Home / Politica / Politica Nazionale / Per salvare la poltrona di Errani, pagano i cittadini.Tutti.

Per salvare la poltrona di Errani, pagano i cittadini.Tutti.

Partiamo dall’inizio: Vasco Errani, presidente della regione Emilia Romagna non poteva candidarsi alle Regionali del 2010.

E’ stato eletto presidente per la prima volta nel 1999. Non può essere eletto per più di due volte consecutive perchè la legge 165/2004 articolo 2 lo proibisce (comma f) e “la rete” (ma nel silenzio di molti media) lo ha sempre denunciato (forse Errani si sente al di sopra della legge?!). Si può essere eletti solo per due mandati consecutivi.LO DICE LA LEGGE! In Lombardia un suo emule è Roberto Formigoni, eletto presidente la prima volta nel 1995. Per questo PD e PDL su questa vicenda tacciono entrambi. Solito esempio che per i partiti la legge non è uguale per tutti.

Possibile che il Pd ed il PDL non sappiano proporre volti nuovi ma si limitino a produrre solo professionisti della politica?

Se il cittadino comune Giovanni Favia poi presenta ricorso contro il cittadino comune Vasco Errani, non capiamo proprio perché a pagare per quest’ultimo ci debbano pensare tutti gli emiliano-romagnoli. E invece è proprio così. In vista dell’udienza del 17 Settembre che discuterà il ricorso presentato contro il terzo mandato del Presidente Errani, il MoVimento 5 Stelle ha richiesto di prendere visione della delibera che costituisce la Regione parte in causa nel giudizio e abbiamo potuto verificare che Errani si difenderà attraverso il lavoro del responsabile del Servizio di Avvocatura Regionale e di un consulente legale esterno, il che comporta un surplus di spesa. Abbiamo richiesto alla Regione gli atti sul tema, e c’è stata inviata solo questa delibera, in cui non c’è alcun preventivo di spesa (?!). Ciò che però è chiarissimo è che ogni singolo contribuente emiliano-romagnolo pagherà per difendere Vasco Errani, anche quelli che non hanno votato per lui e anche quelli che condividono l’opinione sull’illegalità di un suo terzo mandato. Quindi anche i nostri 161.056 elettori pagheranno per difendere la poltrona di Vasco Errani, che però credono sia occupata in spregio alla legge. Un vero controsenso! Che la Regione ci dica quanto costerà tutto questo e che spieghi per quale motivo tutti i cittadini sono tenuti a pagare questo errore politico del Partito Democratico e della coalizione di maggioranza in regione.

Un altro bell’esempio di CASTA POLITICA….questa gente deve andare a casa…trovarsi un lavoro vero, e non scambiare il mandato politico dei cittadini per approfittare dei privilegi.

E voi? Cosa ne pensate?

5 commenti

  1. …riguardo Errani ed i favori elargiti dalla regione Emilia Romagna al fratello Giovanni Errani:

    http://www.ilgiornale.it/interni/il_modello_emilia_soldi_e_favori_fratello_capo/17-10-2009/articolo-id=391488-page=0-comments=1

    ….interessante?….no…un bello schifo.

  2. Perchè se la Legge c’è non viene rispettata dai politici???
    Se i politici sono i rappresentanti dei cittadini, io non sono rappresentata da un politico che non rispetta la legge!
    “La legge è uguale per tutti”… forse sotto in piccolo c’è scritto “ad eccezione di…”?!?

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.