Home / Politica / Politica Locale / Una poltrona per due

Una poltrona per due

Guastalla sembra essere il festival delle delusioni politiche.

Anzi. delle delusioni PARTITICHE

In poco più di un anno centro destra e centro sinistra hanno dimostrato le loro lacune che ora sono più che evidenti. Lacune fatte di personalismi, e poltronismi.

Il problema attuale sono i Partiti. Sono diventati un ufficio di collocamento per mediocri. Ormai si pensa che basta avere una tessera, fare qualche anno di gavetta….e qualche incarico arriva. E quando qualcuno vuole fare gli interessi personali più forte degli altri, arriva inevitabilmente a pestare gli interessi personali di qualcuno che c’era prima.

Questi fatti deplorevoli: la figuraccia del PDmenoL alle elezioni, la figuraccia odierna della lega Nerd con l’espulsione del vicesindaco Lusetti di Guastalla dalla direzione del suo partito non sono altro che l’espressione di una politica fatta di partiti che ormai non è altro che la ricerca di posti personali.

Il problema in tutto questo è che gli interessi dei cittadini passano in secondo piano. ED E’ INAMMISSIBILE!!!!

Da un lato le continue assenze da diversi mesi in consiglio comunale del capogruppo del PD e candidato sindaco dell’anno scorso Fiumicino, dall’altro le querele minacciate subito dopo la comunicazione dell’espulsione da Lusetti. Non sono altro che espressione di meri interessi personali che si attivano in seguito a delusioni politche altrettanto personali.

Occorre ricordare però, che la politica è fare gli interessi della gente. In 12 Mesi, noi del Movimento 5 stelle abbiamo presentato 12 proposte a Guastalla, una al mese, e c’è ancora tanto da fare. Ed ora il vicesindaco pensa alle querele per Alessandri? Non ci sono cose più importanti, specialmente nel momento di difficoltà attuale?!

Se si avessero in mente gli interessi dei cittadini invece che di pochi, queste cose non succedererebbero.

Questa è ovviamente la mia opinione….invito chiunque a dire la propria nei commenti qua sotto, ovviamente nel rispetto delle persone e delle idee altrui

Davide Zanichelli

9 commenti

  1. Mi firmo Pepito per evidenti ragioni di privacy giornalistica,ma sono “rintracciabile”, per chiarimenti,spiegazioni e insegnamenti sulla latitanza, a tutti coloro che non capiscano il mio intervento al seguente indirizzo:
    fine di Viale Po, Gualtieri (RE).

    http://www.youtube.com/watch?v=Vvi2TO1SNys

    I miei più sentiti saluti
    Il vero figlio del grande Fiume

  2. caro davide e se il problema fosse l/opposto?non ti pare che i personalismi ed i poltronismi siano spaventosamente cresciuti da quando i partiti non esistono piu?
    i partiti di massa erano centri di aggregazione, di dibattito e di cultura .oggi sono un militante di un partito piccolo ma coraggioso che non teme di essere impopolare:difende gli operai di pomigliano dal ricatto fiat.denuncia la deriva razzista di questo paese e continua a parlare di diritti da difendere e di conquiste civili da tutelare e poi oggi dovremmo essere felici!!un pò di merito è anche nostro e delle nostre battaglie in comune per la trasparenza e contro l/arroganza di lusetti.

  3. ok va tutto bene , ma secondo me non è solo un problema di poltrone , la cosa veramente grave è che questo partito ottiene consenso , e aimè temo lo avrà ancora , con messaggi deleteri che si riflettono sulla pelle della gente ( immigrati ) e temo non sia sufficente questo terremoto politico , per cancellare questa cultura , che ha drogato la nostra società , occorrerà ancora molto tempo per togliere questo cancro dalla nostra vita di tutti i giorni . Concludo dicendo che le sbornie elettorali , producono questi fenomeni , non so questa vicenda mi ricorda molto il partito socialista ( socialista ? ) di Bettino Craxi .

  4. Di sicuro una parte in questa partita dell’espulsione di Lusetti l’ha giocata anche la precedente espulsione dall’ ENCI.
    I cui riferimenti si trovano qui:
    http://www.enci.it/news/news.php?id=818

    In un decreto ministeriale in cui il neo ministro manda via lusetti dal ruolo di commissario ad acta per “gravi disfunzioni nell’espletamento dell’incarico”

    non so…ma qua ho come l’impressione che l’espulsione sia la punta di un iceberg, e le cui ragioni vere siano tanto nascoste quanto pericolose….

  5. Adesso mi chiedo… ma il vice-sindaco Lusetti non facendo più parte della Lega, essendo stato espulso, rappresenta ancora quella parte di cittadini guastallesi che le scorse elezioni amministrative hanno votato Lega? Non credo…
    Ulteriori info: http://www.reggio24ore.com/Sezione.jsp?titolo=Lusetti+cacciato+dopo+un+furto+di+documenti&idSezione=15415

  6. Ben detto Davide!
    Ci si deve indignare di questi politicanti che pensano solo a farsi le scarpe l’un con l’altro, invece di pensare ai bisogni reali dei CITTADINI

  7. E’ anche la mia opinione sui “personalismi e poltronismi”… è il problema dei partiti dove l’orgoglio personale si sostituisce all’interesse dei cittadini che rappresentano!
    Troppo spesso le notizie sono caratterizzate da scontri all’interno dei partiti, tra persone che dovrebbero “lavorare” per il bene comune e purtroppo poi succedono queste cose…
    E’ ora che i CITTADINI prendano in mano il loro futuro, il futuro dei propri figli, dove OGNUNO VALE UNO e ci si “tira su le maniche” attivamente!!! Insieme si può!!!

  8. Marco Dallai

    Esempio di classico cannibalismo da poltrona…
    Oggi scopriremo i 18 motivi per i quali il nostro vicesindaco è stato fatto fuori dalla Lega… Io uno lo so già… e lo immaginate sicuramente anche voi…

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.