Home / Documenti / Mozioni / Guastalla: presentata la mozione di sfiducia nei confronti del vicesindaco Marco Lusetti

Guastalla: presentata la mozione di sfiducia nei confronti del vicesindaco Marco Lusetti

Il Gruppo Consiliare Guastalla 5 Stelle, come promesso, ha presentato nella mattinata odierna e a firma congiunta con tutte le altre minoranze politiche presenti in Consiglio Comunale (Guastalla Insieme, Uniti per Guastalla e Gruppo Misto-Prc), la “Mozione di sfiducia politica nei confronti del Vice Sindaco Marco Lusetti e sollecitazione al Sindaco a revocare allo stesso la nomina e le deleghe assegnate“.

Questo il testo della mozione presentata:

Al Sindaco di Guastalla Dott. Benaglia
Al Presidente del C. Comunale Dott.ssa Fiorani
Al Segretario Generale f.f. dott. Marco Scaravelli

Comune di Guastalla

Oggetto: “Mozione di sfiducia politica nei confronti del Vice Sindaco Marco Lusetti e sollecitazione al Sindaco a revocare allo stesso la nomina e le deleghe assegnate.”

Il Consiglio Comunale di Guastalla, alla luce di quanto emerso da articoli di stampa apparsi in questi giorni;
considerato che punto di forza e impegno di ogni programma elettorale delle liste concorrenti alle elezioni amministrative del 2009 era la trasparenza degli atti;
osservato che l’attuale amministrazione comunale ha come referente specifico l’attuale Vicesindaco Marco Lusetti, delegato ai rapporti con il Cittadino e le Istituzioni, per lo svolgimento di “funzioni di comunicazione vera e concreta al servizio delle Istituzioni, dei Cittadini e delle Imprese, favorendo trasparenza e partecipazione”;

Visto:

Il decreto ministeriale 5890 del 15 giugno 2010 con cui il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali revocava l’incarico fiduciario di commissario ad acta dell’ ENCI a Marco Lusetti (Allegato A)

che tale decreto riporta:
“omissis…
VISTE le note dell’ENCI n. 19408 del 10 maggio 2010 e n. 19709 del 24 maggio  2010,con le quali sono state trasmesse 62 delibere, riguardanti aspetti organizzativi, amministrativi ed economici relativi all’ENCI, adottate dal Sig. Lusetti in violazione dell’articolo 4 del citato D.M. n. 3907 del 20 aprile 2009;

VISTA la nota ministeriale n. 5238 del 25 maggio 2010 con la quale, rilevato che le delibere in argomento sono state adottate in palese difformità rispetto a quanto disciplinato dal citato art- 4 del DM 3907/2009 le delibere stesse sono state dichiarate nulle;

CONSIDERATE le gravi disfunzioni registrate nell’espletamento dell’incarico di Commissario ad  acta, concretatesi una serie di comportamenti e di atti illegittimi, adottati in violazione del potere  conferito ed in spregio alle procedure dettagliate nel citato articolo 4 del DM n 3907 del 20 aprile 2009

Omissis…
CONSIDERATO, inoltre, che dall’esame della documentazione trasmessa dall’ENCI emergono comportamenti eccedenti il mandato di Commissario ad acta, come definito nel DM n. 3907 del 20 aprile 2009 ed, in alcuni casi, contrari al diritto, pregiudicando così anche l’immagine del Ministero ;
…”

Visti altresì:

I recenti fatti di cronaca che hanno visto l’espulsione del vice-sindaco Marco Lusetti dal proprio partito in seguito a 18 capi d’accusa “ciascuna delle quali sarebbe bastata”;
che tali fatti di cronaca comporteranno inevitabilmente strascichi fors’anche dal punto di vista giudiziario (tali sono le pronunce degli attori stessi delle vicende narrate dalla stampa), ma sicuramente dal punto di vista dell’immagine di tutta la comunità Guastallese per la presenza di un vice-sindaco sfiduciato totalmente dal suo stesso partito d’appartenenza e a cui è stato revocato il mandato fiduciario di commissario ad acta operato da un Ministro della Repubblica italiana per le motivazioni sopra riportate;

