sia contemporaneamente erogatore del contributo all’associazione APS Guastalla Studio e Lavoro, in qualità di membro della giunta con delega alla Cultura, e beneficiario del bonifico per l’acquisto dei libri in qualità di fondatore e presidente di Guastalla Storia e Patria.

Prima il caso Enci dei mega-incarichi ha fatto traballare la poltrona dell’Assessore alla Cultura Bartoli, poi il taglio di 84.300 euro da parte della sua stessa amministrazione comunale al proprio assessorato, operato il 30 Settembre con una variazione di bilancio ha dato un altro scossone ed ora noi della Lista Civica Guastalla 5 Stelle speriamo con quest’interpellanza di far capire che il Sig. Eugenio Bartoli non può continuare a ricoprire la propria carica istituzionale in seno alla giunta Guastallese, pertanto, deve dimettersi.

Ormai un anno fa, esattamente il 15 gennaio 2010, la giunta della maggioranza PDL-UDC-LEGA aveva patrocinato l’associazione APS GUASTALLA STUDIO E LAVORO per l’organizzazione di iniziative volte a favorire percorsi di formazione scolastica finalizzati al conseguimento di diploma di maturità per un importo di 14.000 Euro (soldi dei Guastallesi).
Associazione la cui presidente è Cinzia Negri che, “guarda caso”, è stata la prima dei “non-eletti” della lista Lega-PDL-UDC di Guastalla.

Successivamente, s’è appreso, grazie alle richieste d’informazioni del consigliere Massimo Comunale (Gruppo Misto – Rifondazione Comunista), che parte del contributo dato all’Associazione APS GUASTALLA STUDIO E LAVORO (2.000 Euro) è finita per l’acquisto di libri di “storia Guastallese antica” realizzati dall’Associazione Guastallese di Storia e Patria, il cui presidente, “guarda caso”, è sempre il solito Assessore alla Cultura Eugenio Bartoli.
Libri dei quali, come riportato da alcuni organi di stampa, la stessa presidente Cinzia Negri dell’Associazione APS GUASTALLA STUDIO E LAVORO “non ne ha mai visto nemmeno la copertina“. Ma per Bartoli sarebbe esistito un accordo, che Cinzia Negri smentisce, per il quale i Libri sarebbero poi finiti a Palazzo Frattini.

A parte il fatto che ci chiediamo come dei libri di storia antica Guastallese possano interessare a chi deve superare l’esame di maturità, è evidente che sembrano esserci gli estremi per parlare del solito e probabile conflitto di interessi che ormai lo si può definire quasi un “marchio” di fabbrica per questa giunta (vedi il caso delle delibere onerose “facili” all’Associazione APS Cittadini).

Pertanto noi della Lista Civica Guastalla 5 Stelle chiediamo che l’Assessore Eugenio Bartoli risponda all’interpellanza (allegata e depositata oggi stesso) in Consiglio Comunale rendendo conto dei 2.000 euro che, ricordiamo, vengono dalle “tasche dei Guastallesi”. Con questo inoltre ribadiamo fortemente che il Sig. Eugenio Bartoli non può continuare a ricoprire il ruolo di Assessore alla Cultura Guastallese e pertanto deve dimettersi.

Davide Zanichelli
Capogruppo Consiliare Lista Civica Guastalla 5 stelle

19 commenti

  1. Ma se il tronfio Eugenio Bartoli si firmasse col suo nome anziché continuare a nascondersi dietro allo pseudonimo Mauro Alberti? Noi almeno la nostra faccia ce la mettiamo. Pavido in tutto. D’altra parte è solo a difendere se stesso. Notoriamente.

  2. Mario Dallasta

    Nel volantino del PD di un mese fa, dal titolo “IPSE DIXIT, le chiacchiere dell’assessore Bartoli”, tante cose venivano evidenziate, compreso il viaggio-vacanza a Roma con un rimborso che Brunetta non ammetterebbe. Mauro Alberti, che non è di Guastalla a meno che non sia lo pseudonimo di qualcuno che frequenta piazza mazzini 1, evidentemente non vuole mettere in conto che i fatti narrati e testimoniati potrebbero configurare il reato di peculato (ha fatto fare un giro fittizio ai soldi perchè gli entrassero nelle tasche). Ovviamente si è in attesa che venga costituita la commissione consiliare d’indagine per fare chiarezza su tutto, sempre che qualcuno della maggioranza abbia un po’ di coscienza e di scrupolo. In ogni caso c’è materia per un esposto alla corte dei conti e alla procura. Ultima annotazione: Benaglia non si rende conto della ridicolaggine in cui cade sovente. Già nel penultimo consiglio comunale aveva detto che il comune è casa sua non rendendosi nemmeno conto che comune vuol dire di tutti. Nell’ultimo, invece, è riuscito a dire che lui è democratico (anche se illegittimamente non ha messo all’odg la richiesta di mozione per la costituzione della commissione speciale) perchè fa parlare l’opposizione. Annoveriamo l’affermazione più all’ignoranza che alla protervia e all’arroganza, non essendo lui e la presidente del consiglio molto afferrati nel regolamento del Consiglio. Certo è che l’opposizione parla e incalza, ma dai banchi della maggioranza mai una parola di risposta e di confronto. Ma si sa che Benaglia ha solo fretta di chiudere le sedute di consiglio e, in questo, i suoi consiglieri gli danno una mano, compreso il suo vice e consigliere Jafrate che ha cercato di far zittire l’ass. Manfredotti che cercava timidamente di spiegare il perchè della rinegoziazione dei mutui.

