Home / Politica / Politica Locale / Guastalla: Benaglia e Tagliati cacciano la De Lorenzi

Guastalla: Benaglia e Tagliati cacciano la De Lorenzi

Apprendiamo dalla stampa locale che Il Sindaco Benaglia ed il capogruppo PDL Tagliati avrebbero cacciato, a mezzo missiva, il già ex Assessore De Lorenzi dal gruppo PDL-LEGA-UDC.

Quindi l’Assessore De Lorenzi, già esautorato mesi fa dal ruolo di Assessore alla Scuola dopo la vicenda Lusetti-Lega-ENCI per aver appoggiato l’ex vice-sindaco Lusetti, si vede ora espulso anche dal proprio gruppo consiliare.
La replica della De Lorenzi non si è fatta attendere: «Ritengo le vostre dichiarazioni prive di validità in quanto non disciplinate da alcun regolamento e ribadisco la mia ferma volontà di rimanere all’interno del gruppo di maggioranza, gruppo in cui mi trovo per volere dei cittadini».

Una riflessione sembra d’obbligo: ci chiediamo come il Sindaco Giorgio Benaglia, causa divergenze di pensiero circoscritte alla propria parte politica, sia stato così lesto nell’espulsione della De Lorenzi dal proprio gruppo consiliare, mentre per altri due assessori candidamente ancora al loro posto e per i quali avrebbe motivi molto più gravi (vicenda ricche – anche se mai incassate – consulenze ENCI), soprattutto nei confronti dell’intera cittadinanza Guastallese, il suo comportamento sia stato l’esatto contrario.

Un commento

  1. … sono i soliti “misteri” di partito?
    I cittadini hanno tante domande per questa amministrazione… ma le risposte???
    Rispondere è un dovere… ma mi sa proprio che pensino solo ai diritti… i propri ed alle proprie “poltrone”!!!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.