Home / Politica / Politica Nazionale / NEWS disabilità…

NEWS disabilità…

Novità ed approfondimenti… perchè di disabilità se ne parla poco e le leggi che esistono, spesso non vengono attuate oppure, ancor peggio, sono sconosciute.

Scuola, personale ATA: non è un optional l’assistenza agli alunni con disabilità
Una recente nota ministeriale fa espresso riferimento agli alunni con disabilità (art.1, comma 4). Inoltre, a proposito della “Gestione comune di funzioni e servizi” tramite reti di scuole (art.3) la nota ministeriale torna a citare esplicitamente una maggiore attenzione all’assistenza agli alunni con disabilità tramite “il proficuo impiego delle risorse professionali disponibili, anche in relazione alle esigenze connesse all’inserimento scolastico degli alunni con disabilità”.
Questi accenni sembrano importanti in una normativa che contempla sempre più riduzioni numeriche di collaboratori scolastici, la cui presenza è invece essenziale per la qualità dell’integrazione. Si tenga presente la necessità di garantire il rispetto di genere delle alunne e degli alunni con disabilità con collaboratrici e collaboratori scolastici la cui presenza non è sempre garantita in numero sufficiente in ogni scuola. È appena il caso di richiamare (art. 47, 48 e la tabella A del Ccnl del 2007 e successive modifiche) secondo il quale tutti i collaboratori scolastici debbono assistere gli alunni con disabilità nell’ingresso e uscita dalla scuola e negli spostamenti interni ai locali, mentre il dirigente scolastico deve assegnare ad alcuni di loro l’incarico di provvedere all’assistenza igienica e la cura dell’igiene personale per gli alunni in situazione di maggiore gravità. A tal fine l’Ufficio scolastico regionale deve assegnare appositi fondi alle scuole, preferibilmente in rete tra loro, per l’effettuazione di brevi corsi di aggiornamento e per la retribuzione di un’apposita indennità che entra nella base pensionabile.

Nuovo codice della strada: ecco le novità per le persone con disabilità
Lo scorso 29 luglio è stata approvata la legge n.120/2010Disposizioni in materia di Sicurezza stradale” (nuovo Codice della strada).
Contrassegno invalidi: con la modifica dell’art. 74 del D.L. 196/2003 (Regolamento del trattamento dei dati personali – privacy) viene superata l’impasse normativa che ha comportato (per oltre sette anni!) moltissimi disagi per i titolari del Contrassegno invalidi.
Ora, con la modifica del citato articolo 74, si aprono “le porte” al recepimento della Raccomandazione dell’Unione Europea (n.8546/98 del 18 Maggio 1998 – fascicolo interistituzionale n. 95/0353 -SYN). Il governo italiano potrà emanare una apposita circolare ministeriale che determinerà la nuova forma fisica del Contrassegno disabili europeo, aggiungendo anche l’Italia agli oltre 15 paesi dell’Ue che hanno già adottato questo documento. In tal modo, anche i cittadini disabili italiani potranno viaggiare liberamente e tranquillamente negli altri Stati europei e non avere più problemi sul riconoscimento del contrassegno invalidi.
Si parla inoltre di:
Proventi multe per il superamento della velocità. I Comuni (o gli enti pubblici proprietari della strade) non avevano fondi sufficienti per il mantenimento in sicurezza delle strade, dei marciapiedi e della segnaletica stradale. Ora con la norma contenuta nella legge 120/2010 viene stabilito che il 50% dei proventi derivanti dalle multe per il superamento della velocità andrà ai Comuni per l’adeguato mantenimento delle strade e della segnaletica stradale (compresa quella verticale e orizzontale degli attraversamenti pedonali, dei posteggi invalidi, ecc.)… ed altro ancora! A tal proposito vi suggeriamo consultare il sito superabile.it per gli approfondimenti

Dalla UE un milione di euro per promuovere la Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità
Un milione di euro per promuovere la conoscenza e il rispetto della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità: è questo l’importo del finanziamento previsto dal bando appena pubblicato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Progress, avviato nel 2007 per favorire occupazione, integrazione e solidarietà sociale.
“L’idea generale – si legge nel bando – è quella di incoraggiare la condivisione delle informazioni e l’apprendimento tra gli Stati membri, gli accademici, gli operatori del diritto, le parti sociali e la società civile. La scadenza per la presentazione delle candidature è il prossimo 17 settembre 2010. Tutte le informazioni, compreso il testo integrale del bando, sono disponibili sul sito della Commissione europea ec.europa.eu

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.