  3. mauro alberti

    Eh ragazzi miei, solito discorso… si fa presto ad abbaiare per qualunque cosa e si fa meno presto a produrre papiri, che tuttavia, a quanto pare, vi lasciano col sedere per terra…

    Il fatto che poi ora come ora prendiate come oracoli la cricca di Lusetti per dar contro all’amministrazione, bè, diciamo che la dice lunga sulle vostre reali intenzioni e coerenza…. ma d’altra parte, ora che il povero agazzani si è rivelato per quello che è (6 volte a guastalla in 10 mesi, si dev’essere proprio rotto la testa…), come si dice, the show must go on, no?

    • caro Mauro sei completamente OT…

      qui si discute su un Assessore che è stato contemporaneamente erogatore di un contributo ad un’associazione, in qualità di membro della giunta con delega alla Cultura, e beneficiario del bonifico per l’acquisto di libri in qualità di fondatore e presidente della società produttrice…

      Metti da parte le “seghe mentali” e rispondici sul tema…

      Saluti

    • …dimenticavo
      il tutto comprovato da atti ufficiali.
      Ed inoltre dulcis in fondo… tali libri nemmeno sono andati all’associazione che avrebbe dovuto usufruirne (parola del Presidente di tale associazione)

      Che bel quadretto…

  4. E’ già da qualche mese che assistiamo ad un continuo batti e ribatti… e davanti all’evidenza l’assessore Bartoli continua a “produrre” papiri di risposte… la trasparenza di operato non avrebbe bisogno di tante spiegazioni!!!

    • mauro alberti

      “Parola del presidente dell’associazione” = cricca di lusetti, cvd.

      Ah Marco, così per curiosità, trovami un commento che non sia o vada OT in questo post, poi ne riparliamo ok?

      • Caro Mauro continui a commentare a modo tuo, e va benissimo ci mancherebbe… Però continui ad evitare il succo dell’articolo riparandoti dietro alla “CRICCA di LUSETTI”.
        Il punto del discorso, se non ti è chiaro, è questo:

        “Succede che l’Assessore Eugenio Bartoli sia contemporaneamente erogatore del contributo all’associazione APS Guastalla Studio e Lavoro, in qualità di membro della giunta con delega alla Cultura, e beneficiario del bonifico per l’acquisto dei libri in qualità di fondatore e presidente di Guastalla Storia e Patria.”

        Qui cosa c’entra l’eventuale cricca di Lusetti?

        p.s.
        la puntualizzazione sull’OT non voleva essere un rimprovero, ma solo una sottolineatura che non mi commenti l’articolo ed I FATTI accaduti…

        • mauro alberti

          Il punto del discorso è che ultimamente state esprimendo giudizi sommari dando per oro colato quello che vi dicono gente come Cinzia Negri e Agazzani che, coscienti (CN) o meno (AA), sono la cricca di quel Lusetti per il quale avete pure una rubrica dedicata su questo blog. Poco ci manca che chiamiate direttamente lui a intervenire per dire la verità! Personalmente è qui dove vedo incoerenza. Denunciare è un conto ed è cosa buona e giusta, ma dare un giudizio senza aver sentito prima entrambe le parti è superficialità.

          • Caro Mauro continui a cascarci… e ad evitare qualsiasi commento in merito all’articolo.
            E stando sul tema, ti posso assicurare che non prendiamo per oro colato quello che dice la Negri, ma semplicemente ci basiamo su documenti ufficiali con timbro comunale. Questi sono i fatti. Se poi il Sig. Bartoli può altrettanto dimostrare con atti ufficiali che la vicenda non è andata così… che lo faccia.

            Inoltre quale sarebbe il giudizio da noi dato? Illuminaci perchè penso di non averlo mai letto… ma forse è solo un problema di superficialità nostra… Mah…

          • mauro alberti

            [quote]Inoltre quale sarebbe il giudizio da noi dato? Illuminaci perchè penso di non averlo mai letto… ma forse è solo un problema di superficialità nostra… Mah…
            [/quote]
            [quote]
            Con questo inoltre ribadiamo fortemente che il Sig. Eugenio Bartoli non può continuare a ricoprire il ruolo di Assessore alla Cultura Guastallese e pertanto deve dimettersi.[/quote]

            Marco dai, facciamo le persone serie… se no niente, continuate pure a fare come con la vicenda agazzani e poi domandatevi come mai a commentarvi il blog siete voi 3/4 fissi a pomparvi l’un l’altro…

          • Io sono serissimo dall’inizio.
            E tu continui imperterrito ad evitare qualsiasi commento in merito, ma ti limiti a sparare sentenze senza conoscere I FATTI… e ripeto “I F-A-T-T-I”.

