Home / Politica / 25 novembre 2010 NO alla violenza sulle donne: una giornata non basta!

25 novembre 2010 NO alla violenza sulle donne: una giornata non basta!

“I diritti umani delle donne e delle bambine sono un’inalienabile, integrale ed indivisibile parte dei diritti umani universali” (Dichiarazione di Vienna 1993 – I, 18)

“La violenza contro le donne è forse la violazione dei diritti umani più vergognosa. Essa non conosce confini né geografia, cultura o ricchezza. Fin tanto che continuerà, non potremo pretendere di aver compiuto dei reali progressi verso l’uguaglianza, lo sviluppo e la pace” (Kofi Annan, Segretario Generale delle Nazioni Unite)

 

La realtà

  • Oggi nel mondo viene uccisa una donna ogni otto minuti
  • Oggi nel mondo ogni due donne uccise una è stata uccisa dal partner
  • Oggi nel mondo la violenza subita da partner, marito, fidanzato, padre, è la prima causa di morte e di invalidità permanente per le donne tra i sedici e i quarantaquattro anni: più del cancro, degli incidenti stradali, della guerra (fonte: Consiglio d’Europa)

Nel 2006 l’ISTAT ha raccolto e pubblicato i seguenti dati, relativi alla situazione italiana:

  • Le donne tra i sedici e i settanta anni che dichiarano di esser state vittime di violenza, fisica o sessuale, almeno una volta nella vita sono 6 milioni e 743 mila, cioè il 31,9% della popolazione femminile; considerando il solo stupro, la percentuale è del 4,8% (oltre un milione di donne).
  • Il 14,3% delle donne è stata oggetto di violenze da parte del partner: per la precisione, il 12% è stato oggetto di violenza fisica e il 6,1% di violenza sessuale. Del rimanente 24,7% (violenze provenienti da conoscenti o estranei), si hanno 9,8% di violenze fisiche e 20,4% di violenza sessuale.
  • Per quanto riguarda gli stupri, il 2,4% delle donne afferma di essere stata violentata dal partner e il 2,9% da altre persone.
  • Il 93% delle violenze perpetrate dal coniuge non viene denunciata; la percentuale sale al 96% se l’autore non è il partner. Il 91,6% degli stupri, in base a dati ISTAT, non è segnalata alle autorità.

Secondo una fonte del Ministero degli Interni, in Italia l’ambito familiare è il più a rischio: 29,1% del totale. Il partner è autore di violenze fisiche nel 62,4% dei casi, di violenza sessuale nel 68,3%, di veri e propri stupri nel 69,7%.

La violenza è trasversale e riguarda uomini e donne di ogni età, etnia, nazionalità, classe sociale e livello culturale.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.