Considerato:

che la natura della coalizione di maggioranza presente in Consiglio Comunale, formata dalla responsabilità politica dei partiti del Popolo delle Libertà, Lega Nord, UDC e come tali raffigurati nello stesso simbolo della lista risultata maggioritaria, visibilmente si appoggiava sulle candidature a Sindaco del dr. Giorgio Benaglia e a vice Sindaco di Marco Lusetti;
il venire meno della fiducia del partito della Lega Nord che espelleva Marco Lusetti “per comportamenti gravi, non trasparenti, contrari alla linea del partito” (on. Angelo Alessandri) perché la Lega Nord “desidera che chi lo rappresenta abbia principi validi, lui invece continua a fare sparate” (on. Angelo Alessandri), perché si è alla presenza di «un Lusetti che negli ultimi tempi non curava più l’aspetto politico ma il suo personale e della poca trasparenza dello stesso in alcune attività svolte all’interno del partito» (sen. Giovanni Torri), “E’ stato un coglionazzo, le sue risposte stridevano con la nostra linea, non ha dimostrato responsabilità nel proprio operato” (sempre il sen. Giovanni Torri);
Le gravi inadempienze istituzionali operate dal vice-sindaco Sig. Marco Lusetti nell’esercizio dei suoi compiti di Commissario ad acta dell’ENCI;
Che è preciso dovere del Sindaco di Guastalla garantire la tranquillità e la serenità dei cittadini, la trasparenza e la correttezza amministrativa che non può essere compromessa da chi ha ricevuto valutazioni così negative dal suo stesso partito d’appartenenza;
Che ugualmente per quanto concerne l’Amministrazione Comunale di Guastalla sono in atto atteggiamenti di scarsa trasparenza per quanto riguarda senz’altro la gestione di denaro pubblico da parte delle cosiddette Associazioni APS cittadini, di cui Lusetti è ideatore;

Tutto ciò premesso e considerato,

il Consiglio Comunale di Guastalla:

Esprime:

Grave turbamento e sconcerto per i fatti sopra narrati;
Sfiducia politica nei confronti del vice-sindaco Sig. Marco Lusetti;

Invita caldamente il Sig. Sindaco dr. Giorgio Benaglia
a revocare sollecitamente la carica di vice-sindaco al Sig. Marco Lusetti e le deleghe a lui conferite.

4 commenti

  1. I Socialisti, per tradizione storica, non amano “ le cacce alle streghe “ e le esecuzioni sommarie senza un “regolare processo “. Tuttavia nella nebulosa vicenda, che vede al centro dell’attenzione pubblica il Vice-sindaco Lusetti, l’On. Alessandri e come scomodo giudice-spettatore il Sindaco Benaglia,
    OCCORRE FARE CHIAREZZA !
    Chi amministra denaro pubblico, deve essere al di sopra d’ogni sospetto, avere comportamenti trasparenti, per rispetto dei cittadini; poi, si possono discutere o contestare le scelte politiche che essi fanno, ma ciò fa parte della naturale competizione politica.
    In primis dunque deve fare chiarezza il partito della Lega Nord: che deve in maniera inequivocabile dirci se Lusetti è stato espulso per “divergenze politiche “ con il grande capo, l’On. Alessandri, (se fosse questa la ragione vera, sarebbe indice di democrazia zero, come spesso avviene per il loro cugini del PDL); oppure è stato espulso perché ha commesso “nefandezze “ nella gestione di denaro pubblico nella vicenda ENCI od in altri ambiti. Se fosse confermata quest’ultima ipotesi, allora è giusto rendere pubbliche le prove documentate di tali misfatti, fare le denuncie opportune, e Lusetti ne paghi le conseguenze. E’ comunque sbagliato tenere “ coperto” i fatti, non si può risolvere il tutto come una bega interna di quel partito. I personaggi coinvolti non sono semplici militanti andati contro le regole dello statuto interno, si tratta di persone che hanno un ruolo pubblico, i cui comportamenti, come premesso in precedenza, devono essere alla luce del sole.
    Ma deve fare chiarezza anche il Sindaco Benaglia. Si deve accertare se ci sono connessioni tra l’Amministrazione di Guastalla e le presunte, gravi inadempienze ed illegittimità attribuite al Vice-Sindaco nella gestione ENCI. Accertare se altri Assessori nella vicenda in oggetto sono stati coinvolti.
    Benaglia è doveroso che risponda ai quesiti posti, perché i dubbi che scuotono la cittadinanza devono essere risolti.
    Morale della favola : …Ieri il “ Nuovo che avanza “ esibiva il cappio in parlamento per testimoniare la propria presunta superiorità morale, oggi sguazza nel fango con grande non-chalance, domani, se la gente non lo capisce per tempo, porterà l’Italia nelle fogne.

    Guastalla, 17-07-2010 firmato Candolo Adelmo
    PSI sez. di Guastalla

  2. … aggiungo io…
    ANCHE MOLTI CITTADINI SI ASSOCIANO ALLA MOZIONE E INVITANO “CALDAMENTE” (in tutti i sensi) IL SINDACO…

  3. Lorenzo Artioli

    … e adesso scommettiamo sulla posizione che prenderà l’Amministrazione:
    – chiarirà tutti i dubbi sulle persone coinvolte ?
    – allontanerà chi non gode più della comune fiducia ?

    o dobbiamo aspettarci il solito MURO, “tanto ci avete eletto e adesso per 5 anni ci tenete così !”

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.