Home / Politica / Politica Nazionale / MoVimento 5 Stelle: dati sull’HIV, inutile nascondere la testa sotto la sabbia

MoVimento 5 Stelle: dati sull’HIV, inutile nascondere la testa sotto la sabbia

Che si parli di malattie veneree, tossicodipendenze o esposizione alle polveri killer dell’amianto, l’autodefinitosi “inesperto” assessore regionale alla Sanità Carlo Lusenti non fa che tratteggiare un’Emilia-Romagna di fiaba, dove le persone non si ammalano, né muoiono.

Ma la politica dello struzzo non serve a risolvere i problemi. Ma solo a subire imbarazzanti ramanzine dalla presidenza del Consiglio dei ministri.

Ieri c’è stato un intenso botta e risposta fra l’assessore Carlo Lusenti e Palazzo Chigi, a proposito della relazione del Senato sulle tossicodipendenze in Italia che consegna all’Emilia-Romagna risultati non certo lusinghieri sul fronte della prevenzione all’Hiv.

Prima dell’estate noi del Movimento 5 Stelle abbiamo presentato un’interrogazione sulle politiche per la prevenzione e i dati relativi alla presenza dell’Aids in Regione (cliccate QUI per l’interrogazione). E la sola risposta dell’assessorato è stata che si fa prevenzione, e che tutto va bene (potete trovare QUI la risposta). Ma mettere la testa sotto la sabbia non è la maniera di tutelare la salute dei cittadini, anche in una regione che ha sempre fatto della Sanità un suo punto di eccellenza.

MoVimento 5 Stelle Emilia Romagna

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.