            Non so di dove tu sia, ma se tu fossi di Guastalla e sapessi quanto sappiamo noi e non solo, approveresti di avere in carica un assessore, che nonostante non abbia fatto nulla di irregolare legalmente parlando, è in probabile e palese conflitto d’interessi?

            Qui la cricca non c’entra nulla caro Mauro. Qui ci vuole buon senso. Quando si riveste un ruolo pubblico, la moralità dei propri atti deve essere al primo posto e non deve assolutamente suscitare sospetti.

            Per quanto riguarda i commenti qui sul sito… saremo anche in due gatti… ma siamo orgogliosi di esserlo, almeno personalmente, se chi commenta lo fa faziosamente senza entrare nel merito, come stai facendo tu.

            Passo e chiudo
            Senza rancore
            Marco

          • come dice Marco i FATTI son fatti…
            anche mettendo da parte le dichiarazioni di chiunque, c’é un bonifico effettuato dal comune, su impulso dell’assessore alla cultura, a beneficio di una associazione di cui è presidente l’assessore stesso.
            Che ne pensi di questo?

            Inoltre toglimi una curiosità, cosa ne pensi del fatto che abbiamo messo a disposizione di chiunque in pari misura, compresi Bartoli e Agazzani, lo spazio del nostro blog per un confronto???
            Non credi che questa sia imparziale ricerca della semplice verità??
            Cosa intendi con “papiri, che tuttavia, a quanto pare, vi lasciano col sedere per terra”??
            a quanto pare da cosa??
            e perché dovrebbero lasciasci col sedere per terra??
            Le nostre istanze di trasparenza partono da molto più lontano di questo articolo, non ne dipendono certamente e non son rivolte al solo Bartoli…perché difendi a spada tratta solo lui?

          • Davide Zanichelli

            Mauro,
            Grazie per la tua cortese attenzione ed i tuoi preziosi contributi.
            Non aggiungo null’altro che i miei amici hanno già scritto.
            Su questo blog si cercano di documentare il più possibile le cose, ed in certi casi, si danno giudizi.
            1) Per la diatriba Agazzani, se guardi, abbiamo lasciato carta bianca sui giudizi. Ciascuno la pensi come vuole, e dica la propria. Il commento è personale, firmato e quant’altro.(Dovremmo cancellare i commenti? Dovremmo cancellare il post? Non avremmo dovuto chiedere informazioni?…mah..)
            2) Per il discorso Bartoli (agazzani o non), personalmente io ne chiedo le dimissioni. Ma per un saaaacco di cose, che, se tu avessi l’attenzione di leggere sul nostro blog o di parlare coi guastallesi troveresti giustificate o quanto meno giustificabili (vuoi un elenco o fai da solo?).
            Se poi tu non pensi che Bartoli si debba dimettere, beh, allora questa è un’opinione tua.

            Ma non mia. Per me, Guastalla ha bisogno di un Assessore alla cultura. Ora non ce l’ha.

            Ancora grazie per la tua attenzione.

            Nella speranza di discutere in futuro di temi quali:
            Rifiuti Zero
            Riduzione Consumi d’ernergia
            Connettività
            Lavoro
            Scuola
            e altro…
            (magari quando questa maggioranza si metterà a deliberare….cosa che ora non sta facendo)

            Davide Zanichelli

  5. Davide Zanichelli

    Caspita, ma queste voci sul viaggio a Roma sono sempre più insistenti…
    Certo che, se fosse vero…la commemorazione del matrimonio di Napoleone non è una sufficiente giustificazione per addebitare 500 euro (ma neanche 5) alle tasche dei guastallesi…
    un altro schifo che si aggiunge al lungo elenco….

  6. E sui 500 (o 600?) € messi in conto al Comune di Guastalla per andare a Roma alla commemorazione delle nozze di Napoleone e Maria Luigia non dite nulla?
    Considerazione: ma oltre ad una montagna di problemi, che altro ha creato Eugenio Bartoli in più di un anno come assessore alla Cultura per Guastalla?
    E come mai Giorgio Benaglia continua a difenderlo a spada tratta? Qualcuno potrebbe legittimamente pensare che vi siano interessi in comune fra i due… Non certamente che se lo tenga in giunta per il grande prestigio che porta alla sua giunta, considerando i trascorsi, il presente ed un curriculum sostanzialmente inesistente e totalmente autoreferenziale.
    E come mai la Lega Nord tace? Non erano loro quelli del “fuori le mele marcie” e della limpidezza ad ogni costo?
    Mah!?

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.