Home / Politica / Politica Locale / Vicenda Lusetti-Lega: Giovanni Favia chiede chiarezza sul blocco di 1,7 milioni di fondi

Vicenda Lusetti-Lega: Giovanni Favia chiede chiarezza sul blocco di 1,7 milioni di fondi

Sulla vicenda Lusetti-Lega interviene anche Giovanni Favia, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, che incalza il Carroccio per avere chiarezza sui motivi che hanno portato il neo-Ministro all’agricoltura Galan a bloccare fondi per 1,7 milioni di consulenze all’Enci proposte da Marco Lusetti e la relativa lista di professionisti proposti dall’ormai ex esponente della Lega Nord.

Leggendo interventi ed interviste relative all’espulsione del vicesegretario della Lega Nord Emilia e vice sindaco di Guastalla Marco Lusetti – attacca Favia – emergerebbe che una delle motivazioni sarebbe riconducibile agli incarichi professionali pari a 1,7 milioni di euro che l’ esponente del Carroccio avrebbe cercato di affidare quando era commissario dell’Enci. Incarichi professionali che, secondo quanto si apprende, sarebbero poi stati bloccati dall’attuale ministro Galan. In nome della trasparenza politico-amministrativa annunciamo che chiederemo ufficialmente al ministro di rendere note le motivazioni che hanno portato alla non erogazione di tali incarichi professionali e di fornire i nominativi che erano stati proposti per il loro svolgimento“.

fonte: “Reggio 24 ore

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.